18 Maggio 22:39 Dl Covid, green pass sarà valido per nove mesi dopo vaccino

La "certificazione verde Covid-19" ha validità di nove mesi dalla data del completamento del ciclo vaccinale. È quanto prevede il testo finale del nuovo decreto legge Covid, firmato questa sera dal capo dello Stato. Il testo dispone inoltre che il "green pass" sia rilasciato "anche contestualmente alla somministrazione della prima dose di vaccino" e che sia valido dal quindicesimo giorno dopo la somministrazione fino "alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale".

18 Maggio 22:08 Covid in Francia, 17.210 nuovi contagi e 228 morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore, in Francia vi sono stati 17.210 nuovi contagi di coronavirus e 228 morti. I dati del ministero della Sanità arrivano alla vigilia della seconda tappa dell'alleggerimento delle misure anticovid, con l'apertura domani di bar e ristoranti, ma solo all'aperto. Il coprifuoco viene spostato alle 21. Prosegue intanto la campagna vaccinale. Oltre 21 milioni di francesi, pari al 31,5% della popolazione, hanno ricevuto almeno una prima dose di vaccino, mentre 9,1 milioni (il 13,6%) hanno ricevuto anche la seconda.

18 Maggio 21:48 L’epidemiologa Viola: “Sulle riaperture è importante andare piano”

"Stiamo aprendo gradualmente ed è importante andare piano, ora abbiamo i vaccini che funzionano e possiamo un po' stare più tranquilli". Così l'epidemiologa Antonella Viola sulle riaperture intervenendo a DiMartedì su La7.

18 Maggio 21:42 Vaccini Lombardia, Moratti: “Adesioni altissime, no open day per i maturandi”

"Con i vaccini che abbiamo adesso, non siamo in grado di pensare a iniziative per incentivare i giovani”. Lo ha detto a SkyTG24 Letizia Moratti, Vicepresidente e Assessora al Welfare della Regione Lombardia. Sull’ipotesi di organizzare open day per i maturandi, Moratti spiega: “Abbiamo adesioni altissime in tutte le fasce d’età a cui abbiamo aperto. Da giovedì apriremo agli over 40, dunque ai quarantenni e abbiamo le agende piene fino a maggio. In questo momento non abbiamo bisogno di open day. Anche perché non abbiamo vaccini sufficienti”.

18 Maggio 21:10 Il presidente Mattarella ha firmato il decreto Riaperture

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il dl Covid sulle aperture. Lo si apprende da fonti del Quirinale. Con la firma del  capo dello Stato e la conseguente pubblicazione in Gazzetta ufficiale il coprifuoco, finora fissato alle 22, da domani slitterà alle 23.

18 Maggio 20:57 Contagi Covid, la Spagna torna in situazione di “rischio medio”

La Spagna si situa di nuovo sotto la soglia di "alto rischio" per quanto riguarda i contagi Covid. Secondo gli ultimi dati del Ministero della Sanità, l'incidenza dei nuovi casi positivi è scesa sotto i 150 ogni 100.000 abitanti, fermandosi a 147,5. È la prima volta da fine marzo che il Paese si trova in situazione di "rischio medio", secondo i parametri stabiliti dalla autorità sanitarie nazionali.

18 Maggio 20:42 Vertice sull’Africa, il presidente francese Macron: “Eliminare brevetti sui vaccini Covid”

I partecipanti al vertice di oggi a Parigi sulle economie africane – tra cui anche il presidente Mario Draghi – hanno chiesto che siano tolti i brevetti sui vaccini contro il Covid-19. Lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, nella conferenza stampa finale.

18 Maggio 20:25 Il 60% degli americani adulti ha ricevuto una dose di vaccino anti-Covid

Ad oggi almeno il 60% degli americani dai 18 anni in su ha ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid. Si tratta di una pietra miliare sottolineata dalla direttrice dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc), Rochelle Walensky. Nell'ultima settimana hanno iniziato ad aggiungersi alla platea dei vaccinati anche i teenager per i quali è stato appena approvato il vaccino Pfizer: più di 4.1 milioni di adolescenti tra i 12-17 anni hanno ricevuto la prima dose.

18 Maggio 20:10 Più di un miliardo e mezzo di dosi di vaccino anti-Covid somministrate in tutto il mondo

Più di un miliardo e mezzo di dosi di vaccino anti-Covid sono state somministrate in tutto il mondo. Lo riferisce l'Afp in un conteggio effettuato a sei mesi dall'inizio delle prime campagne di immunizzazione. Almeno 1.500.017.337 dosi sono state iniettate in 210 paesi o territori. Di queste, quasi il 60% in tre paesi: Cina (421,9 milioni), Stati Uniti (274,4 milioni) e India (184,4 milioni). Nel rapporto con la popolazione, è Israele a guidare la classifica: quasi 6 israeliani su 10 risultano completamente vaccinati. Nell'Unione europea sono state somministrate oltre 200 milioni di dosi, pari al 32% della popolazione. I Paesi più popolosi – Germania, Spagna, Italia e Francia – sono tutti intorno alla media europea. I più virtuosi sono Malta (il 65% della popolazione ha ricevuto almeno una dose) e l'Ungheria (49%). La progressione delle campagne vaccinali è evidente. Per arrivare a quota 500 milioni sono stati necessari 4 mesi, mentre per raggiungere il miliardo e mezzo sono bastate poco più di 3 settimane. Tuttavia, 11 Paesi sono ancora a zero: 6 in Africa (Tanzania, Burkina Faso, Ciad, Burundi, Repubblica Centrafricana, Eritrea), 2 in Oceania (Vanuatu, Kiribati), 2 in Asia (Corea del Nord, Turkmenistan) e uno nei Caraibi (Haiti).

18 Maggio 19:39 Draghi: “La strategia è vaccinare e osservare le regole”

"La strategia è la vaccinazione che ha considerevolmente migliorato la situazione e l'osservanza delle regole, dei protocolli di distanziamento, delle mascherine e tutto quello che abbiamo imparato a fare in questo anno e mezzo". Così il premier Mario Draghi a margine del vertice sull'Africa a Parigi, rispondendo a una domanda sulle misure di contenimento del Covid. "I protocolli, il distanziamento, le mascherine" è "quello che abbiamo imparato a fare in questo anno e mezzo con lezioni severe e tremende, che speriamo di dimenticare", ha aggiunto.

18 Maggio 19:22 Le montagne del Piemonte saranno Covid free come le isole

Il Piemonte è la prima Regione in Italia a rendere le sue montagne Covid free attraverso la vaccinazione di tutti i residenti dei comuni montani che presentano presidi sanitari minimi, analogamente a quanto già fatto in Italia con le isole minori. Sono stati già definiti alcuni parametri, basati su altitudine e tempo per raggiungere il presidio sanitario, che danno vita alla mappa dei comuni che saranno vaccinati per intero, indipendentemente dalla fascia d'età dei residenti. I dettagli dell'iniziativa saranno presentati domani.

18 Maggio 19:06 Tre milioni di dosi di vaccino Covid in arrivo tra il 20 e il 24 maggio

Sono circa 3 milioni i vaccini che verranno consegnati tra il 20 e il 24 maggio alle Regioni e Province autonome. Le dosi riguarderanno tutti i farmaci: Pfizer, Vaxzevria, Moderna e Jannsen. Lo comunica la struttura del Commissario per l'Emergenza, Francesco Figliuolo. Le dosi di Pfizer verranno come di consueto distribuite direttamente alle strutture sanitarie designate dalle Regioni e Province autonome. Le restanti raggiungeranno l'hub nazionale vaccini della Difesa a Pratica di Mare per poi essere consegnate con vettori della Difesa e di Poste Italiane, con la scorta fornita da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza.

18 Maggio 18:43 Le province che oggi hanno fatto registrare meno di 10 casi di Coronavirus

Secondo il bollettino di oggi sono 26 le province italiane che hanno fatto registrare meno di 10 casi Covid. Quelle di Isernia e Vibo Valentia hanno raggiunto il traguardo dei zero contagi nelle ultime 24 ore. Ecco l’elenco aggiornato delle province con il maggior e minor numero di infezioni da ieri.

18 Maggio 18:29 Vaccini Covid, in Puglia quasi completata campagna over 80

Il 99,12% degli over 90 in Puglia è stato vaccinato contro il Covid, mentre nella fascia di età 80-89 anni la copertura è del 93,05%. La Puglia, quindi, ha quasi terminato di somministrare almeno la prima dose agli over 80, l'obiettivo è completare entro il 31 maggio. Nella fascia 70-79 anni, la Puglia è prima in Italia con l'86,13% della popolazione vaccinata con prima dose, infine tra 60 e 69 anni la copertura è pari al 67,5% (settima). Secondo il report ministeriale aggiornato a oggi pomeriggio alle 17.13, la Puglia è ancora prima in Italia per numero di dosi inoculate, 1.915.836, rispetto a quelle ricevute, 1.9885.625, pari al 96,5%.

18 Maggio 18:17 Dopo il vaccino Covid i sintomi a lungo termine della malattia tendono a migliorare

I sintomi della cosiddetta “Long Covid” come ad esempio affaticamento, dolori muscolari e dolore toracico migliorano dopo la somministrazione del vaccino. I farmaci a RNA messaggero – e in particolar modo il Moderna – sembrano offrire i risultati migliori, come emerso da un sondaggio con oltre 800 partecipanti del Regno Unito.

18 Maggio 18:02 Salmaso spiega a Fanpage.it perché l’immunità di gregge è un falso traguardo

L’epidemiologa Stefania Salmaso spiega perché l'immunità di gregge è un falso traguardo che non raggiungeremo. Salmaso, membro dell’Associazione Italiana di Epidemiologia, parla sull’impatto dei vaccini sulla riduzione delle infezioni e dei decessi da Covid: “L’informazione sicuramente più interessante riguarda l’efficacia a livello nazionale già dopo la prima dose di vaccino, aumentata fino ad un massimo di 35/40 giorni dopo i quali si fa la seconda. Tuttavia, non raggiungeremo al momento l’immunità di gregge”. L'intervista completa a Fanpage.it.

18 Maggio 17:52 Figliuolo: “Programmare vacanze in funzione del vaccino anti-Covid”

"È bene che chi va in vacanza regoli le proprie vacanze in funzione dell'appuntamento vaccinale". Lo ha detto oggi il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario all'emergenza Coronavirus, parlando con i giornalisti a Siena. Figliuolo, oggi in visita in Toscana, ha invitato ancora la regioni a continuare a vaccinare fragili e over 60.

18 Maggio 17:37 Spostare il richiamo Pfizer e Moderna a 42 giorni non compromette risposta immunitaria

Secondo il Cts spostare il richiamo del vaccino di Pfizer e Moderna a 42 giorni non compromette la risposta immunitaria. Locatelli ha spiegato perché spostare il richiamo dei vaccini Pfizer e Moderna a 42 giorni non è un rischio per la salute: “La seconda dose entro 42 giorni è stata riportata nel dossier fornito dalle aziende all’Ema e soprattutto non inficia l’efficacia delle risposta immunitaria, inoltre la prima somministrazione conferisce protezione dallo sviluppo della malattia Covid”.

18 Maggio 17:23 Calano ancora terapie intensive e ricoveri

Sono 1.689 le terapie intensive in Italia per Covid, 65 in meno rispetto a ieri. Ammontano a 11.539 i ricoveri ordnari, 485 in meno nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività scende all'1,7%.

18 Maggio 17:14 Sardegna, a Sarroch petroliera con 7 casi di variante indiana

A bordo della petroliera Heydar Aliyev, in rada a Sarroch da giovedì scorso, si trovano sette marinai positivi alla variante indiana del Covid. La nave era arrivata in Sardegna la scorsa settimana per operazioni commerciali relative alla Saras, ma prima dell’approdo diversi membri dell’equipaggio avevano accusato i sintomi del Covid generando allarme fra le autorità sanitarie. I medici hanno provveduto a eseguire i tamponi sul personale di bordo: l'esito è stato di 13 positivi su 21, con un ricovero al Santissima Trinità. Fra i 13 contagiati, l’Aou di Cagliari ha rilevato 7 casi di variante indiana.

18 Maggio 17:08 Covid Lombardia, 598 contagi e 31 morti

Il bollettino Coronavirus in Lombardia: sono 598 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore, mentre sono stati registrati altri 31 decessi, per un totale dall’inizio della pandemia di 33.391 vittime. Diminuisce il numero di pazienti Covid ricoverati in ospedale (1.992) e nei reparti di terapia intensiva (353).

18 Maggio 16:58 Bollettino Coronavirus Italia: oggi 4.452 contagi e 201 morti

Sono 4.452 i nuovi contagi Covid registrati nel bollettino di oggi del ministero della Salute, per un totale di 4.167.025 casi da inizio pandemia. Le vittime in un giorno sono 201. I guariti salgono a 3.727.220 (+11.831). I casi attualmente positivi sono 315.308 (-7.583).

18 Maggio 16:52 Covid Lazio, oggi 348 nuovi casi e 14 morti

Il bollettino del Coronavirus nel Lazio: sono stati diagnosticati oggi 348 casi di coronavirus e 14 morti, tre in meno rispetto a ieri, mentre le persone guarite sono 1519. Lo comunica la Regione. Il bollettino dello Spallanzani registra 126 casi positivi e 25 in terapia intensiva.

18 Maggio 16:42 Riapertura anticipata delle palestre dal 24 maggio: le regole

Dal 24 maggio riaprono le palestre in zona gialla. La ripartenza è stata anticipata di una settimana con il nuovo decreto approvato il 17 maggio dal governo Draghi. Per accedere alle strutture bisognerà seguire i protocolli validati dal Comitato tecnico scientifico: ancora chiusi spogliatoi e docce, le parole chiave sono distanziamento e sanificazione degli attrezzi. Qui tutte le nuove regole per le palestre.

18 Maggio 16:24 In Emilia Romagna 331 nuovi contagi da Coronavirus e 10 morti

Sono 331 i contagi registrati in Emilia Romagna nell'ultima giornata, su un totale di 24.655 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 1,3%. Continua la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni e le persone dai 55 anni in su. E da ieri, in Emilia-Romagna anche i 40-49enni, cioè i nati dal 1972 al 1981 compresi, possono registrarsi on line per la somministrazione del vaccino anti Covid collegandosi al sito internet della Regione http://salute.regione.emilia-romagna.it/candidature-vaccinazione. Lo stesso disponibile per la classe d'età 50-54 (i nati dal 1967 al 1971 compresi), per la quale naturalmente le candidature rimangono aperte. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all'argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate.Tutte le informazioni sulla campagna vaccinale: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 2.214.106 dosi; sul totale, 735.538 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

18 Maggio 16:11 Conte esulta per riaperture: “Dimostrazione che serve gradualità, non si torna indietro”

L'ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte parla delle decisioni del governo Draghi sulle riaperture: “Non esiste altro criterio per affrontare la pandemia se non quello della gradualità, della ragionevolezza. Per riaprire e non tornare più indietro è necessario procedere con adeguata proporzionalità in ogni decisione”. Non manca una frecciatina a Salvini: “Allestire improvvisate raccolte firme o soffiare sul fuoco del disagio del Paese non serve”.

18 Maggio 15:52 Covid Abruzzo, 33 nuovi contagi in 24 ore

Sono complessivamente 73.295 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Si registrano rispetto a ieri 33 nuovi casi (di età compresa tra 6 mesi e 85 anni).Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 13, di cui 3 residenti in provincia dell'Aquila, 1 in provincia di Chieti e 9 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi e sale a 2460 (di età compresa tra 69 e 96 anni, 1 in provincia di Teramo e 2 in provincia di Pescara). Dei casi odierni 2 sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 64421 dimessi/guariti (+493 rispetto a ieri).

18 Maggio 15:37 In Friuli Venezia Giulia 42 contagi Covid e 2 morti

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.848 tamponi molecolari sono stati rilevati 36 nuovi contagi con una percentuale di positività dello 0,94%. Sono inoltre 3.423 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 6 casi (0,18%). Si registrano 2 decessi, i ricoveri nelle terapie intensive rimangono stabili a 15 mentre scendono a 65 quelli in altri reparti. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.770, con la seguente suddivisione territoriale: 807 a Trieste, 2.000 a Udine, 672 a Pordenone e 291 a Gorizia. I totalmente guariti sono 91.593 e le persone in isolamento oggi scendono a 5.494. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 106.563 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.072 a Trieste, 50.526 a Udine, 20.823 a Pordenone, 12.952 a Gorizia e 1.190 da fuori.

18 Maggio 15:15 In Alto Adige da subito vaccino a tutte le fasce d’età dai 18 anni in su

L'Alto Adige apre da giovedì le vaccinazioni a tutte le fasce d'età dai 18 anni in su. Una serie di ‘serate vax' con Astrazeneca sono in programma in tutta la provincia. Come spiega il direttore generale dell'Azienda sanitaria, Florian Zerzer, "si tratta di un progetto pilota che in caso di successo potrà essere replicato". Con l'iniziativa serale l'Asl vuole avvicinare le persone che "lavorano di giorno e difficilmente si possono liberare". Da giovedì a sabato sono previsti "Open Vax Day&Night" a Bressanone, Vipiteno, Bolzano, Lana, Silandro e Brunico. Le prenotazioni per 4.800 appuntamenti partono dalla prossima mezzanotte.

18 Maggio 14:58 Giorgetti: “Ipotesi green pass per riaprire le discoteche”

Per riaprire le discoteche il governo potrebbe prevedere un "green pass". A parlarne è il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, in occasione della presentazione del rapporto sulla ristorazione 2020 di Fipe Confcommercio. Sulla ripartenza la decisione è "quella di dare una prospettiva di certezza, che è definita nelle date che conoscete, che è penalizzante, mi rendo conto, per alcun i settori, il caso più eclatante è quello delle discoteche". Se ne è discusso, perché "per lo specifico settore forse è l'unica via di fuga rispetto a una indefinita situazione".

18 Maggio 14:46 Figliuolo: “Vaccinare over 60 e fragili, se non mettiamo loro in sicurezza non ne usciamo”

"Dobbiamo continuare a vaccinare gli over 60 e i fragili. Chiedo a tutti presidenti di Regione di andare avanti con i richiami, è facile farsi prendere dalla propaganda, ma se non mettiamo in sicurezza gli over 60 che hanno il 95% possibilità di finire in ospedale, o peggio ancora in terapia intensiva, o peggio ancora di morire, non ne usciamo". Così Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario all'emergenza Coronavirus, intervenuto oggi a Firenze. "C'è stato un calo vertiginoso dei ricoveri e dei decessi dando priorità alle classi vulnerabili. Adesso abbiamo davanti 2-3 settimane in cui dobbiamo tenere la barra dritta", ha aggiunto.

18 Maggio 14:28 In Veneto 306 nuovi positivi, ricoveri Covid sotto quota mille 

Sono 306 i nuovi contagi di Covid scoperti in Veneto nelle ultime 24 ore. Continua il calo dei positivi attualmente in isolamento domiciliare, 14 mila (più di mille in meno rispetto a ieri), così come il numero dei ricoveri, sotto quota mille a 959. Dodici i decessi nelle ultime 24 ore.

18 Maggio 14:13 Festa di matrimonio con oltre 60 invitati, chiuso ristorante nel Parmense

Un ristorante è stato multato e chiuso – per violazione delle norme anti-Covid – a causa di un matrimonio con oltre 60 invitati. Accade a Sala Baganza, nel Parmense dove i due sposi avevano deciso di festeggiare la loro unione: trovato il locale hanno incaricato un wedding planner di organizzare il tutto per una festa, con oltre 60 invitati e musica dal vivo. A ‘rovinare' il clima sono stati i carabinieri della compagnia di Salsomaggiore e del nucleo ispettorato del Lavoro di Parma, che si sono imbattuti nella celebrazione durante controlli sul rispetto dei protocolli anti-coronavirus presso le attività di ristorazione. Protocolli che non prevedono simili festeggiamenti. Così i militari hanno interrotto il pranzo e provveduto a chiudere il ristorante per cinque giorni multando la legale rappresentante e gli sposi. Nei prossimi giorni saranno sanzionati gli ospiti e sono in corso accertamenti per individuare il wedding planner.

18 Maggio 13:55 Perché non faremo i richiami dei vaccini in vacanza

L’ipotesi di effettuare i richiami dei vaccini anti-Covid nei luoghi di vacanza sembra da accantonare, nonostante la volontà di molte Regioni. Fabio Ciciliano, membro del Cts, ammette che il sentiero da percorrere è davvero stretto: “Mi auguro di sì – dice sul tema dei vaccini in vacanza – ma temo sia veramente troppo complesso”. Una complessità derivante sia da una questione logistica che da una riguardante gli strumenti a disposizione: ciò che manca, al momento, è una vera piattaforma vaccinale unica nazionale che consenta di scegliere dove fare la seconda dose, magari anche al di fuori della propria Regione.

18 Maggio 13:14 Errore somministrazione in Toscana, a una donna 4 dosi invece di 1

Un caso di sovradosaggio in Toscana dove a una donna sono andate quattro dosi  invece di una. A ricevere il sovradosaggio del vaccino anti covid, come spiegano dalla Asl, una donna sessantenne: sarebbe in buone condizioni di salute. Un caso analogo si è verificato sempre in Toscana, a Massa, il 9 maggio: allora era stata una 23enne a ricevere 4 dosi di Pfizer.

18 Maggio 13:03 L’Austria dice addio al vaccino anti covid AstraZeneca, stop da giugno

L'Austria dice addio al vaccino anti covid AstraZeneca.  Lo ha annunciato il ministro della Salute. Il Paese eliminerà gradualmente AstraZeneca dal suo programma di vaccinazioni contro il Covid-19 a causa di problemi di consegna e della diffidenza tra la popolazione per i rari effetti collaterali. "Probabilmente continueremo a fare prime somministrazioni fino all'inizio di giugno e poi basta", ha detto lunedì il ministro della Salute Wolfgang Mueckstein al canale televisivo privato Puls 24. Si tratta del terzo paese europeo, dopo Norvegia e Danimarca.

18 Maggio 12:51 Il dispositivo simile a un etilometro che rileva il coronavirus dal respiro

Ricercatori della società dei Paesi Bassi Breathomix, in collaborazione con medici e scienziati dell’Università di Amsterdam, hanno messo a punto un dispositivo in grado di rilevare il coronavirus SARS-CoV-2 dal respiro dei pazienti. Lo SpiroNose si basa su sette sensori a semiconduttore di ossido di metallo che “fiutano” i composti chimici volatili nell’aria esalata. La sensibilità sarebbe simile a quella dei test tradizionali, ma è più rapido e non invasivo.

18 Maggio 12:34 Decreto Riaperture, la Lega questa volta non si astiene: “Ma volevamo ottenere qualcosa in più”

Questa voltala Lega non si è astenuta sul decreto riaperture e ha votato a favore del nuovo provvedimento. Tuttavia il ministro Giancarlo Giorgetti, numero due del Carroccio, ha affermato che il suo partito si sarebbe aspettato di più. Chiama invece alla prudenza il ministro Roberto Speranza. Critiche, infine, dall’opposizione che continua ad attaccare il governo sul coprifuoco.

18 Maggio 11:57 Covid manager, la nuova figura professionale fondamentale per i matrimoni

L’estate 2021 è alle porte e il turismo è costretto a reinventarsi. Nasce il Covid manager, la figura professionale imprescindibile per il settore, anche e soprattutto con il via libero del governo a matrimoni, comunioni e cerimonie in generale. Ecco di cosa si occupa e perché sarà fondamentale il nuovo addetto al rispetto delle norme anti-contagio

18 Maggio 11:45 Speranza: “Adesso che abbiamo i vaccini disegniamo la ripartenza dell’Italia”

"Adesso che abbiamo i vaccini e circa 28 milioni di italiani hanno ricevuto la prima dose possiamo cominciare a disegnare un orizzonte di ripartenza per l'Italia. Le evidenze scientifiche ci stanno portando a un percorso di riaperture, fatto sempre con i piedi per terra e con prudenza, un passo alla volta, ma che segna la possibilità di aprire una stagione diversa". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza intervenendo a un incontro organizzato da Coldiretti, Fondazione Univerde e Campagna Amica a Roma. "Adesso dobbiamo continuare ad investire sul nostro servizio sanitario nazionale, abbiamo capito quanto conti avere un servizio universale capace di prendersi cura di tutti, io voglio investire sulle patologie diverse dal Covid, dobbiamo recuperare tutti i ritardi sugli screening, le visite, gli interventi".

18 Maggio 11:36 Perché un bambino su 1.000 viene colpito dalla grave sindrome infiammatoria post Covid

Nei piccoli pazienti che manifestano la condizione chiamata MIS-C è stata riscontrata una diversa risposta immunitaria al coronavirus. I sintomi più comuni sono febbre, dolore addominale con vomito o diarrea ed eruzione cutanea. Se diagnosticata precocemente, spiegano gli autori di una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Immunology, la condizione può essere trattata con immunosoppressori come gli steroidi, ma se non curata, può risultare fatale. Il nuovo studio ha condotto un’analisi approfondita evidenziando che i bambini colpiti da MIS-C mostrano “un alto livello ematico di allarmine”, delle proteine-segnale che costituiscono parte del sistema immunitario innato quando allertato per rispondere rapidamente alle infezioni.

18 Maggio 11:16 Posticipare i richiami dei vaccini invece di vaccinare in vacanza, la proposta di SIleri

Prolungare richiami dei vaccini invece di vaccinare in vacanza, è la proposta del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. "La seconda dose può essere posticipata. Poterla posticipare di alcune settimane vuol dire che si può scegliere di farla prima della partenza ma anche al ritorno, credo che sia la cosa più di buon senso. Laddove non è possibile ci si potrà organizzare con degli hub ma non tutti i sistemi informativi delle regioni possono comunicare fra loro" ha spiegato Sileri intervenendo a Radio Anch'io su Rai Radio 1. Per quanto riguarda Il green pass "per i vaccinati dovrebbe essere esteso a 1 anno, è molto verosimile che la protezione duri per quel periodo. L'estensione però dovrebbe essere limitata a chi ha fatto le due dosi di vaccino"

18 Maggio 10:57 Cambiano i parametri per colori Regioni: meno peso a indice Rt, decisivi incidenza e ricoveri

Con il nuovo decreto Covid cambieranno anche i parametri da valutare per il passaggio da un colore all’altro delle Regioni: la zona bianca, gialla, arancione e rossa di ogni territorio verrà decisa dando meno peso all’indice Rt e con una valutazione concentrata soprattutto sull’incidenza dei casi e su quello che viene definito l’Rt ospedaliero, ovvero la pressione sulle strutture sanitarie.

18 Maggio 10:43 Covid Toscana, 291 casi nelle ultime 24 ore: mai così pochi da gennaio

Sono 291 i nuovi casi di coronavirus in Toscana nelle ultime 24 ore a fronte di oltre 9mila teste molecolari analizzati nell'ultima giornata. Lo rende noto il Governatore della Regione Eugenio Giani. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 291 su 19.713 test di cui 9.409 tamponi molecolari e 10.304 test rapidi" ha fatto sapere il Presidente della Regione Toscana , aggiungendo: "Il tasso dei nuovi positivi è 1,48% (4,7% sulle prime diagnosi).  "Non avevamo un dato così basso di nuovi positivi giornalieri dal 19 Gennaio 2021 (241 casi), non abbassiamo la guardia!" ha concluso Giani

18 Maggio 10:25 In Germania oltre 3,6 milioni di positivi da inizio pandemia: da giugno vaccini a tutti

In Germania oltre 3,6 milioni di positivi al coronavirus da inizio pandemia. Le autorità sanitarie tedesche hanno registrato 4.209 nuovi casi di positività al Coronavirus da ieri per un totale di 3.603.055 casi. I decessi delle ultime 24 ore sono stati 221, il totale dei morti 86.381. L'incidenza su sette giorni per 100mila abitanti è scesa a 79. Ieri il ministro della Salute Jens Spahn ha annunciato che a partire dal 7 giugno le vaccinazioni anti-Covid saranno aperte a tutta la popolazione adulta, senza fasce prioritarie.

18 Maggio 10:08 Garattini: “C’è troppo ottimismo e ancora pochi vaccinati covid”

"Vedo in giro un eccesso di ottimismo e non è ragionevole, perché siamo ancora molto indietro con le vaccinazioni. Ci sono ancora 2 milioni di anziani da vaccinare, cerchiamo di accelerare", lo ha dichiarato il farmacologo Silvio Garattini esortando a concentrarsi sulla campagna di immunizzazione contro Covid-19, perché "non dimentichiamoci che dobbiamo vaccinare ancora 31 milioni di italiani". "Se è vero che siamo arrivati al 30% circa della popolazione che ha ricevuto una dose di vaccino, bisogna che sia vaccinato almeno il 50% per cominciare a vedere un rallentamento della circolazione del virus" ha sottolineato il presidente dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri Ircc ad ‘Agorà' su Rai3, concludendo: "Il virus continua a circolare e non siamo ancora nelle condizioni di poter garantire che ci saranno tutte le dosi disponibili"

18 Maggio 09:44 In Veneto vaccini anti covid aperti a tutti da fine maggio

In Veneto vaccini aperti a tutti da fine maggio, lo ha annunciato il presidente della Regione, Luca Zaia. "Noi siamo i primi in Italia per quanto riguarda le vaccinazioni. In Veneto sono vaccinati il 98% degli over80, oltre l'83% della fascia 70-79 anni e oltre il 70% la fascia 60-69.  Abbiamo già aperto ai 40enni e immagino che prima di fine maggio si possa pensare ad un ‘liberi tutti' nel senso che potremo aprire i punti vaccinali a chi vorrà essere vaccinato a prescindere dalle classi d'età" ha spiegato il Governatore nel corso di un collegamento con "Mattino 5" su Canale 5. Per quanto riguarda la zona bianca, invece, "Dovremmo essere già questa settimana con un'incidenza sotto i 50 casi su 100 mila abitanti, ripetuta questa incidenza per tre settimane vuol dire che dal 7 di giugno noi saremo zona bianca e sparisce il coprifuoco e si torna, diciamo, alla normalità".

18 Maggio 09:22 Come stanno andando le vaccinazioni nelle Regioni che presto entreranno in zona bianca

Dal primo giugno entreranno in zona bianca Friuli-Venezia Giulia, Molise e Sardegna, dal 7 giugno toccherà ad Abruzzo, Liguria e Veneto. Ma in alcune di queste Regioni la campagna vaccinale procede al rilento, soprattutto per quanto riguarda l’immunizzazione delle fasce d’età più vulnerabili, dai 60enni agli over 80. Come stanno andando le vaccinazioni nelle Regioni che presto entreranno in zona bianca

18 Maggio 09:14 Johnson & Johnson taglia consegna di vaccini covid questa settimana, l’Ue: “Recupereremo nei prossimi mesi””

Questa settimana Johnson & Johnson taglia la consegna di vaccini covid all'Ue. La conferma arriva da un portavoce della Commissione europea interpellato dall'Agi sulle indiscrezioni su un possibile dimezzamento delle consegne. "La riduzione sarà temporanea e limitata" ha spiegato il portavoce assicurando però che l'Ue conta di recuperare le dosi entro il trimestre. "Stiamo esaminando lo stato di avanzamento delle consegne con tutti gli Stati membri. Continuiamo a lavorare per la consegna di 55 milioni di dosi in questo trimestre" ha concluso il portavoce, che assicura che "l’ammanco di questa settimana sarà recuperato in una fase successiva"

18 Maggio 08:59 Le novità per Bar e ristoranti, ok al chiuso anche la sera dal 1° giugno

Dal 1° giugno bar e ristoranti possono riaprire al chiuso anche di sera, fino allo scattare del coprifuoco che viene da subito spostato alle 23. “Dal 1° giugno sarà possibile consumare cibi e bevande all’interno dei locali anche oltre le 18.00, fino all’orario di chiusura previsto dalle norme sugli spostamenti”: via libera quindi alla cena al chiuso al ristorante e alla consumazione al bancone al bar. Ecco le novità per Bar e ristoranti.

18 Maggio 08:37 Coprifuoco, tutte le tappe che porteranno all’abolizione delle restrizioni notturne 

Il governo Draghi, attraverso l’ultimo decreto Covid, ha fissato le tappe per il superamento del coprifuoco: da subito – entro mercoledì 19 maggio – il divieto di uscita notturna verrà spostato alle 23, per poi passare a mezzanotte a partire dal 7 giugno. L’abolizione del coprifuoco, invece, è prevista per il 21 giugno. Ma le Regioni in zona bianca potrebbero eliminare il divieto di spostamento già prima.

18 Maggio 08:24 Nove su 10 vaccinati con Pfizer o AstraZeneca hanno prodotto anticorpi entro un mese

"Nove su 10 adulti nel Regno Unito che hanno ricevuto Pfizer o AstraZeneca hanno prodotto anticorpi contro il virus entro un mese dalla prima dose", sono i dati di uno studio condotto dai ricercatori dello University College London su dati dei vaccinati nel Regno Unito. Secondo la ricerca, il 96,42% di coloro che hanno ricevuto la prima dose di vaccino hanno sviluppato gli anticorpi dopo 28-34 giorni, percentuale che sale al 99,08% a 7-14 giorni dalla seconda dose. Secondo lo studio la percentuale di anticorpi aumenta più velocemente tra coloro che ricevono la dose di Pfizer/BioNTech, ma dopo quattro settimane il tasso di positività agli anticorpi è identico anche per coloro che hanno avuto la dose di AstraZeneca.

18 Maggio 08:08 Riaperture Covid: cosa cambia da domani

Il governo ha deciso di anticipare la ripartenza e modificare così la road map stabilita dal precedente decreto Covid. Molte le novità in arrivo, in primis per il coprifuoco, che sarà da subito spostato alle 23. Si accelera sul via libera alle attività ancora chiuse: dal 22 maggio, ad esempio, ok ai centri commerciali anche nei weekend, dal 24 maggio si torna in palestra e dal 1° giugno si potrà anche cenare nei ristoranti al chiuso. Ecco cosa cambia da domani e tutte le riaperture.

18 Maggio 07:53 Gelmini: “A fine mese nuove aperture e ulteriori misure di allentamento””

"In Consiglio dei ministri è stato ribadito che alla fine del mese ci sarà un check delle misure e sarà valutato l’andamento dei contagi e delle vaccinazioni. Se i dati lo consentiranno ci saranno ulteriori misure di allentamento" lo ha spiegato la  Ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini. "Abbiamo tutti convenuto sul fatto che la gradualità sia la strada più giusta e di buon senso. I dati molto positivi ci consentono di andare spediti per non chiudere più. La logica non è solo riaprire, ma evitare fughe in avanti e passi indietro. Io sono soddisfatta, è stato trovato un punto di equilibrio" ha spiegato la rappresentante del governo al Corriere della Sera, aggiungendo: "Le discoteche dovranno attendere ancora un po’, ma speriamo di farle riaprire presto. Nel decreto Sostegni si dovrà tenere conto di questa prolungata chiusura"

18 Maggio 07:28 Zona bianca, dal primo giugno Friuli-Venezia Giulia, Molise e Sardegna senza restrizioni

La cabina di regia convocata per decidere sulle nuove misure anti Covid ha stabilito che dal prossimo 1 giugno Friuli-Venezia Giulia, Molise e Sardegna passeranno in zona bianca. E, con questo trend di contagi, dal prossimo 7 giugno anche Abruzzo, Veneto e Liguria entreranno nella stessa fascia di rischio, in cui non è previsto alcun coprifuoco. Tra le altre novità è che nelle Regioni in fascia bianca valgono solo le normali regole di sicurezza anti contagio, come l'obbligo di mascherina e il distanziamento sociale. Ma non c'è più il coprifuoco dalle 22 alle 5 in questa fascia di rischio.

18 Maggio 07:17 In India 263mila casi e oltre 4mila morti covid in 24 ore: 25 milioni di contagi da inizio pandemia

Resta grave la situazione covid in India dove dopo qualche giorno di debole cali dei contagi, ieri i numeri sono tornati ad crescere sul fronte dei decessi. Nelle ultime 24 ore il paese ha fatto registrate 263.533 nuovi casi e 4.329 morti covid. Numeri che portano il totale dei casi da coronavirus da inizio pandemia a 25.228.996 mentre quello dei decessi si attesta a 278.719. I casi attivi attualmente nel Paese secondo i dati ufficiali sono 3.353.765.

18 Maggio 07:04 Decreto covid riaperture: dal coprifuoco alle 23  alle attività che ripartono: le nuove norme anti-Covid

Con il via libera al nuovo Decreto covid riaperture ristoranti e bar potranno rimanere aperti anche di sera, in zona gialla. Secondo la tabella di marcia già in vigore, dal prossimo 1 giugno sarebbe stato possibile comunque pranzare al chiuso, fino alle 18. Ma il nuovo provvedimento prevede appunto la possibilità di mangiare nei locali fino all'orario del coprifuoco, che verrà da subito spostato alle 23. La misura restrittiva verrà poi eliminata gradualmente, con uno spostamento a mezzanotte dal 7 giugno, fino alla totale cancellazione dal 21 giugno, primo giorno dell'estate. Qui spieghiamo cosa cambia e quali sono le attività che ripartono subito

18 Maggio 06:50 Vaccino Pfizer, si ipotizza di prolungare richiamo a 3 mesi

Nuovi dati scientifici attualmente in via di pubblicazione su una autorevole rivista scientifica evidenzierebbero per il vaccino Pfizer una risposta immunologica tripla a tre mesi dalla prima somministrazione  rispetto all’intervallo di 21 giorni previsto inizialmente per il richiamo. Per questo il governo sta pensando a un ulteriore prolungamento per la somministrazione della seconda dose del vaccino Pfizer dopo quella a trenta giorni ma sarà fatta una valutazione nei prossimi giorni con un  confronto con gli scienziati. Intanto l’Agenzia europea del farmaco Ema ha raccomandato una modifica alle condizioni di conservazione approvate per il vaccino BioNTech Pfizer che ora, una volta scongelato, potrà restare in un frigorifero normale fino a un mese. Una novità che faciliterà la gestione del vaccino a mRna nei centri di vaccinali di tutta l’Ue, sottolinea l’ente regolatorio. "Questa modifica – riferisce l’Ema – estende da cinque giorni a un mese (31 giorni) il periodo di conservazione della fiala scongelata e non aperta a 2-8°C, le temperature di un normale frigorifero".

18 Maggio 06:44 Vaccini covid, almeno una dose a oltre 19 milioni di italiani

Oltre 19 milioni di italiani hanno ricevuto almeno una dose del vaccino anti covid, Secondo l'ultimo aggiornamento del report della campagna vaccinale con i dati alle 6 di oggi, martedì 18 maggio, sono 27.919.253 le dosi somministrate finora su 30.131.790 consegnate mentre sono 8.847.529 le persone che hanno completato il ciclo e quindi completamente vaccinate pari a circa il 15% della popolazione.

18 Maggio 06:37 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, martedì 18 maggio

L'Italia riparte, il Governo ha dato il via libera al decreto riaperture che sposta il coprifuoco alle 23 da subito e lo abolisce dal 21 giugno. Intanto contagi anocra in calo: secondo l'ultimo bollettino del Ministero della Salute, sono state registrati ieri nel nostro Paese 3.455 contagi su 118.924 tamponi e 140 morti per Covid. Il tasso di positività si attesta al 2,9%. La Regione in cui si registrano più casi su base giornaliera è la Lombardia. Ecco, di seguito, il dettaglio regione per regione:

  • Lombardia: +675
  •  Veneto: +173
  • Campania: +550
  •  Emilia-Romagna: +342
  •  Piemonte: +207
  • Lazio: +388
  •  Puglia: +145
  •  Toscana: +382
  •  Sicilia: +299
  •  Friuli-Venezia Giulia: +16
  •  Liguria: +51
  •  Marche: +53
  •  Abruzzo: +20
  •  P.A. Bolzano: +7
  •  Calabria: +71
  •  Sardegna: +23
  •  Umbria: +15
  •  P.A. Trento: +15
  •  Basilicata: +18
  •  Molise: +1
  •  Valle d'Aosta: +9

Il nuovo decreto covid sulle riaperture varato ieri dal Consiglio dei ministri sarà pubblicato oggi in Gazzetta ufficiale e entrerà in vigore da domani. Coprifuoco spostato alle 23 da subito, a partire dal 7 giugno sarà valido dalle 24 alle 5 e infine abolito dal 21 giugno. Dal 1 giugno ripartono ristoranti al chiuso e di sera, via libera anche alle feste di matrimonio dal prossimo 15 giugno ma solo con il green pass. Riapertura delle palestre anticipata al 24 maggio. Via libera a centri commerciali nel weekend a partire dal 22 maggio. Restano chiuse le discoteche. Dal primo giugno torna la zona bianca: prime regioni candidate Friuli, Molise e Sardegna, dal 7 anche Abruzzo, Veneto e Liguria. La campagna vaccinale ha raggiunto quota 29.7 milioni di dosi somministrate e 8.8 milioni di vaccinati completi. Nel mondo oltre 16.3 milioni di casi e 3,3 milioni di morti covid