Dalla pagina Facebook del Movimento 3V
in foto: Dalla pagina Facebook del Movimento 3V

Ieri sabato primo maggio a occupare le piazze di Milano non erano solo le manifestazioni per la festa dei lavoratori. Quasi 300 persone no vax si sono date appuntamento davanti all'Arco della Pace per protestare contro le vaccinazioni anti Covid: ad organizzare tutto è stato il Movimento 3V, ovvero "Vaccini vogliamo verità". Al grido di "basta dittatura sanitaria" si sono ribellati all'obbligo di indossare le mascherine e tutte le altre restrizioni imposte dalla pandemia.

In 300 senza mascherine e assembramenti

Così, non curanti di qualsiasi norma anti contagio, le quasi 300 persone hanno dato vita a assembramenti, nonostante la pioggia, senza indossare alcun dispositivo di protezione. Per i manifestanti il Covid si sconfigge "spegnendo la televisione", come ha tenuto a precisare un blogger presente alla manifestazione e ripreso da Milano Today. E ancora c'è chi ha azzardato: "Il virus è un atto di guerra della Cina emanato con frequenze elettromagnetiche. E questa operazione di guerra è stata fatta con l'aiuto degli amici occidentali".

Nei giorni scorsi altre proteste dei no vax

Non è che una delle tante manifestazioni no vax degli ultimi mesi a Milano. Tra le ultimissime c'è quella in piazza Duomo sabato 17 aprile dove anche qui si sono radunate centinaia di persone per dire "no al vaccino anti Covid". Alla fine della protesta, stando a quanto appreso da Fanpage.it, delle trecento persone presenti, in 57 sono state identificate e sanzionate per non aver indossato la mascherina e non aver rispettato le norme anti-contagio. Sono state costrette quindi a pagare una multa di quattrocento euro. Il giorno dopo è stata la volta di Bergamo: i manifestanti avevano gridato dal palco che "le mascherine bloccano l'attività celebrale" oppure "le mascherine sono come museruola".