Altro focolaio Covid, altra scuola costretta a chiudere per due settimane. Questa volta è successo a Cermenate, paese in provincia di Como, dove si è verificato negli ultimi giorni una crescita nei nuovi positivi al virus individuati da Ats Insubria. Qui nella scuola elementare del paese sono rimasti contagiati 14 alunni e 11 tra insegnanti e personale non docente: numeri rilevanti che hanno portato il sindaco Luciano Pizzuto a firmare l'ordinanza che impone la chiusura della struttura scolastica per le successive due settimane.

Sindaco: Così evitiamo la diffusione del virus

I cancelli di via Alfieri, dunque, resteranno chiusi da domani lunedì 22 febbraio e fino al 7 marzo. "Abbiamo deciso di sospendere le attività in presenza per evitare l’ulteriore diffusione del Covid. Voglio tranquillizzare tutti, non mi risultano casi di ospedalizzazione ma di positività", come spiega il primo cittadino sulla sua pagine Facebook e come riporta anche la Provincia di Como. Mentre la dirigente scolastica Tolomea Rubino aggiunge: "Sono consapevole della difficoltà del momento, ma invito tutti alla massima calma e serenità. Auspico che questo difficile momento sia affrontato dalla comunità scolastica con senso di responsabilità e collaborazione".

Scuole chiuse anche a Sarnico e Agrate Brianza

Non solo Cermenate, per due settimane resteranno chiuse anche le scuole superiori a Sarnico e Lovere, paesi della Bergamasca al confine con la provincia di Brescia, per un "significativo numero di casi positivi". La decisione è stata assunta dall'Ats di Bergamo e riguarda gli istituti Riva e Piana. Stessa sorte per le scuole elementari di Agrate Brianza, in provincia di Monza, dove i contagi sono aumentati troppo velocemente. Già nei giorni scorsi alcune classi dell'istituto comprensivo locale erano state messe in isolamento per casi di positività al coronavirus. Ma la situazione è sembrata poi troppo preoccupante e nella serata di giovedì 18 febbraio è stata annunciata la chiusura da parte del sindaco Simone Sironi.