Guerra in Ucraina
2 Dicembre 2022
07:09
AGGIORNATO02 Dicembre

Le notizie del 2 dicembre sulla guerra in Ucraina

Pacchi insanguinati a 6 ambasciate ucraine in Europa, anche in Italia. Nuovo attacco russo nella notte nel distretto di Zaporizhzhia. Secondo Putin, "il sostegno occidentale incoraggia Kiev a rifiutare i negoziati". Zelensky accusa: "Collegamenti tra circoli religiosi ucraini e Mosca, garantiremo l’indipendenza spirituale”. L'Aiea lavora a zona cuscinetto alla centrale nucleare di Zaporizhzhia. In Italia il Cdm ha approvato la proroga dell'invio di armi a Kiev. Casa Bianca: "Biden non ha intenzione parlare con Putin ora"Conferenza internazionale a Parigi il 13 dicembre. Macron: "Un negoziato è ancora possibile".

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina
02 Dicembre
22:42

Borrell: "In Ucraina 1100 soldati addestrati dall'Ue"

Sono già 1100 i soldati ucraini addestrati dall'Ue. Il dato è stato fornito dal capo della diplomazia europea, Josep Borrell, in occasione della visita al campo di addestramento a Brzeg in Polonia. La missione europea di addestramento militare è partita il giorno 15 novembre. In totale vi saranno 15mila soldati ucraini addestrati da 20 Paesi.

A cura di Gabriella Mazzeo
02 Dicembre
21:48

A Odessa esplode ordigno in un'auto: 8 feriti

Otto persone, fra cui cinque poliziotti, sono rimaste ferite a Odessa per l'esplosione di un ordigno che si trovava nel bagagliaio di un'auto, nel parcheggio dell'ufficio regionale dei servizi d'emergenza. Lo riferisce Ukrainska Pravda, citando il portale locale di notizie Dumska e la radio pubblica Suspilne. A quanto si legge una pattuglia di poliziotti ha fermato un'auto e individuato l'ordigno nel bagagliaio. Quando sono arrivati i rinforzi del team investigativo, l'ordigno è esploso. Due dei poliziotti feriti sono in condizioni gravi.

A cura di Ida Artiaco
02 Dicembre
21:29

Calenda: "Andrò a Leopoli e Kiev tra due settimane"

"Io sarò in Ucraina, non questa settimana, ma quella dopo. Qui c'è un Paese dove la gente sta combattendo per la propria Libertà, morendo di freddo e di fame e noi siamo stiamo a cavillare se aiutarli o no". Lo ha annunciato ad Ancona il leader del Terzo Polo Carlo Calenda rispondendo ai cronisti.

"Sia chiaro gli ucraini stanno combattendo per noi vanno aiutati. bisogna andare anche lì se uno può. Nella prima fase della guerra sono andati tutti lì e poi se la sono un po' dimenticati. Il sindaco di Leopoli mi ha invitato, andrò a Leopoli e Kiev".

A cura di Ida Artiaco
02 Dicembre
21:01

Borrell: "1.100 soldati Kiev addestrati da Ue"

Sono già 1100 i soldati ucraini addestrati dall'Ue. Il dato è stato fornito dal capo della diplomazia europea, Josep Borrell, in occasione della visita al campo di addestramento a Brzeg in Polonia.

Decisa il 14 novembre, la missione europea di addestramento militare è partita il giorno successivo. In totale vi saranno 15mila soldati ucraini addestrati da 20 paesi. Diversi stati Ue avevano già avviato loro programmi di addestramento in accordo con Kiev.

A cura di Ida Artiaco
02 Dicembre
20:30

 Conte: "Su invio armi governo politico deve passare dal Parlamento"

Sull'invio di armi all'Ucraina "non è come dice Crosetto perché non ci hanno mai fatto votare: c'è stato un decreto iniziale poi tutti i decreti sono passati nelle segrete stanze del Copasir. Lo avevamo già detto al premier Draghi e lo diciamo ora a maggior ragione: è assolutamente necessario che un governo politico come questo passi dal Parlamento, e che si assuma la responsabilità della strategia per la via d'uscita al conflitto in terra ucraina. Noi siamo per il negoziato di pace, unica soluzione possibile. Il rischio di un conflitto nucleare per noi è folle". Così il leader del M5S Giuseppe Conte oggi a Scampia.

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
20:15

Ucraina, Kiev riceve sistema difesa antiaerea Hawk dalla Spagna

L'Ucraina ha ricevuto la prima consegna di sistemi di difesa aerea a medio raggio Hawk dalla Spagna. Lo ha annunciato il ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov al termine di un incontro con la collega spagnola Margarita Robles a Odessa. I soldati ucraini sono già stati addestrati in Spagna all'uso di questo sistema di difesa e sono previsti altri arrivi di Hawk in Ucraina. Entrato in servizio negli anni sessanta, il sistema Hawk è di fabbricazione americana ed è stato ripetutamente modernizzato. Tuttavia molti paesi Nato ne hanno abbandonato l'uso.

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
19:58

Von der Leyen: "Tetto al greggio russo stabilizzerà prezzi"

L'accordo dell'Ue sul tetto al prezzo del petrolio, coordinato con il G7 e altri partner, ridurrà in modo significativo le entrate della Russia, ci aiuterà a stabilizzare i prezzi globali dell'energia, a beneficio delle economie emergenti di tutto il mondo, e sarà regolabile nel tempo così da poter reagire agli sviluppi di mercato". Lo ha detto la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen.

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
19:31

Grossi (Aiea): "A Zaporizhzhia pericolo nucleare imminente"

“Il pericolo è imminente perché quasi ogni giorno ci sono attacchi o interruzioni della fornitura di elettricità”. È quanto dice a Sky TG24 il direttore  generale dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica Rafael Mariano Grossi.

“La centrale, che è la più grande in Europa, comincia a funzionare con i generatori di emergenza”, ha aggiunto il numero uno della Aiea. Una situazione, “senza precedenti”, “del tutto inaccettabile per un impianto industriale di questa dimensione e con il materiale nucleare che vi si trova”.

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
19:17

Almeno 4 morti per i bombardamenti russi nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore i russi hanno bombardato le regioni di Sumy, Dnipropetrovsk, Zaporizhzhia, Kharkiv, Kherson, Mykolaiv, Donetsk, Luhans e Cherniv. Almeno 4 persone hanno perso la vita e 17 sono rimaste ferite. Lo comunicano le amministrazioni militari regionali.

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
18:49

Casa Bianca: "Biden non ha intenzione parlare con Putin ora"

"Joe Biden non ha intenzione di parlare con Vladimir Putin ora": lo ha detto il portavoce del consiglio per la Sicurezza Nazionale della Casa Bianca John Kirby, sottolineando che spetta all'Ucraina decidere se e quando può essere negoziato un accordo.

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
18:21

Sindaco Mosca visita truppe su linea del fronte

Il sindaco di Mosca, Sergey Sobyanin, ha annunciato di aver visitato "la linea di difesa nella zona dell'operazione speciale" in Ucraina, sottolineando che centinaia di impiegati municipali sono mobilitati al fronte e "il loro morale è molto alto". "Continuiamo ad assistere i nostri ragazzi dispiegati sulle linee di difesa, costruendo fortificazioni, compresi fossati anti tank, trincee, posizioni permanenti di tiro e bunker. Installiamo generatori, stufe ed equipaggiamenti d'illuminazione. Costruiamo anche postazioni mediche", ha scritto Sobyanin su Telegram, rilanciato dalla Tass. "Ho visitato oggi l'area e parlato con i soldati. Ho anche incontrato i combattenti mobilitati a Mosca, il loro morale è molto alto", ha proseguito il sindaco.

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
18:13

La Lega di Serie A di calcio stanzia 500mila euro per la Lega ucraina

La Lega Serie A ha deciso di stanziare 500mila euro per la Lega ucraina. "Le principali leghe, su richiesta delle leghe europee, si sono allineate su uno stanziamento a favore della Lega ucraina", ha spiegato il presidente Lorenzo Casini

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
17:58

Putin: "Nostri sistemi militari senza pari, anche nucleari"

Molti sistemi militari russi, compresi quelli nucleari, "non hanno pari" al mondo, ha affermato il presidente Vladimir Putin, citato dall'agenzia Tass. Putin ha sottolineato inoltre che Rosatom, l'azienda pubblica russa in campo atomico, "aiuta a rafforzare lo scudo nucleare" del Paese

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
17:45

Cardinale Parolin: "Da guerre orribili conseguenze per tutti"

"Negli ultimi mesi siamo stati testimoni del crescente pericolo che l'attuale conflitto nel cuore d'Europa, per non nominare tutti i conflitti attualmente in atto, pone per molti Paesi fino al punto che possiamo parlare di una guerra mondiale che il Papa ormai definisce così, e non più ‘a pezzi', in conseguenza della quale molti Paesi, anche quelli non direttamente coinvolti, subiscono orribili conseguenze". Lo ha detto oggi il segretario di Stato Vaticano, card. Pietro Parolin che ha preso la parola nel corso del V Forum delle Ong di ispirazione cattolica. "La guerra in Ucraina – ha poi osservato il porporato – non deve distogliere la nostra attenzione dalla cura dei più poveri, dalla protezione di coloro che non hanno voce (bambini nel grembo materno, anziani, migranti, ecc.), dalla difesa dei diritti umani fondamentali". Una strada da tornare a percorrere per giungere ad un mondo pacificato, ha poi detto il card. Parolin, passa per una "ferma volontà di rispettare gli altri uomini e gli altri popoli e la loro dignità, e l'assidua pratica della fratellanza umana".

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
17:30

Zelenska al Times: "L'Occidente non si stanchi di pensare all'Ucraina"

Il Regno Unito e le altre nazioni occidentali non devono abituarsi alla difficile situazione dell'Ucraina. Lo ha sottolineato Olena Zelenska, moglie del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. "È abbastanza comprensibile che l'Occidente sia stanco", ha detto la First Lady al Times, "Tuttavia, questa frase, la sento spesso – stanchezza da guerra – è una frase piuttosto pericolosa per noi, perché è esattamente ciò che vuole il nostro avversario. Si aspettano che la gente dimentichi e che il mondo si stanchi delle tristi notizie e che l'Ucraina scompaia dalle prime pagine. Allora sentirebbero di avere il permesso di fare ciò che vogliono". Con l'avvicinarsi dell'inverno, Zelenska ha accusato i russi di aver cercato di terrorizzare gli ucraini facendo credere loro che non sarebbero stati in grado di sopravvivere. "Sarebbe sbagliato dire che queste cose non ci spaventano, lo fanno, ma sappiamo che dobbiamo sopportarlo. L'inverno è infido ed è su questo che contano, non è la prima volta che usano la forza della natura contro la popolazione civile".

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
17:23

Aiea: "Su tavolo proposta per fermare bombe su Zaporizhzhia"

Nella centrale di Zaporizhzhia "siamo rimasti e abbiamo iniziato ad assistere e a stabilizzare la situazione, ma era sufficiente? No, ho detto che volevo proteggere l'impianto ma mi è stato detto che si trattava di un ‘no-go'. Ma invece ci siamo quasi, credetemi" e "ora abbiamo una proposta sul tavolo con l'obiettivo di fermare la caduta delle bombe sulla più grande centrale nucleare d'Europa". Lo ha detto il direttore generale dell'Aiea, Rafael Mariano Grossi, intervenendo ai Med Dialogues a Roma. La proposta "va avanti, non posso rivelare tutto ma posso dirvi che siamo impegnati," e "sono fiducioso che avremo successo".

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
17:10

Pacchi insanguinati a 6 ambasciate ucraine in Europa, anche in Italia

Pacchi macabri, "intrisi di sangue" e  contenenti occhi di animali, sono stati inviati a sei ambasciate  dell'Ucraina in Europa, compresa quella in Italia. Lo denuncia il  portavoce del ministero degli Esteri di Kiev, Oleg Nikolenko,  spiegando che i pacchi sono stati trovati nelle sede diplomatiche  ucraine in Ungheria, Italia, Olanda, Croazia, Polonia e Austria. I  pacchi, spiega Kiev, Sono stati ricevuti anche dai consolati generali  ucraini di Napoli e Cracovia. Questi "pacchi insanguinati" seguono le lettere esplosive recapitate a diversi mittenti nei giorni scorsi in Spagna, tra cui il primo  ministro spagnolo Pedro Sanchez e l'ambasciata di Kiev a Madrid.

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
16:54

Cavusoglu: "Mettere fine alla guerra ora è più complicato"

"Come mettere fine alla guerra? È una domanda difficile perché ora è molto più complicato" rispetto a marzo, quando a Istanbul si erano incontrati i ministri degli Esteri di Russia e Ucraina. "Ora c'è una nuova realtà, ci sono molti attori, l'Ucraina sta avanzando e riprende territori, mentre la Russia colpisce le infrastrutture civili. Penso che prima di primavera avremo un quadro chiaro sul cessate il fuoco e sui negoziati". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, nel suo intervento ai Med Dialogues a Roma. Cavusoglu ha ricordato che la Turchia ha sempre respinto la guerra in Ucraina, i referendum condotti dalla Russia e le annessioni "illegali" da parte di Mosca. "Abbiamo sempre condannato questi atti illegali", ha aggiunto, sostenendo che la Turchia continuerà i suoi sforzi per raggiungere un dialogo tra i presidenti Zelensky e Putin.

A cura di Biagio Chiariello
02 Dicembre
16:37

Cnn: "Usa valutano enorme espansione addestramento forze ucraine"

Gli Usa stanno valutando una drastica espansione dell'addestramento delle forze ucraine. Secondo quanto riporta la Cnn citando diversi funzionari statunitensi, l'amministrazione di Joe Biden sta prendendo in considerazione anche di addestrare fino a 2.500 soldati di Kiev al mese in una base Usa in Germania. Nell'ambito del nuovo programma, Washington inizierebbe ad addestrare gruppi molto più numerosi in tattiche più sofisticate sul campo di battaglia e a coordinare le manovre di fanteria con il supporto dell'artiglieria, un training "molto più intenso e completo" di quello fatto in Polonia o nel Regno Unito.

A cura di Chiara Ammendola
02 Dicembre
15:58

Kiev: "Pacco insanguinato anche all'ambasciata di Madrid"

"Anche l'ambasciata dell'Ucraina in Spagna ha ricevuto un pacco insanguinato come quelli precedentemente ricevuti ad altre istituzioni diplomatiche ucraine. La polizia spagnola ha circondato il perimetro dell'edificio per motivi di sicurezza. Gli esperti sono sul posto e si stanno svolgendo le indagini". Lo scrive su Facebook Oleg Nikolenko, portavoce del ministero degli Esteri di Kiev. Nei giorni scorsi erano arrivati pacchi incendiari sia all'ambasciata ucraina a Madrid che ad altre istituzioni spagnole.

A cura di Chiara Ammendola
02 Dicembre
15:45

Ministro Esteri turco Cavusoglu: "Situazione in Ucraina si è complicata ma non molliamo"

"Mettere fine alla guerra" tra Russia e Ucraina "è più complicato ora, la scorsa primavera era più facile, ora c'è una nuova realtà" e "ci sono molti altri attori" coinvolti. Tuttavia "non molleremo, continueremo i nostri sforzi" perché abbia fine. Lo ha affermato Mevlut Cavusoglu, ministro degli Esteri turco, partecipando ai Med Dialogues a Roma.

A cura di Chiara Ammendola
02 Dicembre
14:15

Papa: "Usare armi è segno debolezza, negoziare richiede coraggio"

"Usare le armi per risolvere i conflitti è segno di debolezza e di fragilità. Negoziare, procedere nella mediazione e avviare la conciliazione richiede coraggio". Lo ha sottolineato Papa Francesco ricevendo in Udienza i membri della Ong "Leader pour la Paix". "Il coraggio di non sentirsi superiori agli altri; il coraggio di affrontare le cause del conflitto, abbandonando interessi e disegni di egemonia; il coraggio di superare la categoria del nemico, per diventare costruttori della fraternità universale, che trova forza nelle diversità e unità nelle aspirazioni comuni a ogni persona", ha precisato.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
14:02

Scholz a Putin: "Ritiri truppe per soluzione diplomatica"

Il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, ha esortato il presidente russo Vladimir Putin a ritirare le truppe per consentire una "soluzione diplomatica". Lo riferisce Berlino dopo la telefonata tra i due leader. "Il cancelliere ha condannato in particolare gli attacchi aerei russi contro le infrastrutture civili in Ucraina e ha sottolineato la determinazione della Germania a sostenere l'Ucraina nel garantire la sua capacità di difesa contro l'aggressione russa" spiegano. Il Cremlino in precedenza aveva detto che Putin aveva riferito a Scholz che la linea tedesca e occidentale sull'Ucraina è "distruttiva" e ha esortato Berlino a ripensare il suo approccio.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
13:43

La Russia testa un nuovo missile in Kazakistan

La Russia ha testato un nuovo sistema di difesa missilistica in Kazakistan. Lo ha annunciato questa mattina il ministero della Difesa russo, parlando del lancio di un razzo dal poligono di prova di Sary Shagan. Il test ha avuto successo, ha spiegato il ministero senza fornire ulteriori dettagli. Le forze hanno portato a termine con successo la loro missione agganciando il bersaglio simulato con la precisione specificata", ha dichiarato il comandante dell'unità di difesa aerea, il generale maggiore Sergei Grabchuk.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
13:26

Atti vandalici alla residenza dell'ambasciatore ucraino in Vaticano a Roma

Atti vandalici contro la residenza dell'ambasciatore ucraino presso al Santa Sede a Roma. Ignoti sono riusciti ad entrare nel palazzo a Roma dove risiede l'ambasciatore ucraino presso la Santa Sede, Andrii Yurash, e hanno coperto di escrementi la porta di ingresso, le scale e le pareti. Lo riporta Sky

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
13:16

Ue propone pene detentive per violazione delle sanzioni contro Mosca

"La Commissione europea ha adottato la proposta per rendere la violazione delle sanzioni un reato in tutta l'Unione europea" per perseguire "gli oligarchi che usano scappatoie legali per  nascondere i loro soldi" e "garantire che le misure Ue siano attuate appieno. Ad esempio, bypassare le sanzioni provando a spostare i fondi o cambiandone il proprietario sarà un reato in tutti gli Stati membri punibile con una pena detentiva minima di fino a cinque anni". Lo ha annunciato Christian Wigand, portavoce della Commissione europea. "Per le aziende – ha aggiunto Wigand – la pena può consistere in una multa del 5% del loro intero fatturato". La proposta verrà ora discussa dal Consiglio e dal Parlamento europeo.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
13:02

Chiuso il consolato ucraino a Brno per pacco sospetto

Chiuso il Consolato ucraino di Brno e sigillato l'isolato in cui si trova l'edificio, a causa di un pacco sospetto, in seguito alle bombe carta recapitate all'ambasciata di Madrid, a quella americana nella capitale spagnola, e ad esponenti politici spagnoli, fra cui il Premier Pedro Sanchez. La polizia della Repubblica Ceca ha avviato una indagine, ha reso noto un portavoce.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
12:53

Kiev: "Pacchi insanguinati a nostre ambasciate, anche in Italia"

Pacchi insanguinati contenenti occhi di animali sono stati spediti alle ambasciate e ai consolati ucraini in cinque paesi europei. Lo denuncia il ministero degli esteri ucraino, come riporta Unian, affermando che le minacce sono giunte alle ambasciate ucraine in Ungheria, Paesi Bassi, Polonia, Croazia, Italia, ai consolati generali di Napoli, Cracovia e al consolato di Brno (Repubblica Ceca). Ignoti hanno anche danneggiato l'ingresso della residenza dell'ambasciatore dell'Ucraina in Vaticano. "È in corso una campagna ben pianificata di terrore e intimidazione delle ambasciate e dei consolati dell'Ucraina", ha affermato Kuleba.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
12:46

Putin: "Politiche occidentali distruttive. Attacchi missilistici inevitabili"

Il presidente russo Vladimir Putin, in una conversazione telefonica con il cancelliere tedesco Olaf Scholz, ha definito gli attacchi missilistici russi in Ucraina "una risposta forzata e inevitabile agli attacchi provocatori di Kiev contro le infrastrutture civili russe, tra cui il ponte di Crimea e impianti energetici": lo riferisce il Cremlino, ripreso dalla Tass.  Putin inoltre ha definito "distruttiva" la linea dei Paesi occidentali in Ucraina accusandoli per le armi fornite all'esercito ucraino. "L'attenzione è stata attirata sulla linea distruttiva degli stati occidentali, compresa la Germania, che hanno potenziato il regime di Kiev con le armi, addestrato l'esercito ucraino", afferma una nota del Cremlino.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
12:28

Cremlino: "Putin aperto ai colloqui, ma la posizione degli Stati Uniti sull'Ucraina lo rende difficile"

Il Cremlino ha dichiarato che il presidente Vladimir Putin è aperto ai negoziati per garantire gli interessi della Russia, ma che trovare una base reciproca per i colloqui è difficile poiché gli Stati Uniti non riconoscono i "nuovi territori" in Ucraina che Mosca rivendica come propri. "Il presidente della Federazione Russa è sempre stato, è e rimane aperto ai negoziati per garantire i nostri interessi", ha detto ai giornalisti il ​​portavoce del Cremlino Dmitry Peskov quando gli è stato chiesto delle osservazioni di Biden. "Il modo più preferibile per raggiungere i nostri interessi è attraverso mezzi pacifici e diplomatici", ha detto Peskov, concludendo: “Putin era, è e rimane aperto a contatti e trattative”.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
12:14

Zelensky firma decreto per restrizioni a Chiesa ortodossa legata a Mosca

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha firmato un decreto che pone restrizioni all'attività della Chiesa ortodossa del Paese legata al Patriarcato di Mosca. Lo rende noto Ukrinform. Zelensky aveva preannunciato ieri sera l'iniziativa, affermando che intendeva "impedire alle organizzazioni religiose affiliate ai centri di influenza della Federazione Russa di operare in Ucraina". L'agenzia ucraina aggiunge che sono proseguite oggi in tre chiese le perquisizioni dei servizi di sicurezza interni, Sbu, avviate da alcune settimane

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
11:45

Tajani: "Italia seguirà linea Nato e Ue per dare a Kiev una pace giusta"

Sulla guerra in Ucraina "l'Italia continuerà a seguire la linea di Nato e Ue perché l'unità è la nostra forza per consentire a Kiev di negoziare una pace giusta". Lo afferma il vice premier e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, in una intervista a Repubblica. "In questo momento – aggiunge – non stiamo inviando altre armi, c'è un percorso gestito dalla Difesa per nuovi armamenti in base alle richieste ucraine. Forniamo però materiale per ripristinare le infrastrutture elettriche e abbiamo messo a disposizione la nostra protezione civile per l'emergenza freddo".

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
11:31

Kiev: Tre morti in attacchi russi nella regione di Kherson

Tre persone sono state uccise e sette ferite nei bombardamenti russi nella regione di Kherson, nel sud dell'Ucraina, nelle ultime 24 ore, lo ha detto il governatore regionale. Il governatore Yaroslav Yanushevych ha fatto sapere che le truppe russe hanno bombardato la città di Kherson e altre parti della regione 42 volte in un giorno. La città di Kherson è stata liberata dalle forze ucraine a metà novembre dopo mesi di occupazione russa, ma da allora è sotto il fuoco delle truppe russe che si sono ritirate sulla sponda opposta del fiume Dnipro.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
11:19

La Spagna contribuirà ad indagini su crimini di guerra in Ucraina

La Spagna contribuirà ad indagini su crimini di guerra in Ucraina. Un team formato da agenti spagnoli della Polizia Nazionale e della Guardia Civil è partito la scorsa notte per l'Ucraina, dove sarà impegnato in indagini su possibili crimini di guerra commessi nel corso del conflitto. Lo si legge in una nota del Ministero dell'Interno. La squadra è composta da 11 agenti, specialisti nelle aree di polizia scientifica, criminalistica e disattivazione di esplosivi, coordinati da un comandante e da un ispettore capo. Sul campo, il team lavorerà nelle indagini in collaborazione con le autorità ucraine nelle indagini.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
10:57

Mattarella: "Conseguenze della guerra aggravano problemi del Mediterraneo, multilateralismo unica soluzione"

"Il ritorno della guerra nel continente europeo ha inasprito, anche nell’area del Mediterraneo, problemi già esistenti a cui se ne sono aggiunti di nuovi: maggiore povertà, insicurezza alimentare, scarsità di risorse energetiche". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, aprendo l'ottava edizione dei ‘Dialoghi mediterranei'. "La situazioni di conflitto da cui non è più assente l'Europa, con la circostanze tragiche in cui l'inaccettabile aggressione della federazione russa all'Ucraina ci ha precipitato, ha inasprito anche problemi già esistenti a cui si sono aggiunti maggiore povertà, insicurezza alimentare, scarsità di risorse energetiche". "È impellente trovare soluzioni condivise". "Il titolo dato all'incontro ha il merito di rivendicare le soluzioni che il multilateralismo offre alla tormenta" ha detto il presidente della Repubblica

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
10:40

Filorussi, 2 civili uccisi e 7 feriti da bombe ucraine in Donetsk

Due civili sono rimasti uccisi e sette feriti da bombardamenti ucraini nelle ultime 24 ore sulla autoproclamata Repubblica di Donetsk, nell'est dell'Ucraina. Ne dà notizia il quartier generale per la difesa territoriale della stessa Repubblica. Lo riferisce l'agenzia russa Tass.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
10:13

Londra: "Carenza munizioni e problemi logistici limitano offensiva russa"

"La carenza di munizioni, assieme ai problemi logistici, è uno dei principali fattori che limitano la possibilità della Russia di riprendere le operazioni offensive in Ucraina". Lo sostiene l'intelligence britannica nel suo bollettino quotidiano su Twitter, aggiungendo che "il ritiro della Russia dalla sponda occidentale del fiume Dnipro il mese scorso ha fornito alle forze armate ucraine l'opportunità di colpire ulteriori nodi logistici e linee di comunicazione russe". "Questa minaccia – prosegue il comunicato del ministero della Difesa di Londra – ha molto probabilmente spinto i logisti russi a spostare i nodi di approvvigionamento più a sud e ad est. Le unità logistiche russe dovranno effettuare operazioni di carico e scarico ad alta intensità di manodopera dal trasporto su rotaia a quello su strada. I movimenti stradali saranno successivamente ancora vulnerabili all'artiglieria ucraina".

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
09:52

La Germania invierà 7 carri armati Gepard in Ucraina 

La Germania punta a consegnare in Ucraina sette carri armati Gepard che erano stati destinati alla rottamazione. I mezzi pesanti una volta riparti si aggiungeranno ai 30 mezzi di difesa aerea che sono già utilizzati da Kiev per combattere contro l'esercito russo. I sette carri armati, che ora vengono riparati dal produttore di armi Krauss-Maffei Wegmann (KMW) con sede a Monaco, hanno lo scopo di aiutare l'Ucraina a proteggere le sue città e infrastrutture dai bombardamenti russi, ha riferito Spiegel. La fornitura di munizioni per il Gepard si è rivelata però problematica poiché la Svizzera, che dispone di scorte di munizioni, si rifiuta di fornirle, adducendo il suo status di nazione neutrale.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
09:37

Crosetto: "Addestratori italiani in Germania ma nessun soldato ucraino in Italia"

"Non abbiamo addestrato nessun soldato ucraino in Italia. Abbiamo mandato quattro italiani nel centro di addestramento europeo in Germania". Lo ha precisato il ministro della Difesa Guido Crosetto, ospite di ‘Mattino Cinque News', su Canale 5. "L’aiuto che stiamo dando in questi giorni serve a difendere le infrastrutture civili ucraini dagli attacchi che stanno facendo sì che l’inverno per loro sia drammatico. L'idea della strategia russa è spostare milioni di ucraini dal loro Paese verso l'Europa per scappare dall'inverno che arriva", ha spiegato il ministro. "La soluzione di pace sarà più facile da trovare quando la Russia capirà che il progetto di invadere uno Stato e annetterlo è fallito" ha concluso.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
09:21

Zaporizhzhia, Aiea: "Progressi importanti per messa in sicurezza della centrale nucleare"

"Sulla messa in sicurezza di Zaporizhzhia esiste una proposta concreta e sono stati fatti progressi importanti". È quanto ha detto a Repubblica Rafael Mariano Grossi, direttore generale dall'Agenzia internazionale per l'energia atomica, a Milano per ricevere al Politecnico la laurea ad honorem in ingegneria nucleare. Riguardo alla sua proposta di creare una zona speciale di protezione intorno all'impianto nucleare, Grossi spiega che "le due parti sono ora d'accordo su alcuni principi fondamentali. Il primo è quello della protezione: significa accettare che non si spara "sulla" centrale e "dalla" centrale. Il secondo è il riconoscimento che l'Aiea rappresenta l'unica via possibile: è stato il cuore del mio incontro con il presidente Putin a San Pietroburgo l'11 ottobre". "Il ritiro degli armamenti dalla centrale è quello che, comprensibilmente dal loro punto di vista, chiedono gli ucraini. E farebbe comunque parte dell'accordo generale – aggiunge – La Russia non è contraria a un accordo e al principio della protezione dell'impianto". "Il nostro scopo è evitare un incidente nucleare, non provocare una situazione militarmente favorevole all'uno o all'altro – conclude – Il mio impegno è di arrivare a una soluzione al più presto. Spero entro la fine dell'anno. So che il presidente Putin segue il processo e non escludo un nuovo incontro con lui a breve, così come con il presidente ucraino Zelensky"

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
08:59

Vescovo di Donetsk: russi hanno catturato un terzo sacerdote a Melitopol

A Militopol, in Ucraina, un terzo sacerdote cattolico è stato arrestato dai russi.  Lo ha reso noto Maksym Ryabukha, nuovo vescovo ausiliare dell'Esarcato arcivescovile di Donetsk. Il prete, don Oleksandr, è stato preso con la forza nella sua chiesa, davanti ai fedeli impietriti. Espulso dai territori occupati, adesso si troverebbe a Zaporizhzhia.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
08:45

Zelensky: 1.300 prigionieri restituiti dalla Russia

Sono oltre 1.300 i militari catturati restituiti all'Ucraina dalla Russia dall'inizio dell'invasione.  Lo ha reso noto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, dopo uno scambio di cinquanta prigionieri con Mosca. "Non ci fermeremo fino a che tutta la nostra gente non avrà fatto ritorno", ha concluso Zelensky. Le autorità russe hanno dichiarato alla Croce Rossa Internazionale di avere circa 6mila prigionieri ucraini.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
08:30

Biden pronto a parlare con Putin, ma è scettico sulla pace in Ucraina

Il presidente americano Joe Biden pronto a parlare col leader russo Vladimir Putin, anche se resta scettico sulla pace in Ucraina. Dall’incontro alla Casa Bianca tra il presidente americano e quello francese Emmanuel Macron ne è uscito un lunghissimo comunicato congiunto che fissa le posizioni comuni, a partire dalla Russia, con l'impegno a garantire aiuti all’Ucraina "finché necessario" senza imporre la pace e a perseguire i crimini di guerra di Mosca.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
08:21

Kiev parla di 13mila soldati ucraini morti ma le vittime della guerra Russia-Ucraina sono molte di più

Secondo Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, dall’inizio del conflitto armato, Kiev avrebbe registrato tra le 10.000 e le 13.000 vittime tra le forze armate ma la stima, non confermata dall’esercito del Paese, appare molto ottimistica.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
07:54

Nuovo attacco russo nella notte nel distretto di Zaporizhzhia

Un nuovo attacco dell'esercito russo è stato sferrato nella notte in un villaggio nel distretto di Zaporizhzhia, nell'Ucraina sud-orientale. Lo afferma il capo dell'amministrazione militare regionale Oleksandr Starukh su Telegram, come riporta  Ukrinform. "Un villaggio in una delle comunità del distretto di Zaporizhzhia è stato nuovamente colpito. L'obiettivo del nemico era la distruzione delle infrastrutture industriali ed energetiche. A seguito dell'attacco, l'edificio amministrativo, che ospitava tutti i servizi necessari ai residenti locali, è stato quasi completamente distrutto. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito", ha scritto su Telegram Starukh. Le squadre di emergenza sono tuttora sul posto per spegnere l'incendio che è scoppiato dopo l'attacco.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
07:43

Cdm approva la proroga dell'invio di armi a Kiev: cosa prevede il decreto

Il governo Meloni ha dato il via libera al decreto Ucraina, con cui potrà continuare a inviare armi per tutto il 2023 a Kiev. Per quanto riguarda le armi all’Ucraina alla fine è arrivata una proroga “fino al 31 dicembre 2023” e “previo atto di indirizzo delle Camere” dell’autorizzazione a cedere “mezzi, materiali e equipaggiamenti militari” all’Ucraina. Così viene confermato, in sostanza, l’impianto stabilito dal governo precedente, che aveva il via libera per agire fino alla fine dell’anno. In questo modo l’esecutivo Meloni si è assicurato di poter procedere all’invio di nuove armi per tutto il prossimo. I “termini” e le “modalità” sono le stesse stabilite dal decreto del governo Draghi.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
07:35

Biden: "Parlo con Putin se dimostra di voler cessare la guerra in Ucraina"

Il Residente statunitense Biden ha dichiarato di essere pronto a parlare con Putin, se l'inquilino del Cremlino "sarà interessato a parlare della fine del conflitto" in Ucraina.  Il presidente americano ha sottolineato, nella conferenza stampa con il Capo di Stato francese Emmanuel Macron, che parlerà con il leader russo "soltanto "nell'ambito del dialogo e del coordinamento con gli alleati Nato" e non a nome soltanto degli Stati Uniti.

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
07:26

Zelensky: "Collegamenti tra circoli religiosi e Mosca, garantiremo l’indipendenza spirituale”

"Tutti gli organismi responsabili di garantire la sicurezza nazionale dovrebbero intensificare le misure per identificare e contrastare le attività sovversive dei servizi speciali russi nell'ambiente religioso dell'Ucraina. E applicare sanzioni personali" lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky accendendo i riflettori sull’indipendenza spirituale e religiosa dell’Ucraina.  "Ci sono collegamenti tra alcuni circoli religiosi in Ucraina con lo stato aggressore" ha aggiunto  Zelensky, proseguendo: “Garantiremo la completa indipendenza del nostro Stato. In particolare, l'indipendenza spirituale. Non permetteremo mai a nessuno di costruire un impero nell'anima ucraina” ha aggiunto. In Italia ha approvato il decreto che proroga l'invio delle armi all'Ucraina. Biden apre alla possibilità di parlare con Putin ma solo "se mostra segnali di volere cessare la guerra". Conferenza internazionale a Parigi il 13 dicembre. Macron: "Un negoziato è ancora possibile".

A cura di Antonio Palma
02 Dicembre
07:14

Le notizie di oggi sulla guerra Ucraina-Russia

"Ci sono collegamenti tra alcuni circoli religiosi in Ucraina con lo stato aggressore" lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky accendendo i riflettori sull’indipendenza spirituale e religiosa dell’Ucraina. “Garantiremo la completa indipendenza del nostro Stato. In particolare, l'indipendenza spirituale. Non permetteremo mai a nessuno di costruire un impero nell'anima ucraina” ha aggiunto. In Italia ha approvato il decreto che proroga l'invio delle armi all'Ucraina. Biden apre alla possibilità di parlare con Putin ma solo "se mostra segnali di volere cessare la guerra". Conferenza internazionale a Parigi il 13 dicembre. Macron: "Un negoziato è ancora possibile".

A cura di Antonio Palma
3311 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni