163 CONDIVISIONI

Operaio investito da un treno mentre lavora a un traliccio, morto: la Procura apre un’inchiesta

Un uomo di 51 anni è stato investito da un treno a Chiari, comune in provincia di Brescia. Ha attraversato i binari mentre stava arrivando il convoglio: è morto poco dopo l’incidente.
A cura di Ilaria Quattrone
163 CONDIVISIONI
Immagine

Nella serata di ieri, lunedì 29 gennaio, un uomo di 51 anni è stato investito da un treno ed è morto poco dopo l'incidente. La vittima si chiamava Lima Martins Rolando Joao ed era dipendente della società Rebaioli S.p.a che ha sede a Darfo Boario Terme. L'episodio si è verificato nella stazione di Chiari, un comune che si trova nella provincia di Brescia. La vittima stava lavorando in un cantiere aperto all'interno dello scalo. Si tratta infatti di un incidente sul lavoro e non di un gesto volontario.

L'uomo ha attraversato i binari mentre stava arrivando un treno

Sono ancora poche le informazioni relative a quanto accaduto ieri. La tragedia si è consumata poco prima di mezzanotte. Il 51enne è dipendente di una ditta esterna a Rete ferroviaria italiana e si stava occupando della manutenzione. L'uomo si trovava sui binari perché stava svolgendo alcuni lavori a un traliccio dell'alta tensione. A un certo punto è stato investito da un treno: si tratta dell'Italo che collega Napoli con Bergamo. Il macchinista non è riuscito a frenare in tempo.

È morto poco dopo l'incidente

La centrale operativa dell'Agenzia regionale emergenza urgenza della Lombardia (Areu) ha inviato sul posto i medici e i paramedici del 118: gli operatori sanitari non hanno potuto far molto. Il 51enne, infatti, è morto poco dopo: troppo gravi i traumi riportati.

Oltre a loro, c'erano i vigili del fuoco di Brescia che hanno aiutato i soccorritori nel recupero della vittima. Gli agenti della polizia ferroviaria hanno invece svolto tutti i rilievi del caso per ricostruire l'esatta dinamica: la Procura di Brescia ha aperto un'inchiesta. I sopralluoghi si sono conclusi questa mattina. Ovviamente si sono registrati rallentamenti sulla circolazione ferroviaria per consentire tutte le operazioni.

163 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views