Nonna Pierina e nonna Vittoria (foto "Insieme per Alta Valle Intelvi")
in foto: Nonna Pierina e nonna Vittoria (foto "Insieme per Alta Valle Intelvi")

Un paio di occhiali da sole e uno sguardo più che divertito per nonna Pierina che lo scorso venerdì ha spento 107 candeline. Un compleanno da record che la dolce nonna ha festeggiato nella casa di riposo di Pellio, in Valle Intelvi, in provincia di Como. Con lei, come da sua stessa richiesta, l'amica del cuore, Vittoria, che di anni invece ne ha 105.

Un onore conoscere due donne con un bagaglio così grande

Una festa grande dunque per le due amiche che insieme raggiungono la cifra record di 212 anni. Due vite le loro che si sono incrociate in tarda età ma che hanno tanti punti in comune: nata il 16 ottobre del 1913, Pierina Pensa, ha sempre vissuto a Castiglione ha avuto quattro figli e undici nipoti. Ha vissuto entrambe le Guerre Mondiali e ha sposato Alberto che quasi subito il matrimonio è partito soldato facendo ritorno a casa solo 11 anni dopo: rimasta vedova nel 1979, da qualche mese è ospite della Rsa Nicola Alì. Ed è qui che si è celebrata una piccola festa per onorare proprio nonna Pierina: viste le norme anti Covid che vietano l'ingresso ai famigliari, a festeggiarla vi erano il prosindaco di Pellio, Giuliano Molli, e il direttore della Rsa Nicola Alì: "Ad Alta Valle Intelvi abbiamo circa tremila abitanti e per una piccola comunità come la nostra due ultracentenarie rappresentano un grande dono – ha spiegato Molli – è stato molto emozionante trovarmi di fronte al bagaglio di esperienze che queste due signore hanno accumulato nel corso delle loro vite, a cominciare dai terribili anni delle due guerre mondiali. Ero quasi in soggezione".

"Mi è dispiaciuto che non fossero presenti i figli e i nipoti, ma d'altronde non si poteva fare diversamente – ha aggiunto il prosindaco di Pellio – Alla luce di quanto è accaduto durante la prima ondata della pandemia, sappiamo che è fondamentale tutelare gli anziani. Come rappresentante dell'amministrazione comunale, ho cercato di farmi interprete dell'affetto di tutta la comunità e credo che la signora Pierina l'abbia avvertito".