1.443 CONDIVISIONI
28 Ottobre 2021
12:29

Macchinista Trenord scoperto col green pass scaduto durante il turno: lui va a casa, treno soppresso

Ieri mattina, mercoledì 27 ottobre, alla stazione Garibaldi di Milano un macchinista di Trenord aveva al momento dei controlli il green non valido. Per questo motivo è stato interrotto il suo servizio e di conseguenza soppresso il treno. A denunciare quanto accaduto è il sindacato OR.S.A. Ferrovie Lombardia: per l’organizzazione la decisione dell’azienda violerebbe la normativa che disciplina i controlli della certificazione. Trenord spiega a Fanpage.it che per un’azienda di mobilità con lavoratori che non hanno una sede fissa e considerato che l’App proposta per i controlli non registra alcun dato, è impossibile verificare se qualsiasi dipendente sia già stato sottoposto a controllo. In ogni caso si stanno effettuando tutte le verifiche necessarie sulla situazione verificatesi ieri.
A cura di Ilaria Quattrone
1.443 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Green pass scaduto durante il turno e di conseguenza interruzione del lavoro e soppressione del treno: è quanto successo ieri mattina, mercoledì 27 ottobre, alla stazione Garibaldi di Milano a un macchinista di Trenord. A denunciare quanto accaduto è il sindacato OR.S.A. Ferrovie Lombardia. Stando a quanto affermato dal segretario regionale Adriano Coscia, la decisione dell'azienda violerebbe la normativa che disciplina i controlli della certificazione. Trenord spiega però che per un'azienda di mobilità e considerato che l'App proposta per i controlli non registra alcun dato, è complesso verificare se qualsiasi dipendente sia già stato sottoposto a controllo.

Le accuse del sindacato

La norma alla quale il sindacato fa riferimento è contenuta nelle Faq della Presidenza del Consiglio: "Il green pass deve essere valido nel momento in cui il lavoratore effettua il primo accesso quotidiano alla sede di servizio e può scadere durante l'orario di lavoro, senza la necessità di allontanamento del suo possessore". Coscia ha così deciso di chiedere dei chiarimenti al ministero del Lavoro, alla Prefettura e al Garante della Privacy. Ha infatti inviato una lettera così da avere delucidazioni in merito: "L'impropria interpretazione delle norme ha causato, tra l’altro, la soppressione del treno, con conseguente grave disagio per i cittadini".

La posizione di Trenord

Dall'azienda fanno sapere a Fanpage.it che i controlli vengono fatti a campione. "Per un'azienda di mobilità e per dipendenti che non hanno una sede fissa, è impossibile stabilire o ricordare chi avesse già fatto il controllo". L'App prevista dal Governo – continua Trenord – infatti non archivia alcun dato del green pass né tanto meno è possibile sapere, al momento del controllo, per quante ore la certificazione sia valida o da quanto tempo sia scaduto. Per ovviare a problemi simili a quanto accaduto ieri, Trenord spiega a Fanpage.it di considerare valida la documentazione che ogni dipendente volontariamente vuole mostrare per consentire agli addetti di verificare quando sia stato eseguito un tampone rapido o molecolare. E proprio a tal proposito il sindacato afferma che l'uomo sarebbe in grado di provare l'orario di scadenza del green pass. Questo potrebbe in caso aiutare le verifiche che Trenord sta effettuando.

1.443 CONDIVISIONI
Macchinista Trenord sorpreso col green pass scaduto durante una corsa: cosa prevede la legge
Macchinista Trenord sorpreso col green pass scaduto durante una corsa: cosa prevede la legge
Modella no vax compra Green pass falso: scoperto studente truffatore legato ad hacker russi
Modella no vax compra Green pass falso: scoperto studente truffatore legato ad hacker russi
85 di Videonews
Ostacolò un giornalista: manifestante No green pass indagato e perquisito a Milano
Ostacolò un giornalista: manifestante No green pass indagato e perquisito a Milano
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni