1.319 CONDIVISIONI
Coronavirus
18 Aprile 2021
15:51

Bergamo, i no-vax organizzano corteo nella città simbolo della pandemia: “Un’offesa ai nostri morti”

Anche a Bergamo, nel pomeriggio di oggi domenica 18 aprile, si svolgerà un corteo di no-mask e no-vax. Tra le teorie complottiste, anche quella secondo cui le foto delle bare siano in realtà una messinscena. La manifestazione ha sollevato l’indignazione di molti cittadini che la definiscono “un’offesa nei confronti dei nostri morti”.
A cura di Ilaria Quattrone
1.319 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Un'altra manifestazione di no-mask: dopo quella andata in scena nella giornata di ieri, sabato 17 aprile, a Milano anche a Bergamo si svolgerà un corteo di no-vax. Nella città simbolo della pandemia, dove hanno fatto il giro del mondo le immagini dei camion con le bare dei morti di Covid, diverse persone si riuniranno per portare avanti tesi negazioniste. L'evento ha scatenato l'ira di molti cittadini, tra i quali il consigliere Pierangelo Manzoni che, in un'intervista al quotidiano "La Repubblica" , ha affermato: "Vergognoso, che vengano a dirci che i camion con le bare furono una messinscena mi indigna profondamente".

All'evento anche il magistrato Angelo Giorgianni

Si chiama "No Paura Day" ed è un evento che negli ultimi mesi sta facendo il giro d'Italia. Oggi, intorno alle 17, arriverà proprio nel capoluogo dove sono state registrate un esorbitante numero di vittime. Tra le tante tesi negazioniste, c'è quella secondo la quale anche le bare in realtà sono state una messinscena. Una teoria che già in passato era stata portata avanti dalla leghista toscana Eleonora Leoncini. All'evento sarà presente il magistrato Angelo Giorgianni che, insieme a Pasquale Bacco, ha scritto il libro "Una strage di Stato" dove sostiene anche lui che le immagini dei morti sarebbero in realtà una montatura.

Oltre al magistrato, sarà presente anche lo storico Paolo Sensini che leggerà un testo dal titolo "Processo alla mascherina. Elenco dei capi d'accusa". In programma ci sarà anche uno spettacolo teatrale in cui verrà evidenziata la teoria complottista seconda la quale "i tamponi e i vaccini servono solo al controllo delle menti". Stando a quanto riporta Repubblica, per la questura è possibile che i partecipanti siano solo una decina.

1.319 CONDIVISIONI
27125 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni