(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Un cadavere è stato scoperto nei boschi di Sopino Alto, località nel comune di Limone sul Garda, in provincia di Brescia. Il macabro ritrovamento, riportato da diverse testate locali, è stato fatto da un escursionista che nelle scorse ore si trovava a passeggiare nella zona boschiva nei pressi del lago di Garda. Servirà del tempo per capire a chi appartenga il corpo: il cadavere era infatti in avanzato stato di decomposizione e non sono stati trovati documenti vicino al corpo. Gli unici effetti personali ritrovati sono state delle scarpe da ginnastica.

L'ipotesi: potrebbe trattarsi della turista tedesca scomparsa nel 2019

Il cadavere si trovava in una zona piuttosto impervia. Il corpo sarà affidato adesso agli specialisti della medicina legale, cui serviranno probabilmente settimane per gli accertamenti utili ad avere informazioni sull'identità della vittima. Nel frattempo, in tanti nella zona riconducono il ritrovamento alla misteriosa scomparsa di una turista tedesca, avvenuta due anni fa. Era il giugno del 2019 quando Heidi Strobel, 78enne tedesca che era in vacanza sul lago di Garda assieme a una comitiva di connazionali scomparve durante una passeggiata. La donna alloggiava in un hotel poco distante dal luogo del ritrovamento del cadavere: stando a quanto appurato all'epoca, usc+ dalla sua stanza lasciando i documenti in camera per una passeggiata in solitaria, ma non fece più ritorno in albergo. Le ricerche fino ad adesso non avevano dato alcun esito, ma adesso alcuni particolari farebbero propendere per l'ipotesi che il corpo ritrovato sia proprio quello della turista: dall'assenza dei documenti alle scarpe da ginnastica, che sarebbero compatibili con quelle della donna. Per avere certezze, tuttavia, bisognerà aspettare.