Frane e allagamenti nella notte a Ponte di Legno, in Valcamonica, dove un violento temporale a partire dalle 20 di ieri, giovedì 30 luglio, ha provocato lo straripamento di un torrente, oltre a smottamenti. Una casa è stata evacuata, una ragazza è stata salvata dopo che si era trovata all'interno della sua auto circondata da acqua e fango.

Maltempo in Valcamonica: esonda un torrente a Ponte di Legno, danni e allagamenti

A causa delle intense precipitazioni il torrente Arcanello è esondato in due punti. Nella nota località della piana di Case di Viso e più a valle a Ponte dei buoi. "Stiamo cercando di intervenire, siamo nel pieno del disastro", ha denunciato al Giornale di Brescia il sindaco di Ponte di Legno, Ivan Faustinelli. La pioggia ha provocato una grossa frana, con 50/60 metri cubi di materiale caduti sulla strada provinciale 300, secondo quanto comunicato dallo stesso primo cittadino. Le vie di comunicazione nella notte sono state interrotte.

Frane, ponti ostruiti e strade interrotte

La furia del torrente infatti ha ostruito due ponti, causando disagi alla viabilità. La sp 29 del Gavia, dove si è verificata anche la caduta di alcune piante, è stata chiusa al traffico. Vigili del fuoco e volontari hanno lavorato fino a tarda notte anche a Vezza d’oglio, Ponte di Legno, Edolo e Darfo Boario Terme.

Assessore Foroni: Monitoriamo con attenzione la situazione

L'assessore regionale all'Urbanistica e Protezione civile, Pietro Foroni, si è messo in contatto con i sindaci delle località più colpite per verificare la situazione. Regione Lombardia ha confermato che a Ponte di Legno, nel bresciano, e a Bormio e Livigno, in provincia di Sondrio, a causa del maltempo sono state interrotte anche la Strada statale dello Stelvio e la strada che da Livigno sale verso il passo della Forcola. Interrotta anche la Strada provinciale 29 del Gavia che di fatto segna il confine tra le province di Brescia e Sondrio. Sul posto sono già presenti i tecnici dei due Utr (Uffici territoriali regionali) e gli uomini del pronto intervento della Protezione civile.

"Il sopralluogo già in corso – ha spiegato l'assessore – valuterà i danni e le modalità di pronto intervento per il ripristino della sicurezza del territorio e della popolazione. Regione Lombardia monitora con attenzione la situazione e le opere di somma urgenza che saranno finanziate integralmente per garantire il ritorno alla normalità in tempi brevi".