Foto di repertorio – Soccorso Alpino Lombardia
in foto: Foto di repertorio – Soccorso Alpino Lombardia

Ancora un incidente sulle montagne della Valtellina dove un alpinista è morto dopo essere precipitato dal Disgrazia: l'incidente è avvenuto nella mattinata di oggi giovedì 10 settembre quando è stato lanciato l'allarme da due compagni della vittima che sono rimasti a loro volta feriti, ma in maniera non grave.

L'incidente giovedì mattina a 3.600 metri d'altezza

La chiamata al 118 è giunta intorno alle 10 di stamattina e i soccorsi si sono attivati immediatamente recandosi sul posto con due elicotteri di Areu, decollati dall'aviosuperficie di Caiolo e da Bergamo. Con loro anche i militari del Sagf della Guardia di finanza di Sondrio, coordinati dal comandante Christian Maioglio, intervenuti con il Soccorso Alpino della VII Delegazione di Valtellina e Valchiavenna. Sono stati proprio i volontari a raggiungere la cordata di amici che si era recata sul monte Disgrazia, nel territorio fra Valmalenco e Buglio in Monte, in provincia di Sondrio, a circa 3.600 di altezza. I due amici della vittima sono stati recuperati e portati a valle mentre per l'alpinista precipitato non c'era ormai più nulla da fare: il suo corpo è stato recuperato poco dopo dal Soccorso Alpino.

A lanciare l'allarme i due compagni saliti con lui

Sulla dinamica dell'incidente stanno indagando i militari del Sagf: stando a quanto ricostruito finora sembra che i tre fossero saliti in cima al monte poc oprima delle 10 quando uno dei tre è scivolato lungo il costone. I compagni di ascesa non essendo in grado di portargli soccorso hanno allertato il 118 e il Soccorso Alpino: la richiesta di aiuto è stata intercettata dal 112 svizzero che ha attivato le procedute di soccorso allertando a sua volta la Polizia di frontiera del valico di Tirano. Le operazioni di recupero del corpo della vittima la cui identità non è stata ancora resa nota sono state rese difficili dalla nebbia presenta questa mattina.