Cinisello Balsamo, comune dell'hinterland di Milano, ha deciso di omaggiare il trapper Sfera Ebbasta, uno dei suoi concittadini più famosi, "dedicandogli" una piazza. In realtà, come chiarito dal sindaco Giacomo Ghilardi, si tratta di un'intitolazione "temporanea": nella piazzetta che si trova in via Frova è stata apposta una targa dedicata a Gionata Boschetti, vero nome del trapper. L'iniziativa arriva in concomitanza col lancio dell'ultimo album dell'artista, "Famoso", che Sfera ha voluto promuovere proprio nella cittadina in cui è cresciuto. La targa è un "simbolo di riconoscimento al celebre artista che, pur sognando orizzonti più ampi, non ha mai dimenticato le sue radici", come ha sottolineato il primo cittadino. "Indipendentemente dai gusti musicali di ciascuno di noi – prosegue il sindaco – Gionata Boschetti ha indiscutibilmente raggiunto una serie di traguardi importanti ed è diventato famoso in tutto il mondo partendo proprio dalla valorizzazione delle sue origini".

I traguardi importanti raggiunti da Sfera Ebbasta sono sotto gli occhi di tutti: alcune sue canzoni sono state ascoltate 60 milioni di volte su Spotify, dove grazie al suo secondo album "Rockstar" è diventato il primo italiano a entrare nella top 100 mondiale. Sul suo canale Youtube sono 1,73 i milioni di follower. Idolo soprattutto dei giovanissimi, Sfera Ebbasta in realtà è nato quasi 28 anni fa (li compirà il prossimo 7 dicembre) nella vicina Sesto San Giovanni, ma è cresciuto e ha vissuto a Cinisello Balsamo. La targa è stata apposta proprio davanti al centro culturale Sandro Pertini, tradizionale luogo di ritrovo dei giovani. "Ci fa piacere che Cinisello Balsamo ancora una volta si riaffermi una città di riferimento per i giovani e la musica – ha detto il sindaco Ghilardi -. Ci fa piacere che la nostra città arrivi nel mondo, con questa campagna, come città che parla ai giovani, a dimensione di giovani. Ci fa piacere che i nostri giovani, anche per mezzo di queste nuove forme musicali e di tendenza, siano orgogliosi di essere di Cinisello Balsamo. Solo con i giovani si costruisce il futuro – ha concluso il sindaco -. Solo entrando nella loro dimensione, non da giudici ma da attori protagonisti si può prendere parte a quel dialogo vero su cui si basano le relazioni e la convivenza. Grazie a Sfera per essere “tornato a casa” a festeggiare il suo nuovo album. Grazie per l’impegno che già si è preso per i nostri giovani".