152 CONDIVISIONI
backstair / Lobby Nera
1 Ottobre 2021
11:20

Inchiesta lobby nera di Fanpage.it, Pd Milano: “Immagini disgustose”. Europa verde presenta esposto

Dopo la pubblicazione dell’inchiesta di Fanpage.it “Lobby nera” relativa ai rapporti di Fratelli d’Italia con alcuni esponenti dell’estrema destra, ai presunti pagamenti in nero per finanziare la campagna elettorale di Milano e alla scarsa fiducia nei confronti del candidato sindaco di centro destra Luca Bernardo, sono diverse le reazioni del mondo milanese e lombardo. La segretaria del Partito democratico di Milano, Silvia Roggiani, ha infatti definito quanto emerso come: “Un quadro inquietante e pericoloso su cosa sia il partito della Meloni e sulla galassia nera che gli gravita attorno”.
A cura di Ilaria Quattrone
152 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista

"Ci hanno accusato di usare l'antifascismo come fosse una bandierina e invece avevamo ragione. I fatti oggi confermano le nostre preoccupazioni e convinzioni. Confermano che facevamo bene a chiedere spiegazioni a Luca Bernardo, sulle sue posizioni in merito a certi personaggi": a scriverlo su Facebook è la segretaria del Partito democratico di Milano Silvia Roggiani che ha così commentato quanto emerso dall'inchiesta condotta da Fanpage.it e mostrata ieri nella trasmissione "Piazza Pulita" in onda su La7. Sono tre i punti fondamentali emersi nella prima parte dell'inchiesta: le relazioni della coalizione di centro destra con alcuni personaggi ed esponenti del mondo dell'estrema destra, i presunti pagamenti in nero per finanziaria la campagna elettorale milanese e la mancanza di fiducia nei confronti di Luca Bernardo scelto come candidato a sindaco per le elezioni amministrative che si svolgeranno il 3 e 4 ottobre.

Roggiani: Candidatura di Valcepina assolutamente inaccettabile

Roggiani commenta anche la candidatura con Fratelli d'Italia di Chiara Valcepina definendola "assolutamente inaccettabile nella Milano medaglia d'Oro della Resistenza". Infine chiede che l'europarlamentare Carlo Fidanza, che nelle immagini di Fanpage.it definisce Bernardo "un candidato particolare" e che mai come in questo caso "bisogna turarsi un po' il naso", di fare un passo indietro e dimettersi. Dello stesso avviso anche la consigliera regionale Carmela Rozza che invita a vedere il video di Fanpage.it.

Europa Verde presenta un esposto in procura

Anche Europa Verde ha presentato un esposto alla procura di Milano in cui viene chiesta l'apertura di un'inchiesta: "Il sistema delle lavatrici di cui ha parlato il Barone Nero – scrivono in una nota i portavoce Angelo Bonelli ed Eleonora Evi – potrebbe aver consentito anche il riciclaggio di denaro sporco di dubbia provenienza. e questo è un fatto che va immediatamente accertato".  Entrambi hanno definito quanto emerso dall'inchiesta di Fanpage.it "inaccettabile".

152 CONDIVISIONI
Invia la tua segnalazione
al team Backstair
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni