112 CONDIVISIONI
Covid 19
12 Gennaio 2021
14:48

Al Pio Albergo Trivulzio di Milano già vaccinato oltre il 92 per cento degli ospiti

Oltre il 92 per cento degli ospiti del Pio Albergo Trivulzio di Milano sono stati sottoposti a vaccino. Questo quanto diramato dalla struttura tramite un bollettino aggiornato al 10 gennaio scorso. Stando a quanto si legge, hanno ricevuto la propria dose vaccinale anche 1.200 di 1.400 dipendenti.
A cura di Filippo M. Capra
112 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Come riportato dall'ultimo bollettino emesso, al Pio Albergo Trivulzio di Milano, Rsa simbolo della strage da Covid, sono già state somministrate "complessivamente 1.354 vaccinazioni, di cui 529 a beneficio degli ospiti e dei degenti delle strutture aziendali e 825 in favore del personale aziendale operativo" che riguarda anche le strutture della Rsa Principessa Jolanda e dell'Istituto Frisia di Merate. I dati, si legge ancora, si riferiscono a domenica 10 gennaio e corrispondono al "92,4 per cento del totale degli ospiti della struttura".

Al Pio Albergo Trivulzio vaccinato oltre il 92 per cento degli ospiti

Per ragioni "di concomitanti condizioni di instabilità clinica oppure per la sussistenza nella storia clinica individuale di reazioni avverse a precedenti ai vaccini, fenomeni allergici od espresso rifiuto da parte del paziente o della famiglia", non hanno ancora ricevuto la prima dose vaccinale 41 ospiti. Il Pio Albergo Trivulzio garantisce comunque che tutti verranno "sottoposti a vaccinazione entro il 16 gennaio in ragione del miglioramento delle condizioni cliniche". Buone notizie per i degenti e i loro parenti anche dall'adesione alla campagna vaccinale da parte dei dipendenti del Pat. Si legge nel bollettino che sono 1.200 su 1.400 i lavoratori che hanno aderito, mentre si prevede "di ultimare la prima sessione vaccinale nei confronti di tutti i lavoratori aderenti entro il 16 gennaio". Tali dati riguardano il primo ciclo di somministrazione delle dosi, a cui farà seguito il secondo ciclo, cosiddetto "richiamo" per completare la somministrazione e rendere innocuo il virus con una percentuale del 95 per cento.

112 CONDIVISIONI
28135 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni