Sono entrati in chiesa con una maschera in viso e armati di pistole e hanno intimato al parroco di consegnare loro il denaro frutto delle offerte: 250 euro che i due ladri hanno portato via insieme al cellulare del sacerdote. È accaduto domenica 3 gennaio nel piccolo comune di Pietole in provincia di Mantova, e a essere derubato è stato il parroco novantenne, monsignor Luigi Bolzani.

I rapinatori hanno portato via anche il cellulare del parroco

L'anziano sacerdote ha raccontato alle forze dell'ordine di essere stato colto alla sprovvista dai criminali che dopo aver forza la finestra si sono introdotti nella canonica: a quel punto minacciando il parroco con una pistola gli hanno chiesto di consegnargli i soldi delle offerte che erano contenuti in un cassetta di sicurezza. Un bottino di 250 euro che il 90enne monsignor Bolzani ha consegnato ai ladri insieme con il suo cellulare. Un piano ben studiato e messo a segno in pochi minuti.

Al setaccio le immagini delle telecamere di sorveglianza

Poi la chiamata alla polizia giunta domenica poco dopo le 21.30 in canonica per ricostruire l'accaduto: gli agenti sono ora sulle tracce dei rapinatori. Durante il sopralluogo in chiesa hanno setacciato la cucina e il bagno alla ricerca di possibili impronte digitali mentre nella mattinata di ieri, dopo che il parroco ha sporto ufficialmente denuncia, hanno raccolto le testimonianze utili e iniziato ad acquisire i filmati delle immagini delle telecamere di sorveglianza presenti in zona. Potrebbero infatti fornire elementi utili a rintracciare i due rapinatori che però avevano il volto coperto anche dalle mascherine.