Dopo un weekend, il primo della primavera 2019, fin troppo caldo per il periodo, ecco che a partire da oggi, lunedì 25 marzo, come ampiamente previsto dagli esperti meteo cambia di nuovo tutto. Chi pensava che la primavera avesse ormai bussato alla porta dovrà insomma ancora aspettare per godersi le belle giornate come quelle del fine settimana appena trascorso. Come spiegano gli esperti del sito ilmeteo.it, lo spostamento verso l'Europa settentrionale da parte dell'alta pressione provocherà la discesa di un fronte di neve dal polo nord, un vero e proprio ribaltone che ci riporterà in un contesto decisamente più freddo e perturbato. Nei dettagli, secondo gli esperti meteo, a partire dal pomeriggio di lunedì rinforzeranno i freddi venti di Bora con i primi forti temporali che arriveranno sul triveneto accompagnati da raffiche di vento e locali grandinate. I fenomeni proseguiranno poi verso l'Emilia Romagna e nelle prime ore della notte successiva raggiungeranno le Marche e i settori est della Toscana.

Piogge e freddo nelle prossime ore – Nelle prime ore di domani, martedì 26 marzo, il fronte di neve lo ritroveremo sulle aree appenniniche tosco emiliane con qualche nevicata intorno ai 1000 metri. Piogge e rovesci a sfondo temporalesco interesseranno le coste marchigiane, l'Abruzzo, il Molise e il nord della Puglia con neve in collina. Il tempo peggiorerà anche nel nord della Sardegna. Col trascorrere delle ore il maltempo si concentrerà sempre più al Sud, con rovesci e possibili grandinate che colpiranno Puglia, Basilicata, Calabria e la zona nord della Sicilia. Nella notte fra martedì e mercoledì previsto forte maltempo sull'area ionica della Calabria e della Sicilia, dove, per alcune ore, potranno cadere intensi rovesci e qualche nubifragio. Per quanto riguarda le temperature, il termometro scenderà sensibilmente al Centro-Nord.