Conflitto in Ucraina
5 Giugno 2022
07:01
AGGIORNATO05 Giugno

Le notizie del 5 giugno sulla guerra in Ucraina

Centoduesimo giorno di guerra in Ucraina. Kiev annuncia: "Ripresa la metà di Severodonetsk", ma la situazione resta difficile. Putin: "Consegnare nuove armi a Kiev significa estendere il conflitto". Suonano le sirene d'allarme in quasi tutta l'Ucraina. Esplosioni a Kiev nella notte: "Obiettivo era rete ferroviaria". Missile russo "criticamente basso" su centrale nucleare. Missili anche su Kramatorsk. Lavrov: "Operazione Azovstal conclusa con perdite minime". Mosca: "Aperta campagna anti-russa dei media italiani". El Pais: la Spagna fornirà missili e carri armati a Kiev. Secondo il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, "gli appelli a evitare l'umiliazione della Russia possono solo umiliare la Francia e ogni altro Paese che lo richieda. Perché è la Russia che si umilia". Nato, da domenica esercitazioni nel Baltico con 16 Paesi: i 14 Stati membri della Nato e gli Stati partner dell'alleanza, Svezia e Finlandia.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina
05 Giugno
22:49

Zakharova: "Se l'Ue vuole la pace tolga le sanzioni e non invii più armi a Kiev"

"Noi non vogliamo la cortina di ferro, non ci sarà da parte nostra, è l'Ue che si sta costruendo attorno una cortina di ferro. Pensate di essere gli unici a contare e di poter insegnare le cose agli altri. Questo è un vicolo cieco. Se l'Ue vuole la pace, basta con le armi a Kiev e le sanzioni", lo ha detto Maria Zakharova, portavoce del ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov, in collegamento con ‘Non è l'arena' di Massimo Giletti che questa sera trasmette da Mosca.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
22:37

D'Alema: "Non ci sarà pace vera senza le ragioni della Russia"

Massimo D'Alema, intervenendo al Festival dell'economia di Trento all'incontro dal titolo "Dove stanno andando economia e politica mondiale, rischio guerra fredda e ruolo dell'Europa", si dice perplesso sulla gestione del cosiddetto Occidente della guerra in corso: "D'accordo, mandiamo le armi all'Ucraina. Ma come si ricostruisce un ordine mondiale? Cosa vuol dire "vinceremo la guerra" combattendo con una potenza nucleare? A medio termine, chi governa, anche in Italia, che piano ha". Per D'Alema serve quello che definisce "comprehensive agreement": "Non c'è pace vera senza le ragioni della Russia. Che sono la sua sicurezza e la tutela dei diritti delle sue minoranze nelle repubbliche ex-Urss. Ma non dimentichiamo che la Russia ha perso le sue ragioni mettendo in atto la brutale aggressione all'Ucraina". L'ex premier vede nell'Europa la chiave di volta del conflitto: deve essere il Vecchio continente a dare alla Russia le garanzie che certamente non può dare il presidente ucraino Zelensky.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
22:20

Zakharova contro l'Occidente: "Avete tagliato voi i rapporti con la Russia"

"L'Occidente collettivo con a capo gli Stati Uniti ha cominciato a dominare lo spazio europeo, che senza gli Usa, dal punto di vista politico, non esiste. Ed è questo Occidente che ha voluto interrompere i rapporti con la Russia, non il contrario". Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova intervistata a ‘Non è l'arena' su La7.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
21:39

Guerra in Ucraina, nuovi bombardamenti in corso a Kharkiv

I russi stanno nuovamente bombardando le aree residenziali di Kharkiv. Lo afferma il capo dell'amministrazione statale regionale di Kharkiv Oleh Synegubov su Telegram, come riporta Ukrainska Pravda. "Gli occupanti russi stanno nuovamente bombardando le aree residenziali della città. Restate nei rifugi! Non ignorare gli allarmi!", afferma il capo dell'amministrazione.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
21:22

Il sottosegretario Della Vedova: "Lo stop alle armi all'Ucraina allontanerebbe la pace"

"Salvini e Conte insistono nel chiedere lo stop all'invio di armi all'Ucraina da parte dell'Italia e dei paesi europei ‘per avere la pace'. Oggi Putin ha di nuovo lanciato missili su Kiev, chiarendo le sue intenzioni. Disarmare l'Ucraina e indebolire la sua capacità di resistenza all'aggressione russa non avvicinerebbe ‘la pace', ma indurrebbe Putin a proseguire la sua guerra di occupazione. Resistenza Ucraina e sanzioni sono essenziali per spingere Putin ad accettare un negoziato sincero". Lo afferma il segretario di Più Europa e sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
21:02

Calenda: "D'accordo sulle armi all'Ucraina, ma non a lunga gittata"

"Sono favorevole a continuare il sostegno militare all'Ucraina" anche se "bisogna avere grande attenzione a non dare armi offensive a lunga gittata, che possano far colpire città russe. Questo è l'equilibrio che bisogna trovare". Lo ha detto il leader di Azione, Carlo Calenda, a In Onda, su La7.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
20:50

Zelensky è sicuro: "Libereremo tutte le città temporaneamente occupate"

"Non abbiamo dubbi che libereremo tutte le città temporaneamente occupate. Accadrà sicuramente". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky che ha incontrato gli sfollati di Mariupol in una visita a Zaporizhzhia.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
20:36

Zelensky in visita a Zaporizhzhia: ha ringraziato i militari per aver protetto l'Ucraina

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyi ha visitato oggi Zaporizhzhia, dove ha incontrato gli sfollati di Mariupol. Lo ha riferito il vice capo dell'ufficio presidenziale Kyrylo Tymoshenko, secondo Ukrinfom. Durante la visita nella regione, il leader di Kiev ha anche ispezionato alcune postazioni di rilievo dell'esercito. "Voglio ringraziarvi per il vostro grande lavoro, per il vostro servizio, per aver protetto tutti noi, il nostro Stato. Grazie a tutti", ha detto Zelensky ai militari.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
20:19

Di Maio: "Gli italiani hanno aiutato 160mila ucraini"

"Io sono orgoglioso di rappresentare gli italiani all'estero anche per quello che hanno fatto per gli ucraini. Circa 160 mila ucraini, soprattutto donne e bambini, sono stati aiutati dagli italiani e gli ucraini hanno visto il grande cuore degli italiani. Sappiamo che c'è un Paese che aggredisce, la Russia, e un Paese che è stato aggredito, l'Ucraina, e gli italiani hanno deciso da che parte stare". Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio stasera a Albanella, in provincia di Salerno, a sostegno del candidato sindaco del Movimento 5 Stelle.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
20:05

Conte dice che l'Ucraina non ha bisogno di armi ma di un negoziato di pace

"Credo che l'Ucraina a questo punto sia ben armata. Ci sono Paesi come gli Usa che continuano a rifornirle di ogni genere di armamenti. Non è di aiuti militari che in questo momento ha bisogno l'Ucraina". Così Giuseppe Conte da Portici, a Napoli, ha risposto ad una domanda sull'Ucraina. "La popolazione ucraina ha bisogno di governi che spingano a livello internazionale per un negoziato di pace, che sappiano impostarlo e coinvolgano le parti belligeranti, oltre che la comunità internazionale, verso questo obiettivo".

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
19:40

A Mariupol manca l'acqua potabile, i cittadini possono averla solo ogni due giorni

La carenza di acqua potabile a Mariupol ha raggiunto un livello critico: lo dice il consigliere del sindaco Petro Andryushenko spiegando che i cittadini devono registrarsi per ottenere l'acqua potabile e possono averla solo ogni due giorni, riportano i media ucraini. Le infrastrutture e i servizi di base, come acqua, il gas e l'elettricità, non sono ancora stati ripristinati nella città dopo l'assedio delle forze russe, afferma Andryushenko: "La quantità d'acqua a disposizione era piccola prima, ma ora è diminuita del tutto. È necessario registrarsi stando in coda. Alla gente viene data acqua che deve essere bollita, ma non sempre è possibile. Nelle prossime settimane la temperatura aumenterà, il livello dell'acqua si abbasserà e l'acqua diminuirà". Secondo il consigliere del sindaco crescono i timori che nella città possano scoppiare malattie a causa della quantità di rifiuti e cadaveri sepolti in tombe poco profonde: "Ci aspettiamo il colera o qualsiasi epidemia virale legata al tratto gastrointestinale – dichiara – a causa delle condizioni insalubri, questo può accadere. La cosa peggiore è che una cosa elementare come la dissenteria nelle condizioni attuali e con il sistema medico che non funziona, la mancanza di farmaci, può uccidere decine di migliaia di persone".

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
19:14

L'Ucraina vuole aiuti militari dall'Occidente "fino alla vittoria"

Gli alleati occidentali dell'Ucraina "devono capire" che gli aiuti militari "non sono aiuti una tantum", ma devono continuare fino alla "vittoria". Lo ha detto la viceministra della Difesa ucraina Hanna Malyar, citata dalla Cnn. "Le armi hanno già cominciato ad arrivare, ma non bastano per dare una risposta molto forte all'esercito russo. Avremo sempre bisogno di aiuto, dato che siamo già entrati in una guerra prolungata", ha spiegato.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
18:57

Salvini: "Io vado avanti come un treno sulla pace in Ucraina, se aspettiamo Di Maio..."

"Pare che mi abbiano fatto seguire dai servizi e mi hanno visto all'ambasciata russa, una, due, tre volte. E a chi la chiedi la pace? Agli eschimesi? Ma se Salvini parla con Mosca è un delinquente. Io vado avanti come un treno. Perché se aspettiamo che sia Di Maio ad andare a Mosca a chiedere la pace, è meglio che gli diamo il reddito di cittadinanza per 5 anni". Così il leader della Lega, Matteo Salvini, in una iniziativa elettorale a a Desenzano del Garda.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
18:20

A Bologna i cittadini ucraini tornano in piazza per la pace

Gli ucraini di Bologna sono tornati a manifestare in piazza per la pace e, nell'occasione, hanno deposto una corona di fiori al sacrario dei caduti del nazifascismo di piazza del Nettuno. All'iniziativa, organizzata dall'associazione ‘Italia Ucraina Casa dell'amicizia', ha partecipato Victoriia Fufalko, agente consolare per le questioni culturali, economico-sociali e politiche del consolato d'Ucraina di Milano. "Vogliamo ringraziare – ha detto Michela Ognissanti, presidente dell'associazione – il governo italiano e il presidente Mario Draghi per l'impegno e la convinzione con cui l'Italia ha sostenuto, anche militarmente, l'Ucraina. Chiediamo loro non solo di continuare, ma anzi di aumentare l'aiuto militare fornito all'Ucraina, sostenendo la difesa del Paese con le armi che siano maggiormente performanti a tale scopo".

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
18:02

La Difesa ucraina: "L'obiettivo principale della Russia è ancora Kiev"

Kiev rimane l'obiettivo principale dei russi. Lo afferma il viceministro della Difesa ucraino Anna Malyar, come riporta Ukrainska Pravda, dopo le diverse esplosioni di stamattina nella capitale ucraina. "Abbiamo sempre detto apertamente che Kiev è costantemente minacciata. Le persone stanno tornando per vari motivi, ma dobbiamo ancora capire che la guerra è in una fase calda e Kiev, in quanto obiettivo principale della Federazione Russa, rimane tale", ha aggiunto.

A cura di Tommaso Coluzzi
05 Giugno
17:14

Erdogan (Turchia): "L'Onu non può risolvere la crisi"

"Le Nazioni Unite possono prendere una decisione nella guerra Russia-Ucraina? Possono prendere una decisione su Ucraina e Russia? Non possono. Come mai? Perché (la Russia) è un membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite". Lo ha detto il presidente russo Erdogan parlando a un evento del suo Akp, rilanciando il suo slogan "il mondo è più grande di cinque", riferito ai membri del Consiglio di sicurezza. "Ora stanno iniziando a dirlo loro stessi. Hanno cominciato a dire che questo non poteva più accadere. Arriveranno a ciò che diciamo noi", ha aggiunto.

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
17:04

Secondo le ferrovie ucraine nella fabbrica colpita a Kiev c'erano vagoni per cereali

La fabbrica colpita oggi dai raid russi nella regione di Kiev non si occupa di riparazioni di equipaggiamenti militari ma di vagoni per il trasporto di cereali da esportare. Lo ha affermato il capo delle ferrovie statali ucraine Ukrzaliznytsia, Olexander Kamyshin.

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
17:00

Esplosioni a Kiev, Podolyak: "Obiettivo dei russi è uccidere quanti più ucraini possibile"

Dopo due mesi dagli ultimi attacchi, tornano le esplosioni a Kiev, come confermato dal sindaco Vitali Klitschko: missili russi sarebbero stati lanciati sulla Capitale ucraina da un bombardiere strategico Tu-95 che sorvolava il Mar Caspio. Podolyak: “Il loro obiettivo è uccidere quanti più ucraini possibile”.

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
16:48

Kiev: "Sede aiuti umanitari a Lysychansk rasa al suolo"

La polizia ucraina ha condiviso un video che mostra le conseguenze dei bombardamenti russi nella città di Lysychansk, nella regione di Lugansk: la sede per la distribuzione degli aiuti umanitari è stata rasa al suolo, più di 40 persone vivevano stabilmente nell'edificio, ma non sono state fornite informazioni su eventuali vittime. Lo riporta il Guardian. Nelle immagini si vedono edifici amministrativi, residenziali e strade danneggiati.

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
16:01

Scontro Ucraina-Ungheria dopo le parole del presidente del Parlamento: "Zelensky soffre di salute mentale"

Il ministero degli Esteri ucraino ha invitato il presidente del parlamento ungherese, Laszlo Kover, a presentare un certificato di salute mentale dopo che quest'ultimo ha affermato che il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, potrebbe soffrire di un "problema di salute mentale" alla luce dei toni duri utilizzati contro alcuni leader europei. "Il Ministero degli Affari Esteri dell'Ucraina è in attesa dell'emissione di un certificato sullo stato della salute mentale del presidente del Parlamento ungherese Laszlo Kover", si legge in una nota, "un'ulteriore valutazione delle parole del signor Kover dipenderà direttamente dall'esito riferito dal certificato. I politici ungheresi continuano costantemente a gettare fango sull'Ucraina", prosegue il ministero, "ciò non
sorprende, poiché storicamente l'Ungheria si è più di una volta schierata dalla parte del male".

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
15:45

Kiev: "Per riprendere il Donbass dovremmo entrare in Russia"

Per cercare di riconquistare i territori del Donbass in mano ai russi, il consigliere del ministro degli Interni ucraino Viktor Andrusiv ritiene che le forze di Kiev dovrebbero entrare nel territorio russo. "L'essenza di un contrattacco di successo è prendere punti strategici. Ad esempio, prendere Kherson con pesanti combattimenti, da un punto di vista strategico, non ha senso. Riguadagneremmo semplicemente la nostra città, il nemico si sposterebbe un po' più lontano da Kherson, ma ci creerebbe ancora molti problemi", ha spiegato Andrusiv, citato da Unian.
"È molto più difficile riconquistare il Donbass: per fare questo – ha aggiunto – bisogna entrare nel territorio della Russia".

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
15:19

Secondo le autorità ucraine sono 43 gli edifici religiosi colpiti dai russi nel Donetsk

"Ieri, a seguito del bombardamento di Svyatogorsk, l'Eremo di Tutti i Santi di Svyatogorsk Lavra è andato a fuoco, ma questo non è il primo edificio religioso distrutto dai russi. Nella sola Svyatogorsk, i russi hanno danneggiato il museo storico e architettonico, distrutto una chiesa, due eremi e due edifici della Svyatogorsk Lavra, uccidendo quattro monaci. In tutto, i russi hanno distrutto o danneggiato almeno 43 edifici religiosi nella regione, la stragrande maggioranza dei quali apparteneva al Patriarcato di Mosca". Lo ha affermato il governatore di Donetsk, Pavlo
Kyrylenko, citato dall'Ukrainska Pravda.

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
14:59

Mosca ha abbattuto un aereo con carico armi vicino Odessa

L'aviazione russa ha abbattuto vicino Odessa un aereo da trasporto ucraino Antonov An-26 che trasportava un carico di armi. Lo riferisce il portavoce della Difesa di Mosca, Igor Konashenkov, il quale ha comunicato inoltre l'abbattimento di un MiG-29 delle forze ucraine durante una battaglia vicino Slovyansk.

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
14:54

Kiev annuncia: "Ripreso il controllo di metà Severodonetsk"

Le forze ucraine confermano il controllo della metà di Severodonetsk grazie al successo della controffensiva lanciata ieri. Lo ha dichiarato alla televisione il governatore ucraino del Lugansk, Sergiy Gaidai. "I russi controllavano il 70% di Severodonetsk ma sono stati respinti in un paio di giorni e ora la città à divisa a metà", ha spiegato Gaidai, che ha aggiunto: "Hanno paura di girare per strada in libertà". Secondo il governatore, i russi hanno perso "un numero enorme" di soldati e otto militari russi sono stati fatti prigionieri.

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
14:49

Erdogan (Turchia): "Sull'ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato non cederemo"

Sull'adesione di Svezia e Finlandia alla Nato "non cambieremo il nostro atteggiamento finché le nostre aspettative, che abbiamo dichiarato ai nostri interlocutori, non saranno soddisfatte". Lo ha detto il  presidente turco Recep Tayyip Erdogan, parlando a un evento del suo Akp.

Sempre Erdogan ha poi dichiarato che "il sistema creato dall'Occidente per garantire la propria sicurezza e il proprio benessere sta crollando".

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
14:35

Conte (M5s): "Basta riarmo, Draghi sia protagonista pace" 

"Abbiamo dimostrato, durante i primi mesi della pandemia, che l'Italia ha le carte in regola per guidare e indirizzare l'Europa. Grazie a quel lavoro abbiamo il Recovery, invece del Mes e della troika". Lo ha detto il presidente del M5s, Giuseppe Conte, nel suo tour elettorale per le amministrative. "Ora possiamo essere protagonisti sulla guerra: basta riarmo ed escalation militare. Vogliamo che Draghi sia protagonista in Europa: non per proporre la pace, ma per imporla", ha aggiunto.

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
14:03

Stampa ucraina: filo-russi minacciano di uccidere 3 foreign fighter

Le forze filo-russe nella regione di Donetsk, nell'Ucraina orientale, minacciano di giustiziare tre cittadini stranieri catturati: lo riporta il Kyiv Independent. Si tratta dei foreign fighter britannici Sean Pinner ed Andrew Hill, e del marocchino Saadoun Brahim, che rischiano la pena di morte per essersi uniti all'esercito ucraino.

A cura di Ida Artiaco
05 Giugno
13:54

Cnn turca: nei prossimi giorni riunione Onu-Kiev-Mosca sull’export del grano

Si terrà nei prossimi giorni a Istanbul una riunione a tre tra Onu, Russia e Ucraina per discutere dello sblocco alle esportazioni di grano attraverso i porti del Mar Nero. Lo riferisce la Cnn turca, secondo cui “la quarta riunione sulle esportazioni di cereali dai porti ucraini si terrà a Istanbul nei prossimi giorni….Parteciperanno rappresentanti di Ucraina, Russia e Nazioni Unite”. Mercoledì è atteso in Turchia il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e ieri, in un’intervista all’agenzia di stampa Anadolu, il portavoce del presidente turco, Ibrahim Kalin, ha anticipato che nel corso della visita dovrebbe essere firmato un memorandum per consentire il passaggio delle navi cariche di grano attraverso il Mar Nero e gli Stretti del Bosforo e dei Dardanelli.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
13:43

Zelensky: “Insegneremo alla Russia l’inevitabilità della punizione”

“L’inevitabilità della punizione è un principio che l’Ucraina insegnerà sicuramente alla Russia. Ma prima di tutto, dobbiamo insegnarlo sul campo di battaglia che l’Ucraina non sarà conquistata, che il nostro popolo non si arrenderà e che i nostri figli non diventeranno proprietà degli occupanti”. Lo ha scritto su Telegram il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
13:34

Di Maio: “Per la pace bisogna essere in due, l’Ucraina apre ma la Russia risponde con le bombe”

“Dobbiamo lavorare affinché la guerra finisca il prima possibile. Stiamo lavorando su tutti i fronti, aiutiamo l’Ucraina, sosteniamo il dialogo attraverso Paesi partner come la Turchia, vogliamo arrivare alla pace il prima possibile. Di certo, per volere la pace, bisogna essere in due“. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio questa mattina a Napoli dove ha spiegato che l’Ucraina e Zelensky hanno dato importanti aperture ma hanno ricevuto dalla Russia risposte di guerra con continui bombardamenti sul Donbass

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
13:08

Al via oggi le esercitazioni Nato sul Mar Baltico

Al via oggi e fino fino al 17 giugno l'esercitazione militare annuale della Nato nel Mar Baltico con la partecipazione di 16 Paesi, i 14 membri dell'Alleanza e i Svezia e Finlandia, che hanno di recente fatto richiesta di adesione, sullo sfondo della guerra in Ucraina. L'esercitazione Baltops, giunta alla sua 51esima edizione, prenderà il via a Stoccolma in occasione del 500esimo
anniversario della Marina svedese. Le manovre tattiche si svolgeranno poi nel Mar Baltico e nello spazio aereo della regione, per concludersi a Kiel, in Germania. Saranno coinvolti oltre 4.000 militari, truppe d'assalto marittimo, più di 60 aerei e 40 navi di varie classi.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
12:59

Dissidente russo: “Armi pesanti a Kiev stabilizzeranno il rapporto di forza”

L’evoluzione del conflitto in Ucraina “dipenderà molto ora dai Paesi occidentali”, così il dissidente russo Michail Khodorkovsky, ex magnate e fondatore della compagnia petrolifera Yukos. “Se all’Ucraina verranno date le armi pesanti, sul fronte si stabilizzerà il rapporto tra le forze sul campo e Putin dovrà prendere una decisione difficile: o sedersi sul serio al tavolo del negoziato o prendere atto che questa guerra lo inghiottirà. Se l’Occidente non fornirà queste armi, assisteremo a pesanti combattimenti anche vicino a Kiev”, spiega il dissidente in esilio a Londra dopo aver scontato oltre dieci anni di carcere.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
12:50

Kiev: “Quattro morti e 13 feriti in Donbass nelle ultime 24 ore”

Le truppe russe hanno attaccato, nelle ultime 24 ore, 32 località nelle regioni di Lugansk e Donetsk, uccidendo almeno quattro persone e ferendone altre 13: lo rendono noto autorità di Kiev. Nel corso degli attacchi sono stati danneggiati o distrutti 81 obiettivi civili, inclusi 75 edifici residenziali. I genieri, inoltre, hanno rilevato e disinnescato 63 ordigni esplosivi nei distretti di Kramatorsk, Bakhmut, Pokrovske e Volnovakha, nella regione di Donetsk. Allo stesso tempo, i servizi di emergenza hanno evacuato 544 persone dalle zone di combattimento.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
12:37

Kiev: altri 28 civili morti trovati nella regione di Kharkiv 

La polizia della regione di Kharkiv ha registrato la morte di altri 28 civili nel distretto di Izyum controllato dalle truppe russe: lo ha reso noto il capo della divisione investigativa criminale del dipartimento principale della polizia nazionale ucraina nella regione, Serhii Bolvinov. Lo riporta Ukrinform. "La lista dei morti e' stata aggiornata. Le nuove informazioni su 28 persone uccise in un periodo di tempo indefinito sono state ricevute dai territori occupati del distretto di Izyum", ha scritto Bolvinov. Al 4 giugno, un totale di 791 civili erano stati uccisi nella regione di Kharkiv, inclusi 39 bambini.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
12:27

Ucraina, Papa: escalation sempre più pericolosa 

Il Papa ha lanciato un "appello ai responsabili delle nazioni: non portate l'umanità alla rovina", "si mettano in atto veri negoziati, concrete trattative per un cessate il fuoco", così il Pontefice al Regina Coeli parlando del conflitto in Ucraina.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
12:19

Ucraina: in arrivo dalla Spagna carri armati tedeschi e missili antiaereo 

La Spagna fornirà all'Ucraina moderni carri armati di fabbricazione tedesca. Lo rivela il quotidiano El Pais, che cita fonti del ministero della Difesa, precisando che i Leopard 2 A4 si trovano al momento nei depositi militari e dovranno essere preparati per l'uso prima del dispiegamento in Ucraina. L'addestramento avverrà inizialmente in Lettonia e poi in Spagna. Lo stesso giornale rivela che Madrid potrebbe anche fornire una batteria di missili antiaereo a corto raggio Shorad Aspide, prodotti dalla Mbda, non più in uso alle forze militari spagnole.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
12:06

Ucraina, bombe sul Donbass: 4 morti in 24 ore 

Le truppe russe hanno attaccato nelle ultime 24 ore 32 località nelle regioni di Lugansk e Donetsk, nell'Ucraina orientale, uccidendo almeno quattro persone e ferendone altre 13: lo ha reso noto su Facebook la Task Force delle Forze Congiunte ucraine, secondo quanto riporta Ukrinform. Nel corso degli attacchi sono stati danneggiati o distrutti 81 obiettivi civili, inclusi 75 edifici residenziali. I genieri, inoltre, hanno rilevato e disinnescato 63 ordigni esplosivi nei distretti di Kramatorsk, Bakhmut, Pokrovske e Volnovakha, nella regione di Donetsk. Allo stesso tempo, i servizi di emergenza hanno evacuato 544 persone dalle zone di combattimento.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
11:57

Londra: controffensiva forze Kiev a Severodonetsk smussa slancio Russia

La controffensiva ucraina a Severodonetsk "sta smussando lo slancio operativo che le forze russe avevano guadagnato concentrando unità di combattimento e potenza di fuoco" nell'est del Paese. È questa la valutazione sulla situazione al fronte dell'intelligence britannica diffusa questa mattina dal ministero della Difesa a Londra.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
11:49

Dall'inizio della guerra in Ucraina uccisi 262 bambini

Il bilancio dei bambini uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa è salito a 262: è quanto emerge dai dati del Parlamento del Paese. I minori feriti sono almeno 467. I dati sono stati riportati dal Guardian.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
11:42

Giornata dell'Ambiente, Mattarella: guerra scellerata, rischi per clima e crisi umanitarie 

Destino dell’uomo e destino dell’ambiente non sono mai stati così strettamente connessi come nel nostro tempo. La scellerata guerra che sta insanguinando l’Europa con l’aggressione della Federazione Russa all’Ucraina sta provocando una conseguenza inevitabile sulla capacità di rispettare l’agenda degli impegni assunti per contrastare il cambiamento climatico ed evitare così, le ulteriori crisi umanitarie conseguenti", a dirlo è il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata mondiale dell'Ambiente.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
11:33

Ucraina, Di Maio: ravvivare negoziato, ma strada in salita

"Il vero tema in questo momento è quello di ravvivare il negoziato". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio parlando della crisi ucraina, durante la sua visita a Napoli. "C'è stato questo tentativo della Turchia di far parlare Zelensky e Putin – ha aggiunto – dobbiamo riuscirci ma voglio essere sincero: in questo momento vedo una strada in salita".

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
11:23

Le forze ucraine hanno iniziato il contrattacco a Severodonetsk: è culmination point

Continuano i combattimenti tra russi e ucraini in Donbass, la regione a Est dell'Ucraina, al momento obiettivo principale della guerra voluta da Mosca. Secondo quanto riferito dall'Intelligence britannica e confermato dalle autorità di Kiev, le forze ucraine sono passate al contrattacco nelle ultime 24 ore nella città contesa di Severodonetsk. I russi sarebbero in difficoltà e secondo gli esperti e analisti si tratterebbe di culmination point per l'esercito di Mosca, cioè di raggiungimento del limite delle proprie capacità.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
11:17

Kiev, capitale colpita con bombardiere Tu-95 da Mar Caspio

I missili russi che questa mattina hanno colpito la capitale ucraina Kiev sono stati lanciati da un bombardiere strategico Tu-95 che sorvolava il Mar Caspio: lo ha reso noto l'Aviazione ucraina, secondo quanto riporta l'agenzia Ukrinform. Uno dei missili è stato abbattuto dalle forze ucraine. Il Tu-95 è un quadrimotore di fabbricazione sovietica, sviluppato negli anni cinquanta dalla Tupolev e progettato per compiere missioni di deterrenza e attacchi nucleari. La nuova versione di questo aereo è in grado di lanciare missili da crociera a lungo raggio.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
10:58

Putin: colpiremo nuovi siti se Kiev avrà razzi lungo raggio

Se l'Occidente fornirà missili a lungo raggio a Kiev, la Russia ne prenderà atto e colpirà strutture finora risparmiate dalla guerra. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, secondo quanto riporta la Tass.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
10:46

Energoatom: “Missile russo a bassa quota sopra centrale nucleare a Mykolaiv”

“La Russia ha commesso un altro atto di terrorismo nucleare: alle 5.30 un missile da crociera russo ha volato a bassa quota sopra una centrale nucleare dell’Ucraina meridionale nella regione di Mykolaiv”, ha fatto sapere Energoatom, l’agenzia ucraina per l’energia atomica. Il razzo, accusano, sarebbe stato lanciato verso Kiev, dove attorno a quell’ora sono state udite varie esplosioni. I russi “ancora non capiscono che anche il più piccolo frammento di un missile su una centrale funzionante può causare una catastrofe nucleare e una perdita di radiazioni”.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
10:32

Putin, consegnare nuove armi a Kiev significa estendere il conflitto

Consegnare altre armi a Kiev da parte degli occidentali ha l'unico obiettivo di "estendere il conflitto il più possibile". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, secondo quanto riporta la Tass.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
10:24

Aeronautica ucraina: “Missile su Kiev lanciato dal mar Caspio”

L’attacco missilistico su Kiev è stato lanciato dal mar Caspio. Lo scrive su Facebook il comando generale dell’aeronautica ucraina specificando che “un missile da crociera è stato abbattuto dalla contraerea”.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
10:15

Ucraina: missili russi su Kramatorsk, colpite due fabbriche

Missili su Kramatorsk nella regione di Donetsk. L'attacco, riferisce su telegram il sindaco Oleksandr Honcharenko, è avvenuto nella tarda serata di ieri. Sono state colpite due fabbriche e non si segnalano vittime

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
10:04

Kiev: attacco russo su capitale mirava a colpire la ferrovia

L'attacco missilistico lanciato dalle forze russe su Kiev "mirava alle infrastrutture ferroviarie". Lo ha annunciato Serhiy Leshchenko, consigliere del presidente Volodymyr Zelensky. Lo riporta Unian.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
09:45

Zelensky: “Finora sparati oltre 2500 missili dai russi”

“Le truppe russe hanno nuovamente sparato sulle aree di confine della regione di Sumy, Mykolaiv, città e comunità della regione di Zaporizhia, regione di Kharkiv. La situazione a Severodonetsk, dove continuano i combattimenti di strada, rimane estremamente difficile, con continui attacchi aerei, di artiglieria e razzi. Ad oggi, il numero totale di vari missili russi usati contro l’Ucraina è 2503. I nostri eroi mantengono le loro posizioni e fanno di tutto per infliggere le massime perdite al nemico “. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel suo discorso notturno pubblicato su Telegram.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
09:33

Sindaco Severodonetsk: “Russi deportano abitanti con la forza”

Una parte dei residenti di Severodonetsk, dove si stanno svolgendo aspri combattimenti, sono stati deportati dai russi con la forza nelle aree occupate. Lo afferma il sindaco della città Oleksandr Stryuk, citato da Ukrinform. “Prima dell’assalto delle truppe russe in città erano rimaste circa 13mila persone. I combattimenti sono in corso da tre giorni e questa popolazione rimane in città, tranne una piccola parte, che gli orchi sono riusciti a portare con la forza nei territori occupati”, ha detto Stryuk.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
09:26

Missili su Kramatorsk, non ci sono vittime

Le forze russe hanno lanciato ieri sera un attacco missilistico contro la città di Kramatorsk, nella regione di Donetsk: lo ha reso noto su Facebook il sindaco, Oleksandr Honcharenko. Secondo Honcharenko non ci sono vittime, ma “due aziende sono state gravemente danneggiate”.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
09:13

Kiev: le truppe russe perdono terreno a Severodonetsk

Le forze russe hanno perso terreno a Severodonetsk, nell'est dell'Ucraina: lo afferma il governatore regionale

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
09:06

Mosca: "Aperta campagna anti-russa dei media italiani"

La Russia denuncia "violazioni dei diritti dei cittadini russi" che vivono in Italia e "un'aperta campagna anti-russa da parte dei media italiani". Lo scrive l'ambasciata russa a Roma sul suo profilo Facebook pubblicando stralci di un rapporto del Ministero degli Affari Esteri di Mosca "sulle violazioni dei diritti dei cittadini russi e dei connazionali all'estero" nel quale si osserva, tra le altre cose, "la crescita di sentimenti russofobi nella società italiana".

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
08:55

Esperti Usa: "Kiev resiste a Severodonetsk e Lysychansk"

Le truppe russe sono in grado di conquistare interamente Severodonetsk e Lysychansk, ma la difesa ucraina resiste. È quanto emerge dall'ultimo aggiornamento del think tank Usa American Institute for War Studies (Isw). Le truppe ucraine continuano ad impedire stanno ai russi di circondare le loro nella regione di Lugansk, e stanno respingendo gli attacchi russi a Severodonetsk. L'esercito russo ha concentrato tutte le sue risorse in quest'area, ma finora ha ottenuto solo modesti risultati. L'esercito ucraino sta conducendo contrattacchi localizzati anche a nord di Kherson.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
08:42

Zelensky: "A Severodonetsk situazione estremamente difficile"

Proseguono i combattimenti nelle strade di Severodonetsk, la città nell'Ucraina orientale dove la situazione rimane critica per le forze di Kiev di fronte ad un massiccio schieramento di truppe russe. "La situazione a Severodonetsk, dove continuano i combattimenti nelle strade, rimane estremamente difficile", ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un video diffuso la notte scorsa, deplorando "i raid aerei, l'artiglieria ed i costanti lanci di missili". La città rimane al centro dell'offensiva russa nel bacino minerario del Donbass, una regione sotto il controllo parziale dei separatisti filo-russi dal 2014, che Mosca punta a conquistare in pieno.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
08:33

Lavrov: conclusa evacuazione a Azovstal

Le operazioni presso l'impianto Azovstal di Mariupol si sono concluse "con perdite minime". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, in un'intervista alla televisione serbo-bosniaca e alla Radio e Televisione della Repubblica Srpska, come riporta la Tass. "Mariupol, Azovstal, tutti i compiti sono stati risolti, e con perdite minime. Sapete che il presidente Vladimir Putin ha dato l'ordine di non assaltare Azovstal. A seguito dell'assedio, i famigerati teppisti del battaglione Azov che si trovavano li' si sono semplicemente arresi", ha detto.  Secondo Lavrov, i militari ucraini che si sono arresi "stanno ora testimoniando". "Penso che racconteranno molte cose interessanti su come la teoria e la pratica neonazista erano incarnate nella vita quotidiana dello Stato ucraino, anche sotto il presidente Vladmir Zelensky", ha detto il ministro degli Esteri russo.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
08:24

Kiev, 31.150 soldati russi uccisi dall'inizio della guerra

Sono circa 31.150 i soldati russi uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione, secondo l'esercito di Kiev. Nel suo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l'esercito ucraino indica che dopo 102 giorni di conflitto si registrano anche 210 caccia, 175 elicotteri e 548 droni abbattuti. Inoltre le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1.381 carri armati russi, 686 pezzi di artiglieria, 3.392 veicoli blindati per il trasporto delle truppe, 122 missili da crociera e 13 navi.

A cura di Chiara Ammendola
05 Giugno
07:50

Mosca: aperta campagna anti-russa dei media italiani

La Russia denuncia "violazioni dei diritti dei cittadini russi" che vivono in Italia e "un'aperta campagna anti-russa da parte dei media italiani". Lo scrive l'ambasciata russa a Roma sul suo profilo Facebook pubblicando stralci di un rapporto del Ministero degli Affari Esteri di Mosca "sulle violazioni dei diritti dei cittadini russi e dei connazionali all'estero" nel quale si osserva, tra le altre cose, "la crescita di sentimenti russofobi nella societa' italiana".

A cura di Biagio Chiariello
05 Giugno
07:20

Putin: "Nuove armi degli Stati Uniti all'Ucraina? Le schiacciamo come noci"

La Russia non è preoccupata dall'invio di nuove armi americane all'Ucraina perché "le schiaccia come noci". Lo ha detto il presidente Vladimir Putin, in un'intervista al canale televisivo Rossiya 1, citata dalla Ria Novosti, sottolineando che "decine di unità sono state distrutte".

A cura di Biagio Chiariello
05 Giugno
07:04

Russia-Ucraina, le news di oggi 5 giugno sulla guerra

 I russi, secondo il presidente ucraino Zelensky, avrebbero ormai conquistato il 20% del territorio.  Stoltenberg dopo l’incontro con Biden: prepararsi a una lunga guerra di usura. Kiev: "A Izyum distrutta la 35esima Armata russa". A Severodonetsk un’altra Azovstal: 800 persone e bambini rifugiati nella fabbrica chimica Azot.

A cura di Biagio Chiariello
2567 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni