In una nota diramata nel tardo pomeriggio, la Prefettura di Milano ha fatto sapere che la festa scudetto dell'Inter, organizzata dai tifosi, potrà essere accessibile a sole tremila persone in un'area di circa 15.000 metri quadri nei pressi dello stadio San Siro. Secondo quanto riportato dal comunicato, alla zona si potrà accedere solo "attraverso filtri delle forze dell'ordine, anche al fine di procedere ad una diffusa identificazione dei presenti".

La Prefettura: Non sarà una festa scudetto ma un ristretto raduno di tifosi

Per organizzare la sicurezza sanitaria dell'evento, si legge ancora, "si sono tenuti diversi incontri per approntare una strategia condivisa con il Sindaco di Milano, i vertici delle forze dell'ordine e la società F.C. Internazionale. Con lo stesso intento, la Questura di Milano ha curato i rapporti con la tifoseria organizzata". L'evento è fissato a sabato 8 maggio, anche se – sottolinea ancora la Prefettura – , "non ci sarà una "Festa dello scudetto", che invece sarà promossa dalla società F.C. Internazionale, quando le condizioni sanitarie e le norme lo consentiranno". Inoltre, "la tifoseria organizzata della squadra ha tuttavia preavvisato, per quel giorno, una manifestazione di sostegno ai giocatori in prossimità dello stadio Meazza". I tifosi si raduneranno per sostenere la squadra, "una manifestazione di sostegno ai giocatori" nei pressi di San Siro. Tutti, si sono impegnati "ad osservare le disposizioni indicate dal questore e quelle previste dalle norme anti Covid. Eventuali violazioni – ha infine fatto sapere la Prefettura – saranno rigorosamente sanzionate"