Ha cercato di viaggiare da Mantova a Verona in piena zona rossa in compagnia di un amico. A mettersi alla guida dell'auto è stato un uomo di 40 anni positivo al Covid che ha ignorato la quarantena ed è stato sanzionato per aver violato le disposizioni governative. Il 40enne ha lasciato la sua abitazione e si è messo in viaggio verso la città veneta nella giornata di sabato 2 gennaio. È stato però fermato dai carabinieri che hanno verificato che non aveva nessun motivo valido per lo spostamento ma, soprattutto, che era risultato positivo al tampone.

L'uomo è stato fermato durante uno dei controlli dei carabinieri

Stando alle disposizioni delle autorità, infatti, chi è positivo al Covid può lasciare la propria abitazione solo per sottoporsi al tampone di controllo o per recarsi in ospedale per le cure necessarie. A fermare l'uomo, un 40enne di origini pakistane residente nel Mantovano, sono stati i militari, impegnati in uno dei frequenti controlli in questi giorni di restrizioni anti contagio. Il 40enne era in auto con un connazionale e coetaneo, stando a quanto riporta "Brescia Today".

Il 40enne è stato denunciato per aver violato la quarantena

I militari della stazione di Nogara, in provincia di Verona, hanno potuto accertare le violazioni e denunciato l'uomo per aver violato la quarantena. Per entrambi, inoltre, è scattata anche la sanzione per aver ignorato la norma prevista dall'ultimo Dpcm che vieta alle persone di spostarsi dalla propria regione senza comprovate ragioni di lavoro, salute, necessità o urgenza. In Lombardia, come in tutta Italia, la zona rossa è valida fino alla giornata del 6 gennaio compresa. Non è ancora chiaro quali saranno le misure previste dopo le festività.