Antonio Di Fazio, il manager arrestato per stupro
26 Maggio 2021
8:23

Salgono a sei le ragazze violentate dall’imprenditore Antonio Di Fazio accertate dai pm

I pubblici ministeri della Procura di Milano hanno accertato che sono almeno sei le vittime di Antonio Di Fazio, l’imprenditore arrestato con l’accusa di stupro dopo la denuncia di una ventunenne. Nei prossimi giorni verranno ascoltate altre ragazze: gli inquirenti pensano che gli abusi possano ormai durare da almeno un decennio.
A cura di Filippo M. Capra
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Antonio Di Fazio, il manager arrestato per stupro

I pubblici ministeri che indagano su Antonio Di Fazio non avrebbero più dubbi: le ragazze presunte vittime di stupro da parte dell'imprenditore sono almeno sei, ovvero quelle ascoltate sinora. Alla 21enne che per prima l'ha denunciato, se ne sono aggiunte cinque, tutte ascoltate dalla Procura che ha raccolto elementi solidi per dar seguito ad accuse forse già formalizzate per tutte e sei. Poi si continuerà a scavare per capire quante altre possano essercene, poiché i pm credono che Di Fazio sia andato avanti per un decennio utilizzando questo modus operandi.

I pm: Di Fazio ne ha stuprate almeno sei

Al momento, il numero delle presunte vittime che hanno denunciato l'imprenditore sono una decina, ma secondo quanto scoperto dalle indagini, e come riportato dal Corriere della sera, potrebbero ancora aumentare e di molto, considerando che i pm reputano che Di Fazio abbia cominciato a violentare ragazzine circa una decina d'anni. Prima di loro, sostengono gli investigatori, anche la ex moglie americana sarebbe finita preda dei suoi deliri sessuali, tanto che lei lo denunciò per maltrattamenti. Ora gli inquirenti stanno riesaminando quegli atti.

Testimonianze da film dell'orrore

Due delle ragazze ritenute stuprate da Di Fazio da parte dell'accusa, hanno riferito negli interrogatori dei giorni scorsi di essere state sequestrate per "giorni" se non addirittura "settimane". L'imprenditore le avrebbe poi minacciate millantando rapporti con la criminalità organizzata, servizi segreti, polizia, carabinieri e guardia di finanza, per non essere denunciato. Una fonte citata dall'Ansa ha detto che le parole delle presunte vittime riportate nei verbali sarebbero "da film dell'orrore".

Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni