Due anziani, senza parenti in grado di aiutarli, in difficoltà nella gestione della vita quotidiana durante l'emergenza Covid, sono stati "adottati" come nonni da un agente della polizia stradale di Bellano, in provincia di Lecco, che ha iniziato ai aiutarli e prendersi cura di loro. Per ringraziarlo, i nonni hanno scritto una lettera al questore.

Agente di polizia "adotta" due anziani senza parenti: il gesto di generosità

Il poliziotto Giuseppe Virgilio, 35 anni, e di Lucia e Romeo, quasi novantenni, sono i protagonisti della storia, raccontata oggi dalla pagina Facebook della Polizia di Stato. “Non sto facendo nulla di speciale”, spiega l'agente della stradale. Tutto è iniziato con una telefonata fatta dall'anziana coppia alla vicina caserma della polizia stradale. "Da quel momento Giuseppe ha cominciato ad occuparsi di loro. Gli porta la spesa e si accerta che stiano bene. Poi torna dalla sua famiglia. I due, quasi 90 anni, non hanno parenti vicino che possano occuparsi di loro e in questo periodo, con il Covid, hanno difficoltà a muoversi", si legge sulla pagina della polizia.

La lettera di ringraziamento di Lucia e Romeo

Qualche giorno fa Lucia e Romeo hanno voluto scrivere una bella lettera di ringraziamento al Questore di Lecco. "Mi rivolgo a lei per complimentarmi per il prezioso servizio che mettete a disposizione dei cittadini. Siamo due persone molto anziane e in questo momento difficile siamo stati lodevolmente aiutati dal sig. Virgiglio Giuseppe, vostro dipendente. Grazie di cuore", si legge sul biglietto. "Bravo Giuseppe, angelo silenzioso, siamo certi che tanti nonni vorrebbero un nipote come te", è il commento da parte del canale social della polizia.