In occasione della Giornata nazionale del personale sanitario, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha voluto esprimere i suoi ringraziamenti "a tutte le donne e gli uomini da un anno impegnati oltre le proprie forze ed energie nella lotta per la vita". Il governatore lombardo, in un post condiviso su Facebook, ha aggiunto che "oggi, questo ringraziamento si concretizza in una campagna vaccinale che ha l'obbiettivo di riportare gli ospedali alla loro straordinaria normalità".

Il medico che ha curato il paziente 1: Anniversario da non ricordare

Tra i primi operatori del personale sanitario che hanno avuto a che fare con il contagio da Covid e la cura del medesimo, c'è il professor Raffaele Bruno, direttore della clinica di Malattie infettive del Policlinico San Matteo di Pavia, che ha preso in cura il paziente uno, Mattia Maestri. In una intervista a Fanpage.it ha dichiarato: "Sicuramente non è un anniversario da ricordare per lui", aggiungendo che "è stato un anno difficile per me, ma naturalmente per tutti".

"Dopo un anno onestamente pensavo che saremmo stati ancora in questa condizione – ha rivelato -, e anzi non immaginavo che avremmo avuto già un vaccino. E questo fa vedere il bicchiere mezzo pieno". Con Mattia, assicura, si è instaurata "un solido rapporto di amicizia". "Ci siamo sentiti qualche giorno fa – ha raccontato a Fanpage.it – sicuramente per lui non è un anniversario da ricordare, lo vive col giusto distacco. Gli anniversari belli sono quelli positivi". Il virologo Pregliasco, sempre ai microfoni di Fanpage.it, ha ricordato invece come "un anno fa il Covid ci colse impreparati", ribadendo ancora una volta che "ora è importante non abbassare la guardia".