video suggerito
video suggerito
La fuga di Giacomo Bozzoli

Giacomo Bozzoli nell’hotel di lusso a Marbella prima della condanna all’ergastolo: una notte costa 700 euro

Il giorno prima della sentenza che l’ha condannato in via definitiva all’ergastolo Giacomo Bozzoli soggiornava con la famiglia all’Hard Rock Hotel di Marbella (Spagna). Si indaga sulla modalità di pagamento e sulle eventuali risorse di denaro nero dell’imprenditore bresciano in fuga.
A cura di Francesca Del Boca
117 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Camicia hawaiana, costume da bagno e cappellino. Sta per essere condannato in via definitiva all'ergastolo l'uomo che a fine giugno viene immortalato dalle telecamere mentre aggira per le stanze di un hotel di Marbella, costa sud della Spagna, in compagnia del figlio di 9 anni e della compagna Antonella.

È Giacomo Bozzoli, 39 anni, latitante dal 1 luglio scorso, ripreso dalle telecamere della struttura spagnola e riconosciuto dalle dipendenti alla reception prima di scomparire nel nulla. Forse, prima di imbarcarsi su una nave diretta in Marocco e far perdere per sempre le sue tracce nel deserto del Maghreb.

Gli inquirenti, ora, stanno cercando di ricostruire le tappe della fuga di Bozzoli e della sua famiglia (ritentata in Italia il 5 luglio) dalla villa di Soiano, sponda bresciana del lago di Garda, verso la penisola iberica. E soprattutto verso la città andalusa di Marbella dove imprenditore e famiglia hanno soggiornato all'interno dell'Hard Rock Hotel, nota catena di alberghi super lusso con camere standard che in questo periodo dell'estate costano dai 500 agli oltre 700 euro per una singola notte in tre. E piscina, palestra, palcoscenico con un ricco calendario di eventi, diversi cocktail bar, pregiati ristoranti di cucina fusion.

Hard Rock Hotel Marbella
Hard Rock Hotel Marbella

Così, adesso, chi indaga è alla ricerca di ulteriori risposte. Come è stato saldato il costosissimo soggiorno di mamma, papà e figlio? Il pagamento è tracciabile, visto che i due adulti si sono premurati di non lasciare orme del loro viaggio, spegnendo addirittura i cellulari subito dopo la partenza? E se non lo fosse, quante risorse di denaro in nero potrebbe avere con sé il fuggiasco?

Il sospetto, al momento, è quello che Bozzoli stesse in realtà architettando ormai da tempo un piano, e che il fine settimana sul mare di Marbella fosse solo parte di un disegno più grande. Una pista assai concreta dal momento che l'imprenditore, nonostante le due precedenti sentenze che lo condannavano già all'ergastolo, non ha mai fatto un giorno di carcere.

117 CONDIVISIONI
37 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views