Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Sono cinque i decessi per Coronavirus e 70 gli ospiti risultati positivi al virus all'interno della Rsa "Fondazione Visconti Venosta" di Grosio, in Valtellina. L'ultima vittima è una donna over 90 di Sondalo, mentre ieri giovedì 19 novembre si sono tenuti i funerali di un'altra ospite di 87 anni, deceduta nei giorni scorsi. Non solo, nella stessa giornata altri tre decessi, due donne e un uomo. La situazione alla casa di riposo preoccupa, come si legge sulla Provincia di Sondrio: sono solo 30 su 100 le persone risultate non positive al test e sono stati subito isolati dagli altri, mentre i contagiati più gravi sono ora ricoverati all'ospedale Morelli di Sondalo con problemi respiratori. E ancora: qui anche una quindicina di operatori sanitari sarebbero risultati positivi al tampone.

Anche il sindaco di Grosio positivo al Covid

La scorsa settimana il sindaco di Grosio Gian Antonio Pini, anche lui positivo, aveva puntato il dito contro l'Ats accusandola di non fare un'adeguata prevenzione. Soprattutto perché il numero dei contagiati è aumentato in modo esponenziale negli ultimi giorni: lo scorso 5 novembre dalla casa di riposo avevano parlato di "alcuni casi si ospiti contagiati", mentre nel bollettino del 10 novembre gli ospiti positivi avevano raggiunto già quota 30 per poi raddoppiare il giorno successivo. Infine, un'ultima comunicazione del 16 novembre aveva precisato che i contagi erano saliti a 70.

Oggi in provincia 20 novembre 390 positivi in 24 ore

La provincia di Sondrio sia nella prima ondata che al via di questo secondo periodo di contagi sembrava essere una piccola isola felice. O almeno fino ad oggi, quando in provincia si contano 390 positivi in 24 ore, un numero in forte aumento rispetto alla media dei giorni precedenti. Mentre in totale in Lombardia sono 9.221 i nuovi contagi nelle ultime 24 ore: bisognerà attendere i prossimi giorni per capire se a Sondrio i numeri resteranno sotto la soglia di allarme.