Sono 3.762 i nuovi casi di Coronavirus in Lombardia a fronte di 42.052 tamponi effettuati. È quanto si legge nel bollettino giornaliero sull'emergenza Covid-19 relativo a martedì 2 marzo reso noto dal Ministero della Salute. Aumentano i nuovi positivi rispetto a ieri, quando erano stati registrati 2.135 casi a fronte però di 20.571 tamponi. In totale dall'inizio della pandemia in Lombardia sono stati eseguiti 6.712.252 tamponi tra test molecolari e antigenici. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 55 decessi, per un totale dall'inizio della pandemia che è arrivato nella sola Lombardia a 28.458 morti, contando i dati ufficiali. Ieri i decessi erano stati 42.

La situazione negli ospedali della Lombardia

Con la diffusione delle varianti del Covid-19 in diverse province lombarde la situazione negli ospedali da giorni è tornata a peggiorare. Salgono in modo significativo i ricoveri in ospedale: sono 4.408 (+184) le persone ricoverate nei reparti Covid (ieri erano 4.224, in aumento di 106 pazienti). Aumenta il totale delle persone ricoverate in terapia intensiva: sono 476, ovvero 35 in più rispetto a ieri quando erano 441 i pazienti in condizioni più gravi. Aumenta comunque anche il dato relativo alle persone dimesse/guarite: sono in totale 512.830.

I contagi nelle province Lombarde

La mappa relativa alla situazione dei nuovi casi di positivi al Covid-19 nelle diverse province lombarde evidenzia le stesse criticità che si segnalano da giorni: restano il Milanese e il Bresciano le zone in cui si concentra il maggior numero di contagi. Sono 767 i nuovi casi di positivi al Coronavirus in provincia di Milano e 844 in provincia di Brescia. Per quanto riguarda le altre province, sono 486 i nuovi casi nella provincia di Monza e Brianza, 564 in quella di Varese, 324 in quella di Como e 148 in provincia di Pavia. La provincia di Bergamo ha registrato 146 nuovi contagi, mentre sono 91 quelli a Lecco e 54 nuovi contagi nella provincia di Lodi. I contagi registrati in provincia di Cremona sono invece 100, in provincia di Mantova ci sono stati 114 casi, 34 casi infine in provincia di Sondrio.

Situazione critica negli ospedali di Como

"Registriamo una pressione critica dei pazienti Covid nei pronto soccorso degli ospedali San'Anna di Como e quello di Cantù". Questo l'annuncio dell'Asst Lariana alla vigilia dell'istituzione della zona arancione rinforzato nella provincia di Como, dove vi è una "estrema instabilità epidemiologica". "Siamo nella necessità di riconvertire ulteriori posti letto da destinare ai pazienti Covid", ha dichiarato il direttore generale di Asst Lariana, Fabio Banfi, aggiungendo che "nel fine settimana i pronto soccorso di San Fermo e di Cantù hanno registrato un significativo incremento di accessi per sintomi riconducibili al Covid. Alle 14 di ieri – ha poi concluso – avevamo 23 pazienti in attesa di ricovero al Sant'Anna e 4 in attesa dell'esito del tampone, 12 pazienti in attesa di ricovero a Cantù e 7 in attesa dell'esito del tampone, molti dei quali con necessità di assistenza respiratoria".