Tra le 8 persone decedute ieri in Lombardia a causa del coronavirus c'è anche un residente nella provincia di Bergamo. Dopo 12 giorni consecutivi senza decessi, dunque, il virus che ha mietuto migliaia di vittime nella Bergamasca torna a ricordare a chi se lo è già dimenticato (o, peggio, a chi adesso nega che sia perfino esistito) di essere ancora presente. Certo, i decessi come si è spesso sottolineato riguardano persone che si sono ammalate diverso tempo fa, quando la pandemia era nel suo momento peggiore. Ma si tratta pur sempre di un'altra vittima, altro dolore, che si va ad aggiungere alle oltre 3.100 registrate nella Bergamasca dalla fine di febbraio.

Lo scorso 20 luglio l'ultima vittima di Coronavirus nella Bergamasca

L'ultima vittima di Covid nella Bergamasca si era registrata lo scorso 20 luglio. Nel mese appena passato erano stati sette in totale i morti. Ieri, purtroppo, il primo decesso registrato in agosto che porta a 3.132 i decessi ufficiali sui 15.049 casi positivi al virus registrati in provincia di Bergamo dall'inizio della pandemia. Anche nella giornata di ieri si erano registrati casi positivi nella Bergamasca: 9, secondo i dati diffusi dalla Regione Lombardia nel quotidiano aggiornamento. In totale nell'ultima settimana, a partire dal 27 luglio, i tamponi positivi registrati sono stati 88, molti dei quali scoperti a seguito dei test sierologici. Se da Bergamo ci si sposta a livello regionale, le vittime ufficiali del Covid sono 16.818. Un numero enorme, che purtroppo continua ad essere aggiornato: dopo gli otto decessi di ieri, anche oggi tre persone hanno perso la vita a causa del virus.