Prosegue, anche nella giornata di domani, lunedì 5 ottobre, l'allerta meteo per maltempo in Lombardia. Un nuovo avviso è stato diramato dalla Protezione civile regionale attorno alle 13 di oggi, domenica 4 ottobre: segnala che la Lombardia continua a essere interessata dal vasto e profondo vortice di bassa pressione centrato sulle Isole Britanniche che ha portato il maltempo in buona parte del Nord Italia, causando danni e purtroppo anche vittime soprattutto in Piemonte e in Liguria. Anche in Lombardia, tuttavia, il maltempo ha causato non pochi problemi e si conta purtroppo un disperso nel Pavese: e nelle prossime ore arriverà un nuovo fronte perturbato associato alla stessa area depressionaria che lentamente sta andando verso Est.

Allerta più preoccupante per rischio idrogeologico e idraulico

L'allerta è di codice arancione (criticità moderata) per quanto riguarda il rischio idrogeologico e idraulico in Valchiavenna, Medio-bassa Valtellina, Laghi e Prealpi varesine, Lario e Prealpi occidentali e Orobie Bergamasche. Un'altra allerta di codice giallo (criticità ordinaria) riguarda invece il vento forte. Sul nodo idraulico di Milano l'allerta di codice giallo riguarda il rischio idrogeologico e idraulico: il Comune attiverà il monitoraggio dei livelli idrometrici dei fiumi Seveso e Lambro, come sempre a rischio esondazione, e allerterà le squadre della polizia locale, protezione civile e Mm. In generale, il maltempo dovrebbe cessare tra mezzogiorno e la mezzanotte di domani, 5 ottobre.

"Nel pomeriggio di oggi 4 ottobre – scrive in una nota il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali – ripresa ed estensione delle precipitazioni possibili su tutto il territorio regionale. Fenomeni a carattere di rovescio e occasionalmente di temporale su pianura, Appennino e Prealpi. Sulla pianura e sull'Appennino
i fenomeni tenderanno ad assumere carattere sparso e ad esaurirsi entro le prime ore della notte, mentre sui rilievi alpini e prealpini risulteranno più diffusi, continuando gradualmente più attenuati fino alla mattinata di domani, lunedì 5 ottobre". Potrebbero accumularsi tra i 20 e i 50 millimetri di pioggia su Alpi e Prealpi, ma rovesci più insistenti potrebbero interessare nuovamente i settori alpini e prealpini centro-occidentali. Vento in rinforzo su Appennino e settori prealpini occidentali esposti alla pianura, con raffiche fino a 70 chilometri orari.