Antonio Di Fazio, il manager arrestato per stupro
27 Maggio 2021
11:47

Antonio Di Fazio, le accuse di una giovanissima ex fidanzata: “Dopo la relazione, minacce e stalking”

Nella giornata di ieri, mercoledì 26 maggio, una ex fidanzata di Antonio Di Fazio, il manager arrestato con l’accusa di aver narcotizzato e violentato una 21enne, è stata ascoltata per cinque ore dai magistrati. La giovane ha raccontato che, dopo la fine della relazione, l’imprenditore avrebbe iniziato a minacciarla.
A cura di Ilaria Quattrone
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Antonio Di Fazio, il manager arrestato per stupro

Un'altra giovanissima ragazza è stata ascoltata per cinque ore dai magistrati: la giovane sarebbe stata accompagnata dalla madre e avrebbe raccontato di essere stata vittima di stalking e atti persecutori da parte dell'imprenditore Antonio Di Fazio. I due infatti avrebbero avuto una breve relazione e le minacce sarebbero iniziate al termine di queste. Il 50enne è in carcere da alcuni giorni dopo essere stato arrestato con l'accusa di aver narcotizzato e violentato una 21enne. Gli inquirenti stanno indagando inoltre su altre cinque presunte violenze sessuali che sarebbero avvenute tutte con lo stesso modus operandi.

Domani sarà ascoltata l'ex moglie

La ragazza con la quale Di Fazio avrebbe avuto una relazione ha raccontato di aver subito insulti e intimidazioni, ma di non aver avuto mai il coraggio di denunciare. Secondo gli inquirenti, è possibile che il manager abbia abusato di donne per più di dieci anni. Domani sarà ascoltata anche la ex moglie, sulla quale si sospetta che sia stata anche lei vittima dello stesso schema. La donna nel 2014 aveva infatti denunciato – stando a quanto riportato dal quotidiano "Il Corriere della Sera" – di essere stata drogata e abusata.

Il filone della criminalità organizzata

Oltre al filone degli abusi sessuali, gli inquirenti stanno seguendo anche quello relativo a possibili e presunti rapporti con uomini legati alla ‘ndrangheta. Sembrerebbe infatti che a fine marzo uno dei soci di Di Fazio avesse trovato tre cartucce da caccia sul vetro della sua macchina. Dopo averne parlato proprio con il manager, quest'ultimo avvisò anche le forze dell'ordine affermando di essere vittima di un tentativo di estorsione e di aver ricevuto pesanti minacce. In base a quanto riportato dal giornale "Il Fatto Quotidiano" le intimidazioni sarebbero arrivate da uomini vicini al clan Mancuso.

Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni