L'aeroporto milanese di Linate e quello romano di Fiumicino potrebbero aprire una nuova frontiera per i viaggi aerei ai tempi del Covid. Come infatti annunciato dal presidente della Lombardia Attilio Fontana, e dall'assessore al Welfare Giulio Gallera, "da giovedì 17 settembre dall'aeroporto di Linate scatta l'operazione sperimentale ‘Covid Free' su alcuni voli in partenza per Roma".

Fontana e Gallera: Ecco i viaggi Covid free, risultato del test immediato

Cosa significa? Che i passeggeri "saranno sottoposti al tampone rapido e potranno salire a bordo solo se l'esito sarà negativo", spiegano il numero uno e l'assessore alla Sanità della Regione. Fontana e Gallera hanno poi aggiunto che un'operazione analoga "sarà compiuta nello scalo di Fiumicino, a cura delle autorità territoriali competenti". La fase organizzativa è stata annunciata in chiusura entro domani, mercoledì 16 settembre: questa vede coinvolti Regione Lombardia, Alitalia, Sea (che gestisce lo scalo milanese insieme a Malpensa) e il Policlinico San Donato, "i cui operatori si occuperanno dell'effettuazione dei tamponi. Il risultato del test sarà immediato", hanno spiegato il presidente e l'assessore.

Cosa cambia per i passeggeri e cosa fare se un individuo è positivo

Cosa cambia per i passeggeri? Che al momento dell'acquisto del biglietto del volo aereo riceveranno tutte le caratteristiche del viaggio ‘Covid free'. E se uno di loro risultasse positivo al test rapido? In quel caso, spiegano ancora dalla Regione, scatteranno i protocolli sanitari vigenti. La nuova frontiera del volo in sicurezza ai tempi del Coronavirus, è un'operazione che – aggiungono Fontana e Gallera – "consentirà di avviare un percorso per garantire la maggior sicurezza possibile sul trasporto aereo". A conclusione dell'annuncio, i due hanno spiegato che "stiamo adottando tutte le misure di screening necessarie a livello territoriale e nei luoghi sensibili, per scovare il Covid ovunque esso si nasconda e arginarne la diffusione".