607 CONDIVISIONI

Giornata contro la violenza sulle donne, la mamma di Giulia Tramontano: “Per me purtroppo ogni giorno è uguale”

A sei mesi dal femminicidio di Senago, la mamma di Giulia Tramontano ricorda a Fanpage.it la figlia: “Era dolce, delicata, non voleva mai rubare la scena. Per me sarà per sempre immensamente Giulia”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Milano Fanpage.it
A cura di Chiara Daffini
607 CONDIVISIONI
Immagine

Venticinque novembre, giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Una data mai così sentita, dopo il recente caso di Giulia Cecchettin, che ha travolto il nostro Paese e il dibattito pubblico. Una data che oggi fa riflettere la nazione, ma che viene vissuta ogni giorno dai familiari e dagli amici delle vittime di femminicidio.

"Per me ogni giorno è uguale, purtroppo", dice a Fanpage.it Loredana, mamma di Giulia Tramontano, la ragazza uccisa a 29 anni dal compagno Alessandro Impagnatiello, da cui aspettava un figlio. Anche quel femminicidio, avvenuto il 27 maggio 2023, quando Giulia era al settimo mese di gravidanza, sconvolse l'Italia intera, eppure, purtroppo, non è stato l'ultimo.

Immagine

Nelle ultime settimane si è fatta strada l'espressione "fare rumore": il diritto e dovere della società a non restare in silenzio davanti alla violenza di genere. Ma anche il silenzio, quello in cui da mesi si è chiusa la famiglia di Giulia, può fare rumore. "Lo facciamo – spiega Loredana a Fanpage.it – per rispetto del dolore ma soprattutto nel rispetto di come era Giulia: lei era così, sempre delicata, non amava rubare la scena mai".

Tanto, di Giulia Tramontano, l'hanno però detto gli altri: che non vedeva l'ora di conoscere e di crescere il suo bambino, Thiago; che da Sant'Antimo, in provincia di Napoli, si era trasferita a Milano. Qui, precisamente a Senago, viveva con quello che sarebbe diventato il suo assassino, reo confesso. La relazione malata con Alessandro Impagnatiello e il tentativo della ragazza di mettervi fine sono fatti noti. Meno lo è, forse, il percorso che Giulia non ha avuto la possibilità di concludere.

Immagine

"Era garbata, gentile, se le facevi un complimento te lo girava subito. – ricorda la mamma – La guardavo in certi momenti e le dicevo ‘Giulia, sei bellissima così vestita' e lei mi rispondeva ‘Mamma, sei bellissima tu'. Le cantavo sempre la canzone Immensamente Giulia delle Vibrazioni, le dicevo che secondo me l'avevano pensata unicamente per lei e Giulia, con una risata tenera, mi rispondeva ‘Ma dai, lo pensi tu!'. Ed è vero, per me sarà sempre immensamente Giulia".

607 CONDIVISIONI
Processo Impagnatiello, i carabinieri: “Avrebbe preparato il salotto per uccidere Giulia Tramontano”
Processo Impagnatiello, i carabinieri: “Avrebbe preparato il salotto per uccidere Giulia Tramontano”
Come la politica combatte i femminicidi se Impagnatiello ha dovuto accompagnare i carabinieri rimasti senza auto
Come la politica combatte i femminicidi se Impagnatiello ha dovuto accompagnare i carabinieri rimasti senza auto
"Ho un gran bruciore di stomaco": Giulia Tramontano scriveva alla mamma mentre Impagnatiello la avvelenava
"Ho un gran bruciore di stomaco": Giulia Tramontano scriveva alla mamma mentre Impagnatiello la avvelenava
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni