Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Circa 50 ospiti su 80 sono risultati positivi al tampone per il Coronavirus. Sono i numeri della seconda ondata Covid nella casa di riposo Villa San Fermo a San Fermo della Battaglia, in provincia di Como. Se la struttura era riuscita ad avere zero casi nella scorsa primavera, ora invece si trova a fare i conti con una situazione di emergenza. Il tutto è successo in pochissimi giorni, come riporta il quotidiano "La Provincia di Como": solo la settimana scorsa gli ospiti della rsa stavano tutti bene fino a quando nel weekend si sono registrati i primi quattro casi. Così la direzione si è attivata subito facendo uno screening su tutti gli altri ospiti. Dopo poco tempo i test hanno rivelato che circa il 60 per cento degli anziani è risultato positivo al Covid, in tutto una cinquantina di casi. Dalle prime informazioni non risulta nessun decesso.

Il 90 per cento dei pazienti è asintomatico

Sono scattati immediatamente i protocolli: "Abbiamo isolato tutto un piano – spiega il direttore della Rsa Simone Moneta al quotidiano comasco – e applicato subito i protocolli. Purtroppo questo virus corre a una velocità pazzesca". Il direttore fa poi riferimento a quanto sostenuto dai tanti esperti in questo periodo, sostenendo che il virus oggi è forse meno letale della prima ondata, "ma ha una grande virulenza". E infine rassicura: "Abbiamo il 60 per cento degli ospiti positivi al Covid, il 90 per cento dei nostri positivi è asintomatico. E chi ha sintomi ha solo un po' di febbre".

Allarme Covid in tutta la provincia

Lo scorso aprile il direttore della struttura aveva riferito che "da febbraio abbiamo limitato le visite agli ospiti, consentendo l’ingresso a un solo familiare e solo se dotato di mascherina". Precauzioni che allora avevano funzionato e che ora invece non sono bastate, anche perché ora Como, insieme a Milano, VareseMonza, è una della province più colpite dal Coronavirus.