Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
9 Agosto 2022
09:33
AGGIORNATO09 Agosto

Le notizie del 9 agosto sulle elezioni politiche 2022

Il leader di Azione Carlo Calenda, dopo ave rotto il patto con il Pd, lancia la sua campagna elettorale che si chiama "Italia sul serio". Ora potrebbe correre al centro con Matteo Renzi. Il leader di Iv: "Se Azione vuole far il terzo polo porte aperte". Ma l'accordo tra i due non c'è ancora. Enrico Letta è in coalizione Sinistra Italiana e Verdi: "Gli accordi sono chiusi". Più Europa dà mandato al segretario Benedetto Della Vedova per verificare le condizioni per la conferma del patto con il Pd. Il leader di Impegno civico Luigi Di Maio candida l'ambientalista Federica Gasbarro.

Il Centrodestra chiude il programma, ora la bozza sarà sottoposta ai leader. Silvio Berlusconi non ha ancora deciso se si candiderà: "Sul mio futuro, vedremo". Nel M5s non si candideranno né Raggi né Casalino. Neanche Alessandro Di Battista è della partita. Si candida per il Movimento invece l'ex ministro Sergio Costa.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
09 Agosto
21:57

Conte: "Calenda persona notoriamente umorale, sbagliato fidarsi di lui"

"Credo che Letta abbia commesso un grande errore politico ad accordarsi con Calenda, una persona notoriamente umorale. Non corrisponde ai nostri canoni, noi non alimentiamo personalismi divisivi". A dirlo il leader del M5S, Giuseppe Conte, intervistato dal Tg2. E su Alessandro Di Battista, che ha annunciato che non si candiderà con il Movimento 5 stelle alle prossime elezione e ha criticato Beppe Grillo: "È un interlocutore autentico, serio e leale. Rispetto la sua scelta, non condivido tutte le sue opinioni e posso garantire che il Movimento continua la sua azione politica sulla base dei valori che lo ispirano".

A cura di Davide Falcioni
09 Agosto
20:37

Centrodestra chiude il programma, ora bozza ai leader

"È terminata l'ultima riunione del tavolo sul programma del Centrodestra. Non sono previsti altri incontri. Adesso, prima della presentazione ufficiale, la bozza sarà consegnata ai leader dei partiti della coalizione per l'approvazione definitiva". È quanto si legge in una nota diffusa dai componenti del tavolo. Il centrodestra è la prima alleanza a produrre il programma di governo.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
16:48

Calenda: "Chi sarà il leader del Terzo Polo tra me e Renzi? Magari una terza"

Per il Terzo Polo "una delle cose che ci siamo detti è che deve essere chiara la leadership, che comunicheremo se e quando sarà stato fatto l'accordo". Lo ha detto leader di Azione, Carlo Calenda, intervistato da Massimo Giannini sul sito de La Stampa. Chi tra Renzi e Calenda? "Magari – osserva Calenda – il leader può essere un terzo o, ancora meglio, una terza". 

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
16:36

Calenda: "Con Renzi ci siamo sentiti, accordo non c'è ancora"

Con Renzi "ci siamo sentiti, ci parliamo, i due staff sono in contatto, stiamo discutendo. L'accordo non c'è ancora, stiamo parlando di cosa vogliamo fare, di come organizzare la campagna elettorale, di come sarà costruita la leadership, di chi parlerà per la coalizione, ovviamente stiamo parlando anche di collegi". Lo ha detto il leader di Azione Carlo Calenda intervistato in video dal direttore della Stampa Massimo Giannini.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
16:05

"1000 euro mensili per i contratti di apprendistato dei giovani": la proposta di Berlusconi

"Ai giovani non dobbiamo dare sussidi, ma opportunità serie di formazione e di lavoro. Per questo proponiamo che le aziende siano aiutate a retribuire meglio i contratti di apprendistato e di praticantato, portandoli almeno a 1000 euro mensili, cifra sotto la quale nessuno può vivere decorosamente".Lo ha detto il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un'intervista a ‘Money.it'.

"Nello stesso tempo, proponiamo la completa detassazione e decontribuzione per le aziende che assumano a tempo indeterminato una ragazza o un ragazzo al primo impiego", continua. Per quanto riguarda il taglio del cuneo fiscale, aggiunge , "lo renderei strutturale".
"Credo sia necessario un taglio ancora più profondo. I benefici devono andare sia ai dipendenti, per i 2/3, sia alle aziende, così da ridurre il costo del lavoro, tornare a fare utili e liberare risorse per gli investimenti".

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
15:50

Marattin (Iv): "Renzi lascerebbe leadership a Calenda in caso di accordo"

"Renzi ha dichiarato con molta generosità che lascerebbe, se un accordo venisse trovato, la leadership politica di questa avventura a Calenda. Non ha mai messo i propri destini personali davanti a quelli politici, lo dimostrò dopo la sconfitta al referendum con le sue dimissioni". Lo ha dichiarato il deputato di Italia Viva Luigi Marattin.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
15:40

Fratoianni: "Destra nega cambiamenti climatici e senatore Fdi Malan fa ironia su Greta"

"La politica italiana e le sue istituzioni devono, ora o mai più, misurarsi e dare risposte all'enorme questione che abbiamo di fronte: i cambiamenti climatici con le sue drammatiche conseguenze, la transizione ecologica sempre più necessaria ed urgente. Penso che solo la destra italiana possa negare cosa sta succedendo". Lo scrive su Twitter il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni.

"Ho letto ieri un tweet del senatore di FdI Malan – prosegue il leader di SI- che sostanzialmente postando le previsioni meteo delle sue valli alpine spiegava che siccome piove è chiaro che la siccità non è un indice di cambiamento climatico, ironizzando sui ‘gretini'". Invece "io penso che questo sia il problema dei problemi  è evidente che il clima è impazzito, che abbatte l'agricoltura, che produce fenomeni estremi per cui dopo la siccità viene giù di tutto. Determina l'urgenza di scelte radicali immediate da parte della politica e delle istituzioni". 

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
15:32

Elezioni, Di Maio: "Serve una legge sul clima"

"L'obiettivo non è entrare in Parlamento, quello è uno strumento – ha detto Luigi Di Maio durante una diretta Instagram in cui ha annunciato la candidatura dell'attivista green Federica Gasbarro – ma iniziare a fare davvero quello che abbiamo fatto a piccoli passi in questa legislatura: una legge sul clima".

Federica Gasbarro, 27 anni, è nei 100 Number One di Forbes Italia, la classifica dei giovani italiani leader del futuro 2021. Ha rappresentato i giovani italiani che si battono per un futuro migliore, come unica italiana scelta dalle Nazioni Unite (insieme a Greta Thunberg e ad altri 99 ragazzi) al primo raduno di giovani leader al palazzo di vetro di NY e all'Assemblea Generale durante il vertice per il Clima 2019. Attualmente è rappresentante dei giovani italiani ai negoziati sul clima delle Nazioni Unite di COP26.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
15:25

Di Maio candida l'attivista green Federica Gasbarro

"Non bisogna solo parlare ai giovani, ma bisogna dare una opportunità ai giovani. Ti diamo il benvenuto Federica. Sarai l'anima ambientalista di Impegno Civico". Così Luigi Di Maio in diretta Instagram con Federica Gasbarro, che ha annunciato la sua candidatura con Impegno Civico.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
15:20

Elezioni, accordo Renzi-Calenda sempre più vicino

Sarebbe quasi chiuso l'accordo tra Matteo Renzi e Carlo Calenda in vista delle elezioni del 25 settembre. Secondo quanto apprende LaPresse, sono in corso i contatti tra il leader di Azione e quello di Italia viva che dovrebbero sancire il nuovo patto centrista che li porterebbe a correre uniti alle politiche. Al lavoro gli sherpa dei due partiti.

Al momento però non c'è alcuna conferma ufficiale da parte dei due partiti. Calenda aveva confermato il dialogo con Renzi: "Ci stiamo parlando da ieri e ci riparleremo oggi. L'unica cosa importante è che ci sia chiarezza sui comportamenti. Ci parleremo in questi giorni e cercheremo di offrire all'Italia qualcosa che sia serio e netto con l'impegno di non candidare persone che non hanno competenze nel pubblico o nel privato, dobbiamo chiudere la stagione di Di Maio e Toninelli".

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
15:14

Calenda a Boccia: "Vedremo quanto ci metteranno i binari di Pd e M5s a riincrociarsi"

Il leader di Azione Carlo Calenda replica al dem Francesco Boccia, il quale in un'intervista stamattina ha detto che Pd e M5s possono procedere con "binari paralleli", chiudendo di fatto a un possibile riavvicinamento: "Ripeto, se non addirittura prima, immediatamente dopo il ⁦Pd⁩ riaprirà ai 5S. Vedrete quanto ci metteranno i binari a riincrociarsi", ha scritto Calenda su Twitter.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
14:30

Di Battista: "Grillo padre padrone, sotto di lui non ci sto"

"Politicamente oggi non mi fido di Beppe Grillo, che ancora in parte fa da padre padrone. E io sotto Grillo non ci sto", ha detto Di Battista, spiegando in un video sui social le ragioni della sua mancata candidatura con il M5S alle prossime politiche.

"Per rientrare nel Movimento e ricandidarmi è giusto che io pretenda determinate cose: e non sono poltrone, ma garanzie politiche. In questo momento, con Grillo che ancora non ha fatto un passo di lato – che dovrebbe fare – queste garanzie non ci sono", ha aggiunto.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
14:21

Di Battista annuncia: "Creerò associazione culturale per fare politica da fuori"

"Nei prossimi mesi insieme ad altre persone creerò un'associazione culturale per fare politica insieme da fuori, per darci una struttura e un'organizzazione civica per fare cittadinanza attiva. Per fare proposte e scrivere leggi, e poi magari portarle in Parlamento come leggi di iniziativa popolare". Lo annuncia Alessandro Di Battista in un video condiviso sui suoi canali social. L'intenzione dell'ex deputato M5S è quella di "creare un percorso, poi – spiega – vedremo in futuro a cosa potrà portare questo percorso. Io credo molto nei percorsi dal basso e non nei cartelli elettorali nati in fretta e furia perché ci sono le elezioni anticipate". 

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
14:18

Di Battista: "Costretto a lasciare il M5s quando Di Maio, il 'ducetto', mi impedì di fare il capo"

"Io sono stato costretto a lasciare il M5s quando Grillo ha indirizzato il Movimento nel governo dell'assembramento". Lo dice Alessandro Di Battista postando un video sui social. "Ho avuto momenti difficili – ricorda – anche quando mi hanno impedito di fare il capo politico del M5s, non hanno voluto pubblicare i voti degli Stati Generali perché io avevo preso il triplo dei voti di Di Maio quando lui era il capo politico e faceva il ‘ducetto', e non si doveva sapere che avevo preso il triplo dei voti".

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
14:13

De Magistris: "Fratoianni e Bonelli hanno preferito accordo per le poltrone"

"Tutta la base, anche quella dei Cinque Stelle, ci ha chiesto di metterci tutti insieme anche con Fratoianni e Bonelli come polo progressista, ma là c'era l'accordo per le poltrone per gli scranni garantito dal Partito democratico. Erano andati addirittura con Calenda, Brunetta, Gelmini e Carfagna. Poi ha rotto Calenda mica Fratoianni". ha detto Luigi De Magistris, promotore di Unione Popolare nel corso del programma Gli Inascoltabili in onda su New Sound Level.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
13:30

De Magistris: "Con Di Battista c'è un dialogo, apprezzo il lavoro che sta facendo"

"Sto apprezzando il lavoro da opinion leader e da uomo appassionato di politica che sta facendo Di Battista, con lui c'è un dialogo che al momento non è sicuramente traducibile in un accordo. Ma è importante perchè in politica bisogna saper creare delle convergenze giuste". Lo dice Luigi De Magistris parlando in piazza Montecitorio, a una iniziativa della sua lista Unione popolare.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
13:21

Cos'è la flat tax? Le proposte di Salvini e Berlusconi

Lega e Forza Italia hanno proposto entrambe l'introduzione di una flat tax, cioè l'introduzione di un sistema di imposizione fiscale comune a tutti coloro che si trovano sotto una determinata fascia di reddito fissata dalla legge. In Italia in questo momento la tassa piatta è riservata alle partita Iva, con aliquota al 15% per i redditi fino a 65mila euro. Salvini vorrebbe estenderla anche ai lavoratori dipendenti e pensionati. Mentre Berlusconi propone una flat tax al 23% per famiglie e imprese.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
12:17

Di Battista: "Non ci sono le condizioni per la mia candidatura alle politiche"

Alessandro Di Battista non torna in campo per le prossime elezioni politiche. Il perché lo spiega in un video postato su Facebook: "Non ritengo ci siano le condizioni per una mia candidatura alle prossime elezioni politiche". 

"In questi giorni – spiega l'ex deputato M5s – in molti si sono espressi su una mia eventuale candidatura. Ho letto i vostri commenti e vi ringrazio per i suggerimenti e per la vostra stima. In questi giorni ho fatto tutti i passaggi che consideravo necessari per prendere una decisione approfondita. Come potete immaginare non è stato facile".

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
12:10

Mario Perantoni (M5s): "Mi candido per le parlamentarie"

"Ho presentato la mia candidatura alla Camera dei deputati per le prossime parlamentarie perché credo fortemente che il MoVimento 5 Stelle possa continuare a dare moltissimo ai cittadini e personalmente vorrei contribuire dando continuità al lavoro parlamentare svolto in questi anni. Il MoVimento è l’unica forza politica che ha la reale volontà di far progredire questo Paese e lo ha dimostrato concretamente, con i fatti, facendo approvare una lunga serie di provvedimenti innovativi in tutti i campi, dal sociale all’ambiente, dal lavoro alla giustizia: il reddito di cittadinanza, il decreto dignità, la ‘spazzacorrotti’, la salva-mare, il codice rosso, il super-bonus. Siamo riusciti a far approvare alla Camera importanti provvedimenti sui diritti civili contro l’omotransfobia e sulla morte medicalmente assistita, abbiamo fatto approvare in commissione e approdare in Aula per la prima volta due proposte veramente progressiste sulla coltivazione domestica della cannabis e sullo ius scholae. Con il sostegno dei colleghi consiglieri regionali abbiamo denunciato con forza e con successo l’incostituzionalità del devastante Piano casa della Regione Sardegna; abbiamo rilanciato il progetto per la riconversione dell’ex carcere San Sebastiano di Sassari in ‘Cittadella giudiziaria’, progetto vitale per il futuro della città". Lo scrive su Facebook Mario Perantoni, deputato sassarese del M5S.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
12:08

Boccia (Pd): "Con il M5s per le politiche possiamo essere su binari paralleli"

In un'intervista al Corriere della Sera il responsabile enti locali del Pd, Francesco Boccia, si esprime su elezioni e alleanze. "Unire i progressisti significa fare della redistribuzione dei redditi, delle risorse e delle opportunità un punto fermo dell'azione politica – sottolinea -. Significa scegliere l'Europa come stella polare, difendere l'ambiente, lottare per la decarbonizzazione, avere nel cuore e nel vocabolario la scuola pubblica, la sanità pubblica e i trasporti pubblici locali". E sui rapporti con il M5s aggiunge: "Siamo alleati in diverse città o regioni perché abbiamo costruito un lavoro in questi tre anni – evidenzia –. Anche se non siamo insieme in coalizione, le elezioni politiche possono essere fatte su binari paralleli". E prosegue: "L'avversario è la destra ed è una destra che vuole portarci ai margini dell'Europa, è la destra del ritorno del militare obbligatorio, dei blocchi navali, del no al Pnrr, dei passi indietro sui diritti civili. Contro questa destra va fatta una battaglia da fronti diversi". 

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
11:56

Giorgia Meloni è il leader più amato secondo l'ultimo sondaggio Swg

È sempre Giorgia Meloni la prima nella classifica del gradimento dei leader con il 32% delle preferenze. È quanto risulta da un sondaggio Swg che fornisce la classifica dei capi partito. La leader di FdI è seguita da Giuseppe Conte (25%). Si registra un testa a testa tra Enrico Letta e Matteo Salvini entrambi al 23%. In coda Carlo Calenda (20%) e Silvio Berlusconi (19%). L'elettorato di centrodestra, secondo il sondaggio, risulta essere il più motivato ad andare a votare. Fuori dai due principali poli l'astensione è alta. Infatti, numeri alla mano, solo il 28% tra gli elettori di destra e centrodestra non andrà a votare mentre annuncia la sua astensione il 54% dell'elettorato di Centro e il 31% di quello di sinistra e centrosinistra. Infine il 67% di chi non si recherà alle urne è tra i politicamente "non collocati".

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
11:52

Salvini: "Nucleare? Se vinciamo si può avere in 7 anni"

Per costruire una nuova centrale nucleare "dalla posa della prima pietra, occorrono 7 anni, non 7 giorni. Quindi, se mai si comincia, mai si arriva. Quindi se vinciamo le elezioni, il primo gennaio 2023 si torna a essere al pari di tutti gli altri Paesi al mondo: nell'arco di 7 anni potremmo produrre energia a minor costo rispetto a quella di oggi". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a margine di una visita alla sede dell'associazione Telefono Donna all'ospedale Niguarda di Milano. A chi gli chiedeva se la Lombardia potrebbe essere il luogo per la realizzazione delle centrali, Salvini ha risposto che "saranno i cittadini a decidere, ma ne servirebbero tante".

"Ci sono tanti termovalorizzatori in Lombardia, più di 10, che portano ricchezza, che puliscono le città e danno valore aggiunto e danno lavoro. Sono rimasti solo i 5 stelle e parte della sinistra a dire no. Come no ai termovalorizzatori, no al nucleare, no a tutto", ha detto ancora.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
11:48

Il nuovo simbolo di Forza Italia per le elezioni politiche del 25 settembre

"Il simbolo porta i colori di Forza Italia, il nome di Berlusconi ed è stato aggiunto il riferimento al Ppe. In accordo con la famiglia Popolare abbiamo deciso di ribadire la presenza forte di un'anima cristiana, democratica, liberare e garantista che fa esplicito riferimento ai valori popolari europei", ha spiegato il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani, presentando il simbolo del partito. "Si tratta della nostra scelta europeista, l'essere legati a una tradizione", ha aggiunto.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
11:40

Tajani: "Chi farà il premier? Nessuna preclusione nei confronti di nessun leader del Cdx"

"Abbiamo regole che ci siamo dati molto precise: chi prende più voti ha l’onere e l’onore di indicare il nome del premier al capo dello stato. Non c’è preclusione nei confronti di nessun leader del centrodestra" da parte di Forza Italia. Lo ha ribadito il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, nel corso della conferenza stampa organizzata nella sede del partito a Roma per presentare il simbolo di FI per le elezioni politiche del 25 settembre.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
11:19

Della Vedova (+Europa): "Patto con Pd è base per sconfiggere Meloni e Salvini"

"+Europa ha riunito ieri la Direzione e abbiamo molto discusso su quanto fosse accaduto. Per noi non c'è nessuna ragione per rompere il Patto siglato con il Pd. Tutto era chiaro fin dall'inizio e la politica seria è quella che, se prende un impegno martedì, non lo disdice la domenica successiva. Rimango convinto che questo accordo sia la base per contendere a Salvini e Meloni la leadership del Paese". Lo ha detto a ‘Radio Anch'io' su Radio Radio 1 il segretario di +Europa, e sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova.
"Il patto – ha aggiunto – ha un connotato politico molto forte che deve restare: continuità con le politiche di Draghi sul piano interno ed internazionale, Pnrr, invarianza del carico fiscale, correzione reddito di cittadinanza, autonomia energetica, diritti civili e ius scholae. Queste elezioni saranno lo spartiacque tra un'Italia che resta un grande Paese dentro l'Europa e un'Italia alleata con Orban e Putin. A causa della legge elettorale, tutti i voti che andranno al terzo polo saranno voti che serviranno a fare eleggere nei collegi uninominali i candidati di destra". 

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
11:16

Chi vince le prossime elezioni secondo l'ultimo sondaggio Swg

Secondo l'ultimo sondaggio Swg si conferma il testa a testa tra Fratelli d'Italia e Partito Democratico: il partito di Giorgia Meloni è al 23,8%, in calo dello 0,4% rispetto a una settimana fa. I dem inseguono Fratelli d'Italia, con il 23,3% dei consenti, in calo anche loro dello 0,4%.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
11:00

Elezioni Sicilia, ultimatum M5s a Pd: "Accetti i 9 punti o andiamo da soli"

Caterina Chinnici, l'europarlamentare del Pd che ha vinto le primarie della coalizione progressista in Sicilia per la corsa alla presidenza della Regione, ha ricevuto un ultimatum da parte dei Cinque Stelle, che a quelle primarie avevano partecipato e oggi avvertono che potrebbero correre da soli. "Possiamo andare avanti assieme, ma solo a patto che sui temi siciliani ci sia un impegno ferreo da parte di Caterina Chinnici e degli alleati".

È questo in sintesi il verdetto dell'assemblea regionale tenuta ieri dal M5S Sicilia a Palermo, che ha visto l'intervento dell'ex presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: "La coalizione col Pd? Se resterà in piedi dipende da una ferrea convergenza sui temi, sui quali non arretreremo di un centimetro – ha detto il referente siciliano del M5S Nuccio di Paola – per questo chiederemo subito un incontro urgente con Caterina Chinnici e con le altre forze della coalizione del fronte progressista, Centopassi, Art1, Sinistra italiana, Verdi e Partito socialista. Porteremo sul tavolo nove temi siciliani, come nove erano i punti sottoposti da Conte a Draghi, e se diranno no solo ad uno di questi, allora saremo pronti a rompere l'alleanza e ad andare da soli".

"Alla luce di quanto successo a Roma – ha detto Di Paola – il cammino della coalizione progressista non è scontato come quando è stato avviato e come è stato evidenziato da numerosi interventi fatti oggi in assemblea, dove si sono registrati posizioni a favore e posizioni contrarie al proseguimento del percorso delle presidenziali siciliane".

"Alla Chinnici – ha aggiunto Barbara Floridia, candidata a quelle primarie – chiederemo ad esempio, li vuole o no gli inceneritori? Userà o no i fondi arrivati grazie al Conte 2 per fare le assunzioni nei centri per l'impiego? Se le risposte saranno secche e pienamente soddisfacenti, bene, altrimenti ciao".

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
10:44

Ex ministro Sergio Costa: "Partecipo a parlamentarie M5s"

"Ci ho riflettuto, ne ho parlato in famiglia e con gli amici più stretti. Alla fine ho deciso e mi sono iscritto per partecipare alle Parlamentarie del Movimento nel collegio Senato Napoli e Provincia". Lo scrive in un post social l'ex ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, ricordando che, "in questi mesi moltissimi mi hanno scritto e sollecitato a esserci e dare la mia disponibilità in vista delle elezioni di settembre". Costa dice di sentire "di doverlo fare come gesto di lealtà nei confronti del Movimento che mi volle ministro quattro anni fa, ma non soltanto: sento di poter dare ancora il mio contributo al Paese, e i valori del Movimento mi sono cari. A mio parere, se vissuti, sono la vera novità nell'orizzonte politico italiano". 

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
10:41

Franceschini: "Calenda cerca di seminare zizzania tra di noi"

"Una delle regole più scontate, soprattutto quando si rompe di colpo un'alleanza, è cercare di seminare zizzania nel campo avverso. Ho il timore che a questo sia dedito Calenda che prima ha più volte sottolineato di avere telefonato a me e non a Letta e ora ammicca addirittura al fatto che io avrei ‘capito perfettamente' le sue ragioni". Lo dice all'Ansa il ministro della Cultura, Dario Franceschini (Pd). "In effetti ho capito le sue motivazioni, totalmente sbagliate, e quando, nel corso di quella telefonata, ho cercato di parlarne, mi ha bloccato dicendo: non ho chiamato per discutere ma per comunicare una decisione già presa".

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
10:20

Più Europa dà mandato a Della Vedova per verifica patto con Pd

"La Direzione di +Europa, riunitasi oggi, udita la relazione del Segretario Della Vedova, con riguardo agli avvenimenti politici delle ultime settimane, dopo un ampio e articolato dibattito, conferisce mandato al segretario a verificare le condizioni politiche e le eventuali possibili formule per la conferma del patto sottoscritto con il PD". È quanto si legge in una nota emanata ieri sera.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
10:15

Chiara Appendino (M5s) in campo: "Reddito di cittadinanza misura giusta a tutela dei fragili"

L'ex sindaca di Torino Chiara Appendino scende in campo in vista delle elezioni del 25 settembre: correrà per il Movimento 5 Stelle, come la stessa conferma al "Fatto Quotidiano": "Avevo voglia di rimettermi a disposizione della mia città, e il M5S è la mia comunità". È pronta a mettersi in gioco a livello di campagna elettorale: "Io farò campagna sui nostri temi, a prescindere dal consenso, perché sono giusti per il nostro Paese. Il reddito di cittadinanza non ci ha portato molti voti al Nord? Forse è così, ma è una misura giusta, perché tutela i fragili. Il salario minimo? So che è doveroso. Non possiamo chiedere ai giovani di fare lavori da tre euro all'ora".

Sulla scissione dell'ex alleato Luigi Di Maio: "Una scelta sbagliata. Per me è stato difficile dal punto di vista umano, perché con Di Maio e con Laura Castelli abbiamo fatto cose importanti, che non rinnego. Forse la loro era un'operazione già costruita da tempo, perché non la fai in 48 ore. Ma la politica è una cosa, i rapporti umani un'altra". Infine, sul 10% come obiettivo del M5S: "Per me non è numerico, bensì riuscire a mettere al centro dell'agenda politica i nostri temi come l'ambiente e la giustizia sociale".

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
10:00

Elezioni, Carlo Calenda non dovrà raccogliere le firme

La questione della raccolta firme "pesa zero". Lo ripete il leader di Azione, Carlo Calenda che a Morning News su Canale 5 ha spiegato: "Ieri il Parlamento europeo ha mandato al Viminale la certificazione che io sono stato eletto in una lista composita, quindi non è un problema l'esenzione che è a piena norma di legge". 

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
09:53

Renzi: "Chi guiderà il terzo polo? È l'ultimo dei problemi"

"La guida dell'eventuale Terzo Polo è ora l'ultimo dei miei problemi". Lo afferma Matteo Renzi parlando a Omnibus. Il leader di Iv chiarisce che sta attendendo le mosse di Carlo Calenda. "Se dirà di sì saremo felici. Se dirà di no non lo capirei ma lo rispetterei, ma l'importante è che dal 16 agosto si inizi la campagna elettorale".

"Noi ci siamo sempre nelle discussioni serie, ma non ci stiamo al ballo del qua qua, alle proposte mirabolanti e inattuabili – aggiunge – , alcuni temi come il salario minimo e il reddito di cittadinanza sono anche giusti ma servono degli strumenti adeguati per gestirli. C'è prima di tutto un problema di sostenibilità ambientale e sociale a cui dobbiamo far fronte. E ciò anche per colpa dell'inflazione, della paura dei cittadini per il futuro che li può portare a non votare a settembre e addirittura a pensare di lasciare l'Italia", dice tra l'altro Renzi.

A cura di Annalisa Cangemi
09 Agosto
09:40

Elezioni 25 settembre 2022, le notizie di oggi 9 agosto in diretta

Prosegue il dialogo tra Azione e Italia viva, per cercare di trovare un accordo e correre uniti per le elezioni politiche del 25 settembre. I primi contatti ci sono stati già ieri, e oggi i due riparleranno. Carlo Calenda intanto fa sapere che non dovrà raccogliere le firme per presentare la lista: "Ieri il Parlamento europeo ha mandato al Viminale la certificazione che io sono stato eletto in una lista composita, quindi non è un problema l'esenzione che è a piena norma di legge". Intanto l'ex titolare del Mise lancia la sua campagna elettorale, che si chiama "Italia sul serio".

Renzi apre: "Carlo Calenda e i suoi devono decidere se fare o no l'accordo con noi, se fare una lista unica. Noi siamo disponibili a stare in squadra perché il Terzo polo sarebbe la grande sorpresa delle elezioni e solo con un terzo Polo forte si potrà chiedere a Draghi di rimanere a Palazzo Chigi".

Nel Centrodestra si lavora al programma, nella giornata di oggi potrebbe essere chiuso. Berlusconi sta riflettendo in merito a una sua candidatura: "Lasciatemi pensare un poco e poi decidiamo". Casalino, Raggi e Di Battista restano fuori dalle parlamentarie del M5s.

A cura di Annalisa Cangemi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni