Coronavirus
30 Giugno 2021
16:42

Bozza d’intesa tra Lombardia e Liguria per vaccino in vacanza: resta il dubbio su dosi disponibili

Lombardia e Liguria stanno raggiungendo una bozza d’accordo per somministrate il vaccino anti Covid anche in vacanza: i due governatore hanno chiesto la possibilità di vaccinare i lombardi in Liguria per le ferie e viceversa. Ora si attende l’ok da parte del commissario Figliuolo. Resta da capire prima di tutto se ci sono dosi di vaccini disponibili in entrambe le regioni per coprire le seconde dosi anche degli ospiti lombardi o liguri.
A cura di Giorgia Venturini
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

C'è la bozza d'intesa tra Lombardia e Liguria per somministrare il vaccino anti Covid anche in vacanza. Un primo confronto  durante una chiamata lunedì sera tra il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e il suo collega ligure Giovanni Toti ha avuto esito positivo. Poi la bozza è stata inviata al commissario straordinario per l'emergenza Covid Francesco Figliuolo che dovrà darei l'ok: i due governatore hanno chiesto la possibilità di vaccinare i lombardi in vacanza in Liguria e viceversa. La conferma arriva anche dalle parole del presidente Fontana il giorno successivo quando ha ribadito: "Abbiamo trasmesso una bozza di quello che potrebbe essere un accordo al commissario Figliuolo, dopodiché prenderemo una decisione. Con Giovanni Toti ne ho parlato perché mi ha chiamato. Ora bisogna avere un po’ di calma e capire quanti saranno i vaccini e come saranno distribuiti. È il momento di fare le valutazioni con tranquillità". L'obiettivo è quello di incentivare il turismo salvaguardando la campagna vaccinale.

Da capire se le due regioni hanno abbastanza dosi disponibili

Quello che si domandano ora i due governatore le dosi disponibili per il mese di luglio e agosto: discorso che vale soprattutto per la Liguria che ospiterà sicuramente più lombardi piuttosto che il contrario. Da tenere in considerazione c'è anche la riduzione dei trasferimenti da Roma alle regioni dei vaccini Covid nel prossimo mese per favorire i richiami piuttosto che la somministrazioni della prima dose. Ad oggi, dunque, l'accordo sarebbe ancora tutto in cantiere. Tutto è da organizzare: da capire soprattutto come i cittadini potranno richiedere il vaccino nella località dove sono in vacanza e come potrà avvenire lo scambio di informazioni. Per ora l'intesa riguarda la seconda dose e i cittadini che trascorreranno almeno 14 giorni di vacanza nell'altra regione. La speranza dei due governatori è quello di concludere prima possibile l'accordo come quello già raggiunto tra Liguria e Piemonte: da domani infatti, giovedì 1 luglio, le piattaforme per la prenotazione dei vaccini anti Covid di Liguria e Piemonte daranno la possibilità ai cittadini delle due Regioni che scelgono di trascorrere le vacanze in un luogo diverso da quello di residenza, di effettuare la seconda dose anche lontano da casa.

In Lombardia possibile spostare la data della seconda dose

Intanto dal 25 giugno è possibile spostare la data della seconda dose del vaccino anti Covid in Lombardia: si può sia scegliere il giorno del nuovo appuntamento, sia cambiare il luogo dove avverrà l'inoculazione della seconda dose. Per poter spostare l'appuntamento del richiamo vaccinale, occorrerà seguire le indicazioni della piattaforma di Poste Italiane: la possibilità di spostare la seconda dose del vaccino è stata concessa per evitare che tutti coloro i quali si trovassero lontano dalla città di residenza per la giornata del richiamo, non vi rinunciassero inficiando la prima somministrazione. Per modificare la data della seconda dose è necessario accedere al portale di Poste Italiane.

27003 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni