20 CONDIVISIONI
video suggerito
Conflitto Israelo-Palestinese

Guerra in Medio Oriente, il racconto dell’237° giorno di conflitto a Gaza

Nuovi raid a Rafah e morti due paramedici, l’Onu lancia allarme carestia. Le news sul 237° giorno del conflitto a Gaza.

20 CONDIVISIONI
Immagine

Nuovi raid a Rafah e morti due paramedici, l'Onu lancia allarme carestia. Il 237° giorno del conflitto a Gaza. A Rafah colpita una ambulanza e uccisi due paramedici. Incendio al mercato di Ramallah. CNN: "Munizioni americane per la strage". Attacco israeliano su base Hezbollah in Siria, sei morti. Erdogan a Meloni: "Italia riconosca Palestina". Si riunisce l'Onu dopo l'appello umanitario: "Aiuti a Gaza diminuiti di due terzi da ingresso Israele a Rafah". Allarme carestia.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
23:07

ll racconto del 237° giorno di guerra a Gaza finisce qui

Per ulteriori aggiornamenti sul conflitto tra Israele e Hamas, tutte le notizie in diretta saranno contenute e riportate in tempo reale in un nuovo live sul 238° giorno di guerra a Gaza.

A cura di Gabriella Mazzeo
22:59

Hamas: "Ostaggio israeliano di 70 anni morta per bombe di Tel Aviv

Secondo quanto riferito una donna israeliana di 70 anni, Judy Feinstein, ostaggio di Hamas, sarebbe morta in mancanza delle necessarie cure mediche a causa della distruzione degli ospedali nella Striscia di Gaza da parte di Israele. A confermarlo sono le Brigate al-Qassam, l'ala militare di Hamas.

A cura di Gabriella Mazzeo
21:59

Medici Senza Frontiere evacua la clinica di Al Mawasi a Rafah

L'offensiva israeliana a Rafah ha costretto oggi Medici Senza Frontiere a chiudere una clinica per cure primarie ad Al Mawasi. Lo riferisce la stessa organizzazione in un comunicato, sottolineando che è la seconda struttura sanitaria che Msf è costretta a chiudere questa settimana, "il che rappresenta un altro passo nello smantellamento sistematico del sistema sanitario di Gaza da parte di Israele", si legge in una nota di Msf. Da febbraio, Msf ha curato oltre 33.000 pazienti nella clinica di Al Mawasi.  "All'inizio di questa settimana, anche il presidio medico di Tal Al Sultan era stato evacuato a causa dell'estrema violenza. L'accesso alle cure mediche a Rafah è ora estremamente limitato, mentre rimane bloccato il rifornimento di aiuti umanitari nel nord di Gaza. Da ottobre, Msf è stata costretta a evacuare 14 strutture mediche a Gaza", continua il comunicato.

A cura di Biagio Chiariello
21:19

Hamas: "Israele inficia gli sforzi dei mediatori nei negoziati"

Hamas e le fazioni palestinesi hanno dichiarato, secondo l'emittente statale egiziana Al Qahera, che “non accetteranno di assecondare la politica israeliana di lasciare aperta la strada ai negoziati per coprire l'aggressione, le uccisioni, l'assedio, la carestia e il genocidio del nostro popolo, quindi non parteciperanno ad alcun negoziato finché tutto questo non finirà”.

“Israele ha utilizzato i negoziati come copertura per continuare l'aggressione contro il nostro popolo e ha risposto alla nostra posizione positiva invadendo il lato palestinese del valico di Rafah” aggiunge la dichiarazione, pubblicata da Al-Qahera; che aggiunge “Israele ha fatto dei commenti che hanno ostacolato gli sforzi dei mediatori”.

A cura di Biagio Chiariello
20:50

Media israeliani: "Accordo Israele-Egitto per transito aiuti umanitari a Rafah"

Israele ed Egitto avrebbero concordato di riaprire agli aiuti umanitari il valico di frontiera di Rafah, nel sud di Gaza. A riportarlo è il Times of Israel che riferisce quanto affermato dall'emittente pubblica Kan. L'accordo è stato raggiunto a seguito della pressione statunitense su entrambe le parti.

A cura di Gabriella Mazzeo
19:32

Faccia a faccia Netanyahu-Gallant dopo i contrasti su Gaza

Benyamin Netanyahu e Yoav Gallant si sono incontrati al Ministero della difesa a Tel Aviv nel primo faccia a faccia da quando il ministro della difesa ha attaccato il premier per la sua posizione sul futuro governo a Gaza nel dopo Hamas. Gallant in quella occasione disse che un coinvolgimento militare e civile di Israele nella enclave palestinese alla fine del conflitto era “una pessima idea” e “pericolosa” per il Paese. Posizione condivisa dagli Usa e dalla Comunità internazionale.

A cura di Biagio Chiariello
19:07

"Al Cairo la prossima settimana incontro Usa-Israele-Egitto"

La Casa Bianca sta lavorando a un incontro trilaterale tra funzionari statunitensi, egiziani e israeliani al Cairo la prossima settimana per discutere la riapertura del valico di Rafah e un piano per proteggere il confine tra Egitto e Gaza. Lo hanno riferito ad Axios funzionari statunitensi e israeliani.   La decisione è stata presa durante la telefonata venerdì scorso tra  Joe Biden e il presidente egiziano Abdul Fattah el-Sisi e la delegazione americana sarà guidata dal direttore per il Medio Oriente del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, Terry Wolff.    Per l'amministrazione di Joe Biden il piano per riaprire il valico, impedire ad Hamas di contrabbandare armi dall'Egitto nella Striscia e mantenere una fragile pace tra Israele ed Egitto sono le massime priorità al momento oltre al fatto che Washington considera Il Cairo un attore fondamentale per la ricostruzione e la stabilizzazione di Gaza dopo la guerra.

A cura di Biagio Chiariello
18:04

Ministro degli esteri israeliano: "Spero che il parlamento sloveno respinga stato Palestina"

"Mi auguro che il parlamento sloveno rigetti tale proposta". Lo ha detto il ministro degli esteri di Israele Katz commentando su X la decisione del governo di Lubiana di proporre il riconoscimento dello Stato palestinese. "La decisione del governo – ha spiegato Katz -è un premio ad Hamas per l'assassinio, lo stupro, la mutilazione dei corpi e la decapitazione dei bambini e rafforza l'asse del male iraniano danneggiando l'amicizia tra il popolo sloveno e quello israeliano".

A cura di Biagio Chiariello
17:17

Media: 300 terroristi uccisi da avvio azione Idf a Rafah

Dall'inizio dell'operazione a Rafah sono stati uccisi circa "300 terroristi". Lo ha detto il portavoce del governo David Mencer, citato dai media. L'esercito ha poi fatto sapere che i 3 soldati uccisi a Rafah sono stati colpiti da un ordigno esplosivo posto in un tunnel dentro una scuola dell'Unrwa dove c'erano anche una moschea e una clinica medica

A cura di Biagio Chiariello
16:45

Parlamento sloveno approverà riconoscimento Palestina

Il parlamento sloveno approverà il riconoscimento dello stato Palestinese martedì. Lo riferisce la presidenza.

A cura di Biagio Chiariello
16:38

M.O.: Israele intima a Unrwa di lasciare sede entro 30 giorni

L’Autorità Israeliana per la Terra (Ati) ha informato l'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (Unrwa) che dovrà sgomberare le strutture della sua sede a Gerusalemme Est entro 30 giorni: l'Autorità ha approvato infatti una richiesta in questo senso presentata dal ministro israeliano dell'Edilizia, l'ultraortodosso Yitzhak Goldknopf. Nella lettera inviata martedì all'agenzia Onu, l'Ati ha scritto che l'agenzia le deve una somma di oltre 27 milioni di shekel (circa 7 milioni di euro) per aver operato su terreni appartenenti a Israele "senza consenso negli ultimi sette anni".

L'agenzia ribatte invece di non aver ricevuto alcuna comunicazione ufficiale dalle autorità israeliane al riguardo e parla di campagna israeliana volta a "smantellare" l'organizzazione: "L'Unrwa è un'agenzia dell'Onu che ha ricevuto il mandato dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite dal 1949 per svolgere il proprio lavoro. Non andremo da nessuna parte", ha detto a EFE Jonathan Fowler, uno dei portavoce.

A cura di Biagio Chiariello
15:50

Banca Israele: guerra costerà oltre 63 miliardi di euro

Il costo per Israele della guerra a Gaza sarà di oltre 63 miliardi di euro. Lo ha stimato il governatore della Banca centrale di Israele Amir Yaron riferendosi alle spese per la difesa, per bisogni civili e alle perdite di gettito fiscale negli anni dal 2023 al 2025. Yaron ha poi avvertito che i costi per la sicurezza e la guerra per i civili sono "significativi" e rappresentano un onere di bilancio. Inoltre – ha aggiunto – si prevede che il futuro budget per la sicurezza crescerà in modo permanente e avrà un impatto macroeconomico,  mettendo in guardia dal dare ai militari un "assegno in bianco".

A cura di Biagio Chiariello
15:11

Cina appoggia Stato Palestinese, al Sisi in visita a Pechino: "Stop ad assedio israeliano"

Immagine

"La comunità internazionale deve porre fine all'assedio israeliano della Striscia di Gaza". A dirlo il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi, in visita a Pechino per un incontro tra leader arabi e funzionari della Repubblica Popolare. Anche il presidente cinese Xi Jinping ha manifestato il proprio sostegno allo Stato Palestinese.  Il leader del Cairo, inoltre, ha chiesto "a tutte le parti interessate di adempiere alla loro responsabilità morale e legale di fermare la brutale guerra israeliana", chiedendo inoltre "di fornire immediatamente assistenza umanitaria a lungo termine alla Striscia di Gaza.

A cura di Gabriella Mazzeo
14:49

Il commissario europeo Varhelyi incontra Netanyahu, per portavoce Ue "fa il suo lavoro in un contesto difficile"

Il commissario europeo all'Allargamento e la Politica di vicinato, l'ungherese Oliver Varhelyi ha incontrato il premier israeliano Benjamin Netanyahu e il ministro della Difesa Yoav Gallant. Per entrambi il procuratore della Corte Penale Internazionale, Karim Khan, ha chiesto l'arresto, unitamente a dirigenti di Hamas, perché li considera "penalmente responsabili" di "crimini di guerra e crimini contro l'umanità". Nonostante la contraddizione, per il portavoce della commissione Von Der Leyen, Varhelyi sta "facendo il suo lavoro di commissario in un contesto molto difficile"

A cura di Gabriella Mazzeo
14:16

Hamas: "Attacco eroico a Nablus è reazione all'occupazione israeliana"

"L'attacco a Nablus è una necessaria e naturale risposta ai crimini e ai massacri dell'occupazione". A scriverlo su Telegram alcuni portavoce di Hamas che hanno definito l'investimento di due soldati israeliani in Cisgiordania un gesto eroico. Il conducente del veicolo si è poi dato alla fuga. "Facciamo appello – ha aggiunto la fazione islamica – ai giovani della Cisgiordania di aumentare la resistenza contro l'occupazione in tutti i suoi posti

A cura di Gabriella Mazzeo
13:55

Iran: parlamento chiede al mondo islamico azioni contro Israele

Il presidente del Parlamento dell'Iran, Mohammad Bagher Ghalibaf, ha condannato l'attacco di Israele a Rafah e ha lanciato un appello per un'azione da parte dei governi del mondo, soprattutto dei Paesi musulmani, per fermare i raid dello Stato ebraico nella Striscia di Gaza. Durante un discorso al parlamento, Ghalibaf ha detto che i governi musulmani dovrebbero evitare complimenti e considerazioni a livello diplomatico nei confronti di Israele e difendere la dignità dell'umanità, riferisce Irna. "Oggi gli occhi del mondo sono puntati su Rafah, i profughi indifesi, che non hanno altra difesa che le tende di stoffa, vengono bombardati dalle creature più spietate della terra, cioè i criminali sionisti", ha aggiunto il presidente del parlamento iraniano, recentemente rieletto per ricoprire questa posizione.

A cura di Ida Artiaco
13:07

Hamas: "Bilancio di guerra a Gaza sale a 36.224 morti"

Il ministero della Sanità di Gaza, sotto il controllo di Hamas, ha dichiarato giovedì che almeno 36.224 persone sono state uccise nel territorio durante gli oltre sette mesi di guerra tra Israele e i militanti palestinesi. Il bilancio comprende almeno 53 morti nelle ultime 24 ore, ha dichiarato il ministero, aggiungendo che 81.777 persone sono state ferite nella Striscia di Gaza dall'inizio della guerra, quando i militanti di Hamas hanno attaccato Israele il 7 ottobre.

A cura di Ida Artiaco
12:42

USA: "Il controllo del corridoio Philadelphia in linea con operazione circoscritta"

Il controllo tattico del Corridoio Philadelphi è in linea con l'operazione di terra "limitata" per Rafah di cui funzionari israeliani hanno informato il team del presidente Jor Biden. A dichiararlo è stato il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby. "Quando ci hanno informato sui loro piani per Rafah, hanno incluso lo spostamento lungo il corridoio e fuori dalla città per fare pressione su Hamas", ha dichiarato rispondendo alle domande dei giornalisti sul controllo della fascia cuscinetto che corre lungo il confine meridionale della Striscia, annunciato dall'esercito israeliano.

A cura di Ida Artiaco
12:26

Svezia: polizia sgombera tendopoli studenti filo-palestinesi in campus a Lund

La polizia ha sgomberato giovedì una tendopoli all'esterno dell'università di Lund, nel sud della Svezia, dove alcuni studenti filo-palestinesi si erano accampati dal 16 maggio. La polizia afferma che circa 40 persone sono sospettate di aver disobbedito alle forze dell'ordine durante l'azione: un video mostra le forze dell'ordine che portano via le persone che si sono rifiutate di lasciare. L'emittente locale SVT ha detto che c'erano circa 100 persone nell'accampamento. Nelle ultime settimane, ci sono state proteste nei campus da parte di attivisti pro-palestinesi in tutta Europa e negli Stati Uniti, mentre alcuni chiedevano la rottura dei legami accademici con Israele a causa della guerra a Gaza.

A cura di Ida Artiaco
12:24

Gallant: "Abbiamo informazioni concrete su ostaggi a Rafah"

Ci sono "informazioni concrete riguardo gli ostaggi detenuti a Rafah". Lo ha detto il ministro della difesa Yoav Gallant in una conversazione telefonica con il suo omologo Usa Lloyd Austin al quale ha ribadito "l'importanza di continuare ad operare nell'area" della città più a sud della Striscia. Gallant – secondo il suo ufficio – ha poi aggiornato Austin "sugli sviluppi della guerra ad Hamas" nella zona e sui "20 tunnel scoperti dall'esercito sul posto".

A cura di Ida Artiaco
12:17

Israele a Gaza controlla il Corridoio Philadelphia: cos’è e perché è importante

Israele ha annunciato di aver assunto il pieno controllo operativo del cosiddetto Corridoio Philadelphia a Gaza, la zona cuscinetto lungo il confine con l’Egitto. La striscia ora è circondata da ogni lato dagli israeliani.

A cura di Ida Artiaco
11:00

Israele: "Intercettato sul Golan missile da crociera da est"

L'esercito israeliano ha fatto sapere di aver intercettato e abbattuto sulle Alture del Golan "un missile da crociera che si avvicinava da est". Secondo i media potrebbe essere stato lanciato dall'Iraq anche se finora non ci sono rivendicazioni da parte di milizie pro Iran nell'area.

A cura di Ida Artiaco
10:46

A Pechino il Forum di cooperazione Cina-Stati arabi: si parla di Medio Oriente

È in corso oggi a Pechino il Forum di cooperazione Cina-Stati arabi. Il presidente Xi Jinping, aprendo i lavori, ha sottolineato che la Cina sostiene una conferenza di pace ad "ampia base" sul conflitto in Medio Oriente, dove la giustizia non può essere "assente per sempre". Nella capitale cinese ci sono diversi leader, tra cui il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi.

A cura di Ida Artiaco
10:36

Attacco israeliano su base Hezbollah in Siria: 6 morti

L'aeronautica israeliana ha lanciato un attacco missilistico contro una base militare della milizia sciita Hezbollah nella provincia siriana di Homs, uccidendo almeno sei combattenti. Lo riferisce la televisione al Hadath con sede a Dubai. Gli aerei hanno lanciato missili contro l'insediamento di al-Fruklus, situato a circa 240 km dalla capitale Damasco. Un altro missile ha colpito una casa a Baniyas, uccidendo una ragazza e ferendo 12  persone. L'aeronautica israeliana ha colpito in Sria almeno 32 volte quest'anno, uccidendo 13 civili e circa 40 tra soldati filogovernativi e miliziani sciiti. 04:08

A cura di Ida Artiaco
10:29

Raid israeliani in Cisgiordania: incendio al mercato a Ramallah

È scoppiato un incendio al mercato di Ramallah durante raid israeliani. Lo riportano Al Jazeera Arabic e l'agenzia di stampa palestinese Wafa, secondo cui gli operatori dei servizi di emergenza nella città occupata di Ramallah, in Cisgiordania, hanno spento un incendio in un mercato ortofrutticolo, causato da munizioni israeliane. Non ci sono al momento notizie di vittime. Wafa ha anche riferito di scontri tra le forze israeliane e i palestinesi a Ramallah, con i soldati che hanno sparato proiettili veri, granate stordenti e gas lacrimogeni. Almeno un palestinese è stato ferito, ha riportato sempre Wafa secondo cui l'attacco israeliano fa parte di un'ondata di raid militari notturni in Cisgiordania.

A cura di Ida Artiaco
10:25

Media israelianI: "Ganzt potrebbe lasciare governo a breve"

Benny Gantz, membro del gabinetto di guerra israeliano, annuncerà probabilmente il suo ritiro dal governo del primo ministro Benjamin Netanyahu entro pochi giorni. Lo hanno riferito fonti al canale israeliano Channel 12. All'inizio del mese, Gantz aveva minacciato di lasciare la coalizione di governo se Netanyahu non avesse elaborato un piano per il governo postbellico di Gaza entro poche settimane.

A cura di Ida Artiaco
09:55

Tajani: "Italia vuole riconoscere Stato palestinese ma con garanzie per Israele"

"L'Italia vuole riconoscere lo Stato  palestinese", ma ci devono essere "garanzie per il popolo ebraico". Lo ha dichiarato il vice premier e ministro degli Esteri Antonio Tajani intervenendo alla trasmissione Agorà su Rai 3. "L'impegno perché nasca uno Stato palestinese che deve riconoscere Israele e deve essere riconosciuto da Israele", ha ribadito aggiungendo che "vogliamo Hamas fuori" da un futuro stato palestinese e ha sottolineato l'importanza di una "Autorità nazionale palestinese riformata".

A cura di Ida Artiaco
09:42

Israele assume controllo corridoio lungo frontiera Gaza-Egitto

L'esercito israeliano ha dichiarato di aver preso il controllo di un corridoio strategico che corre lungo il confine di Gaza con l'Egitto. Il corridoio, noto come corridoio di Philadelphia, si estende lungo il confine con l'Egitto vicino alla città di Rafah, nel sud della striscia di Gaza, dove l'esercito israeliano è stato recentemente impegnato in combattimenti. "Il corridoio di Philadelphia è servito come un tubo di ossigeno per Hamas, attraverso il quale trasportava regolarmente armi nella striscia di Gaza", ha affermato il contrammiraglio Daniel Hagari in una dichiarazione televisiva, aggiungendo che l'esercito israeliano ha scoperto "circa venti tunnel" in quest'area.

A cura di Ida Artiaco
08:43

Media: "4 morti in raid Israele su campo profughi di Nuseirat"

Quattro palestinesi sarebbero rimasti uccisi nel raid effettuato dalle forze armate israeliane sul campo profughi di Nuseirat nella Striscia di Gaza. Lo rende noto Al Jazeera citando suoi corrispondenti sul posto. Ci sarebbero anche almeno 14 feriti.

A cura di Ida Artiaco
08:33

Onu: "Aiuti a Gaza diminuiti di due terzi da ingresso Israele a Rafah"

Le Nazioni Unite, che hanno lanciato l'allarme carestia a Gaza, hanno dichiarato che la quantità di aiuti umanitari in entrata nell'enclave è diminuita di due terzi da quando Israele ha iniziato l'operazione militare nella regione meridionale di Rafah, questo mese. "La quantità di cibo e di altri aiuti che entrano a Gaza, già insufficiente a soddisfare le crescenti necessità, si è ulteriormente ridotta dal 7 maggio", ha dichiarato l'Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari (Ocha).

Le forniture sono state interrotte quando Israele ha intensificato le operazioni militari a Rafah con l'obiettivo dichiarato di eliminare le unità rimanenti di combattenti di Hamas. L'Egitto ha chiuso il valico di Rafah a causa della minaccia rappresentata dal lavoro umanitario, ma venerdì ha accettato di inviare temporaneamente aiuti e carburante attraverso Kerem Shalom.

A cura di Ida Artiaco
20 CONDIVISIONI
881 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views