12.368 CONDIVISIONI
Coronavirus
15 Marzo 2021
19:35

Bertolaso: “Lombardia in zona rossa anche dopo Pasqua: aprile sarà un mese difficile”

“La zona rossa in Lombardia resterà anche dopo Pasqua: aprile sarà ancora un momento di difficoltà ma alla fine del mese se vengono fatti i vaccini si vedrà davvero la luce in fondo al tunnel”. Così il consulente della Regione Guido Bertolaso in un’intervista concessa a Giovanni Minoli su Radio Uno.
A cura di Filippo M. Capra
12.368 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

"Credo nel piano vaccinale del Governo Draghi che punta a somministrare le dosi a tutti entro settembre, raggiungendo dunque la soglia di 500.000 vaccinazioni al giorno. Da noi in Lombardia, ad esempio, da aprile ne faremo 120.000 ogni 24 ore". Così in un'intervista concessa a Giovanni Minoli su Radio Uno il consulente della Regione Guido Bertolaso che però mette in guardia i lombardi: "La zona rossa resterà anche dopo Pasqua: aprile sarà ancora un momento di difficoltà ma alla fine del mese se vengono fatti i vaccini si vedrà davvero la luce in fondo al tunnel". Bertolaso ha poi garantito che "Pfizer manderà altre dosi e il vaccino Johnson&Johnson aiuterà notevolmente", assicurando che "avremo tutto quello che ci serve".

L'ex capo della Protezione civile: Lombardia zona rossa anche dopo Pasqua

L'ex numero uno della Protezione civile è poi tornato sui blackout tra Stato e Regioni durante la prima gestione della pandemia con Giuseppe Conte a presidente del Consiglio: "Il caos non aiuta e per molto tempo c'è stata contrapposizione – ha dichiarato Bertolaso -. Ora c'è una sentenza Corte Costituzionale che regola i compiti dello Stato e quelli delle Regioni". E proprio sul rapporto tra le istituzioni, il consulente della Lombardia spiega che "da noi la squadra è stata rinnovata così come per il Governo che guida il Paese e quando cambiano le persone cambia l'andatura". Poi, l'ex capo della Protezione Civile ha parlato dei rallentamenti nel sistema delle vaccinazioni, puntando nuovamente il dito contro Aria: "Ci sono stati dei problemi che stiamo risolvendo. Certo Aria non è stato un gran successo perché hanno sottovalutato la dimensione dell'impegno. Bisognava agire in tempi rapidi e mi sembrava avessero messo la mano giusta. Le cose stanno migliorando e spero non ci siano più disagi che hanno coinvolto nostri anziani".

Bertolaso: In Lombardia sanità pubblica sfavorita da privata

Infine, il consulente della Regione Lombardia ammette che aver depotenziato la sanità pubblica in favore di quella privata possa aver prodotto un bilanciamento a sfavore della prima: "Sono entrambe un'eccellenza – ha detto Bertolaso -, ma diciamo che il bilancio alla fine è stato un po' troppo squilibrato verso la privata".

12.368 CONDIVISIONI
27035 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni