Emergenza siccità in Italia
23 Giugno 2022
16:17

Le drammatiche immagini di laghi e fiumi prima e dopo la siccità in Lombardia

La Lombardia soffre la sete, da valle a monte. Le foto del disastro ambientale tra ruscelli, laghi e fiumi prosciugati: il ritratto di una regione investita da una crisi idrica senza precedenti.
A cura di Francesca Del Boca
Il Po in secca nella zona di Boretto
Il Po in secca nella zona di Boretto
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Emergenza siccità in Italia

La Lombardia ha sete. Da terra rigogliosa, di fiumi e laghi, a deserto arido. Le grida di allarme già si levano da mesi, da ogni categoria: agricoltori, allevatori, amministratori locali, scienziati e semplici cittadini. Per il governatore Fontana e per i fornitori di acqua la siccità sarà "ancora gestibile per i prossimi 10, massimo 15 giorni" poi la situazione rischia di precipitare. A cadere per primo, il settore agricolo.

Oggi a gridare aiuto è la natura stessa, ormai prosciugata da una siccità devastante che da mesi tiene in pugno l'intera regione del Nord Italia. Nella gallery, le fotografie più rappresentative di quello che è un vero e proprio disastro ambientale (nonché economico e sociale).

Il fiume Po sulle sponde mantovane è quasi asciutto. Ma non solo pianura. In alta quota sono scomparsi ruscelli e laghetti, per fare posto a terriccio e sassi; del lago della Vacca, in provincia di Brescia, rimane ben poco. Idem per quanto riguarda quello di Livigno, il cui letto al momento è semi vuoto. Una crisi che investe anche le città: a Milano, che da mesi affronta periodicamente cicliche ondate di caldo africano, la pozza d'acqua al centro del Parco Lambro non esiste quasi più. Al suo posto, una buca secca.

49 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni