Antonio Nocera
in foto: Antonio Nocera

"Un dolore devastante". Così Juri Imeri, sindaco di Treviglio, ha commentato la tragica notizia della morte di Antonio Nocera, comandante della polizia locale del comune in provincia di Bergamo. Nocera, 52enne originario di Corigliano Calabro ma da diversi anni trasferitosi al Nord, è stato trovato morto nella mattinata di oggi, sabato 7 novembre, nella sua abitazione di Crema, in provincia di Cremona, dove viveva con la moglie e le due figlie. Da alcuni mesi lottava contro una grave malattia degenerativa, ma fino all'ultimo era andato al lavoro, continuando nella sua importante opera per una comunità che lo aveva accolto fin dal 2008, quando era stato nominato capo della polizia locale di Treviglio.

Il Comune: Grave momento per Treviglio

Il Comune lo ha ricordato così: "Un grave momento per Treviglio: l'improvvisa scomparsa del comandante della Polizia Locale dott. Antonio Nocera ci ha lasciato senza parole. Esprimiamo la vicinanza e l'abbraccio della nostra Comunità alla moglie ed alle figlie che, prime, stanno vivendo questo lutto. È difficile rappresentare il cordoglio di una intera Comunità, al cui servizio il dott. Nocera ha dedicato l'impegno, la passione e la sua esperienza pluriennale. Vogliamo ricordarlo con il sorriso che l'ha sempre caratterizzato anche negli ultimi incontri, terminati ieri sul tardi, testimonianza della sua grande dedizione al servizio per la Città".

Fino a ieri aveva lavorato, come sempre, per la sua comunità

Incredulità per la scomparsa di Nocera anche da parte dell'Azienda socio sanitaria territoriale di Bergamo Ovest, che ha ricordato come ancora ieri il comandate fosse a fianco dell'Asst in vista dell'apertura delle attività saniotarie alla Fiera di Treviglio: "Siamo profondamente addolorati", ha scritto il direttore dell'Asst Peter Assembergs, inviando un messaggio fi cordoglio alla famiglia.