(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Luigina "Gina" Belotti, 67enne, è morta venerdì sera in un tragico incidente stradale avvenuto sull'Autostrada A4, all'altezza dell'uscita di Ponte Oglio, in provincia di Brescia. L'auto sulla quale viaggiava la donna si è scontrata con un'altra vettura, il cui conducente è ora stato denunciato per omicidio stradale: ne è nata una carambola che purtroppo si è rivelata fatale per la signora, per cui i soccorritori del 118 non hanno potuto fare niente.

Luigina Belotti era la titolare del Geena's club, noto locale notturno

La vittima era residente a Chiuduno, in provincia di Bergamo, ma era molto nota in tutta la zona: era infatti la titolare del "Geena's club" di Paderno Franciacorta, in provincia di Brescia. Si tratta, come si può leggere sulle pagine web del locale, di uno dei più famosi night club della zona, nonché uno dei più longevi locali di lap dance in tutta Italia. A rendere ancora più tragica la vicenda è il fatto che, come riporta la testata locale "Bresciatoday", tra coloro che venerdì sera erano in coda sull'autostrada A4 a causa dell'incidente c'era anche il figlio della donna. Il ragazzo, che gestiva assieme alla madre il locale notturno, non riuscendo a mettersi in contatto con la mamma si è rivolto al 112, che gli ha comunicato la tragica notizia. A quel punto il figlio di Luigina avrebbe raggiunto la madre utilizzando la corsia d'emergenza: una volta giunto sul luogo dell'incidente ha purtroppo potuto constatare di persona quanto era accaduto. Tantissimi, sui social network, i messaggi di cordoglio rivolti alla famiglia della vittima che sono giunti sul gruppo "Sei di Chiuduno se…".