La prima neve a Livigno (foto Facebook)
in foto: La prima neve a Livigno (foto Facebook)

Arriva la prima neve sulle Alpi dove si è abbattuta un'onda di maltempo. Se la pianura è stata colpita da abbondanti piogge, ad alta quota i paesaggi si sono imbiancati: prima neve della stagione a Livigno, in Alta Valtellina, dove nevica da tutto il giorno. Completamente imbiancato anche il passo del Foscagno a 2.291 metri di altezza, così come gli alti passi alpini della zona: quello del Bernina, Forcola, Stelvio e Spluga.

Al passo del Foscagno la strada è stata interrotta da un albero caduto per il forte vento. I vigili del fuoco sono intervenuti sul posto per liberare la carreggiata. A causa delle abbondanti piogge è scattato da oggi l'obbligo di catene. Vale lo stesso per chi attraversa le località di Montespluga e Madesimo. Mentre una vera e propria bufera di neve ha colpito il passo del Maloja che unisce le due cittadine di Chiavenna e St. Moritz.

Pioggia e grandine in bassa quota: tanti gli interventi dei vigili del fuoco

Pioggia e grandine invece sono state le protagoniste meteo in bassa quota, soprattutto nella zona di San Cassiano, Valchiavenna, Gordona e, a scendere, verso la parte bassa della valle verso il lago di Lecco. Anche qui, come in altre parti della Lombardia, i vigili del fuoco sono stati chiamati per intervenire in situazioni di allagamenti e per caduta piante sulla strada, in Val Gerola e ad Arnoga, in Valdidentro. Maltempo anche nel Varesotto dove si è abbattuta una violenta bomba d'acqua. Il paese più colpito è stato quello di Luvinate dove un runner di 61 anni è stato vittima del maltempo: era uscito per fare una corsa nei boschi nel pomeriggio di ieri e poi non era più rientrato a casa. Dopo una notte di ricerche il suo corpo è stato trovato questa mattina in un torrente, esondato a causa delle forti piogge.