132 CONDIVISIONI
30 Ottobre 2022
12:08

Giorgio Conti preleva al bancomat con un amico, questo lo picchia e gli ruba i contanti

Brutta disavventura per l’ex deejay Giorgio Conti: si ferma al bancomat per prelevare cento euro da prestare a un amico. Questo ne vuole di più e lo picchia.
132 CONDIVISIONI

Credeva fosse un vero amico, uno di quelli – si dice – a cui si lascerebbero le chiavi di casa in caso di necessità. Ma per fortuna Giorgio Conti non l'ha mai fatto, altrimenti molto probabilmente avrebbe trovato anche quella svaligiata, visto che è bastato fermarsi a prelevare i contanti al bancomat insieme a lui per essere malmenato e derubato.

Derubato da un amico

Giorgio Conti, 65 anni, noto deejay del Bresciano, poi assessore allo Sport, al Turismo, al Tempo libero del Comune di Rovato si trovava a Sarezzo, sempre in provincia di Brescia, quando ha incontrato quello che credeva essere un amico. Dopo qualche chiacchiera l'amico (o presunto tale) gli chiede un passaggio con l'auto e, durante il tragitto, gli confida di alcuni problemi economici che stava affrontando, e chiede a Conti un piccolo prestito. Appena 20 euro.

Come spesso capito a chiunque, a maggior ragione da quando gli esercenti sono tenuti ad accettare i pagamenti tramite pos, Conti era senza contanti ma voleva comunque aiutare l'amico. Così ha cercato una banca, ha accostato l'auto ed è sceso per prelevare la somma richiesta allo sportello automatico. All'improvviso, però, qualcuno da dietro gli ha intimato di prelevare almeno cento euro e consegnarglieli.

L'ax re delle notti bresciane ha capito subito che si trattava del suo "amico", proprio quello per cui stava prelevando i soldi. E, nonostante lo sconforto della situazione, è riuscito a reagire.

Il racconto sui social

A raccontare l'accaduto è stato lo stesso Conti sui proprio social network: "Mi ha aggredito alle spalle, intimandomi di prelevarne 100. Di fronte al mio rifiuto, ha iniziato a prendermi a pugni. Non so come, ma sono riuscito a scappare in macchina e mi sono precipitato al Pronto soccorso più vicino".

L'ex assessore di Rovato è infatti anche rimasto ferito nella colluttazione: "Ieri Pronto Soccorso Ospedale di Gardone Val Trompia, oggi pronto soccorso Ospedale Civile di Brescia e reparto Maxillo facciale. Risultato perso 8 denti trauma allo zigomo e collare per 10 giorni e 30 di prognosi", racconta.

E poi si lascia andare a alla rabbia dell'accaduto: "Aiutare le persone inutili false cattive bugiardi e ladri seriali nonché tossici porta solo guai seri alla tua persona. Domani denuncia ai Carabinieri e Avvocato. Danno economico e morale notevoli. Ripeto non aiutare MAI le persone inutili oprattutto se si spacciano per amici e si infilano nella tua vita e nella tua famiglia come il più maligno dei tumori".

132 CONDIVISIONI
Tre ragazzi bloccati la sera in alta quota: scattano i soccorsi in montagna
Tre ragazzi bloccati la sera in alta quota: scattano i soccorsi in montagna
Incendia un manichino vestito da poliziotto: la Questura cerca l'uomo che appare nel video
Incendia un manichino vestito da poliziotto: la Questura cerca l'uomo che appare nel video
Invita l'amica a cena e la aggredisce perché un altro l'ha salutata in pizzeria
Invita l'amica a cena e la aggredisce perché un altro l'ha salutata in pizzeria
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni