Covid 19
12 Dicembre 2020
08:04
AGGIORNATO13 Dicembre

Le notizie del 12 dicembre sul Coronavirus: oggi 19.903 casi. Boccia: “Contrari a revocare misure di Natale”

Le notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo, con i dati di oggi sabato 12 dicembre. Son 19.903 i contagiati e 649 i morti covid registrati nell'ultimo bollettino. Iss: "L'incidenza dei contagi covid è 193 per 100mila abitanti, troppo alta". L'Rt in Italia scende a 0,82 ma ancora diverse regioni a rischio alto. Da domenica Lombardia, Piemonte, Calabria e Basilicata entrano in zona gialla, mentre l’Abruzzo passa in zona arancione. Di discute ancora sule regole per il Natale e lo spostamento tra comuni. Miozzo: "virus non permette deroghe, essere familiari non è passaporto di immunità". Sileri: "Spostarsi non è sicuro, ancora troppi morti covid". Via libera in Usa al vaccino Pfizer-BioNTech, tra poche ore scattano anche le vaccinazioni. Nel mondo oltre 71 milioni di casi di coronavirus accertati mentre i decessi covid si avvicinano alla soglia di 1,6 milioni. Ovunque si discute delle regole del Natale tra coprifuoco come in Francia e ipotesi di lockdown come in Germania.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
12 Dicembre
22:53

La Germania valuta di tornare in lockdown dalla prossima settimana

Secondo la stampa tedesca, Angela Merkel starebbe valutando di chiudere scuole e negozi a partire dalla prossima settimana. Un ritorno al lockdown per il periodo natalizio per evitare la terza ondata. D'altronde la Cancelliera si era già detta aperta a provvedimenti di questo tipo, se necessario, in un discorso al Bundestag. Domani Merkel incontrerà i governatori locali e discuteranno della risposta all'epidemia di coronavirus che continua a colpire duramente il Paese.

A cura di Annalisa Girardi
12 Dicembre
21:46

Boccia: "Piano vaccini è sfida epocale. Governo e Regioni lavorino insieme"

Il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, afferma che quella del piano vaccini sia una "sfida epocale" e assicura di essere "al lavoro con le Regioni per vincerla insieme". Boccia, dopo aver incontrato i governatori insieme al ministro della Salute, Roberto Speranza, e al commissario straordinario per l'emergenza, Domenico Arcuri, ha chiesto una collaborazione continua e ha affermato che si siano "ridotti i tempi di distribuzione delle prime dosi del vaccino rispetto alle previsioni e dobbiamo accelerare". Quindi ha concluso: "Lavoriamo senza sosta, giorno e notte, dal lunedì alla domenica per arrivare a gennaio pronti per la distribuzione capillare su tutto il territorio nazionale, nei quasi 300 presidi individuati per la somministrazione che riguarderà in una primissima fase operatori sanitari che lavorano nelle strutture sanitarie e ospiti e personale sanitario delle Rsa".

A cura di Annalisa Girardi
12 Dicembre
21:27

Coronavirus in Francia, quasi 200 morti in ventiquattro ore

Nelle ultime ventiquattro ore la Francia registra quasi 14 mila nuovi casi di coronavirus. Secondo i dati forniti dalla Santé Publique France per la precisione i nuovi contagi sono 13.947. Il rapporto tra positivi e tamponi rimane stabile al 6,3%. Sempre ieri sono stati inoltre registrati 194 decessi: dallo scoppio dell'emergenza le vittime totali salgono quindi a 57.761.

A cura di Annalisa Girardi
12 Dicembre
20:30

Toti dice che il vaccino anti-Covid arriverà nelle prime due settimane di gennaio

Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, assicura che le prime dosi del vaccino Pfizer contro il coronavirus saranno consegnate alle Regioni nelle prime due settimane di gennaio. Lo ha detto dopo un incontro con il commissario straordinario per l'emergenza, Domenico Arcuri. E ha aggiunto: "Ci stiamo organizzando, appena arriverà il vaccino alle Regioni saremo pronti a farlo".

A cura di Annalisa Girardi
12 Dicembre
20:03

Conte: "Pandemia è spartiacque che ha evidenziato le disparità sociali ed economiche"

"La pandemia rappresenta uno spartiacque, ha sottolineato i limiti dei nostri sistemi di vita, ha evidenziato l'acuirsi delle disparità socioeconomiche, ha evocato la necessità di ripensare integralmente i modelli di sviluppo, ci ha costretti tutti ad assumere la responsabilità non già di ritornare alla normalità di ieri ma di porre le basi per un nuovo inizio, per una rinascita culturale, sociale, politica ed economica": queste le parole di Giuseppe Conte a Equologica, l'assemblea digitale sull'ecologia che si è svolta oggi. E ancora: "C'è una cosa che questa emergenza ci ricorda ogni giorno: la forza delle persone che lavorano nella medesima direzione. Lo abbiamo visto nei momenti di difficoltà quando il Paese si è stretto in una grande impegno mutualistico. Lo vediamo ancora oggi, in chi si rimbocca le maniche per ripartire. In chi non cede alla frustrazione e al pessimismo. In chi non si stanca di cercare soluzioni per rimettersi in marcia".

A cura di Annalisa Girardi
12 Dicembre
19:38

Ieri 867 persone sono state sanzionate e 9 denunciate per aver violato la quarantena

Continuano i controlli del ministero dell'Interno: gli agenti incaricati di verificare il rispetto delle norme anti-coronavirus ieri hanno controllato ben 74.794 persone, arrivando a sanzionarne amministrativamente 867. Altre 9, invece, sono state denunciate per aver violato la quarantena alla quale erano sottoposte dopo essere risultate positive al coronavirus. Sono i dati del Viminale, dai quali risulta anche che sempre ieri sono state controllate anche 14.931 attività commerciali e sono stati sanzionati 41 titolari ed emessi 11 provvedimenti di chiusura.

A cura di Annalisa Girardi
12 Dicembre
18:54

Secondo l'Afp l'Italia è il quinto Paese al mondo e il primo in Europa per vittime Covid

Secondo Afp, l'agenzia di stampa francese, l'Italia ha superato il Regno Unito per numero di vittime da coronavirus, diventando così il quinto Paese al mondo e il primo in Europa per decessi da Covid-19. Nelle ultime ventiquattro ore in Italia si sono registrati 649 morti a causa dell'infezione e 19.903 nuovi casi. Anche Londra continua a registrare numeri elevati: oggi i contagi sono stati 21.502 e i decessi 519.

A cura di Annalisa Girardi
12 Dicembre
18:29

La maggioranza delle donne incinte positive al Covid-19 è asintomatica

Il dato è il risultato di uno studio dell'Icahn School of Medicine di Mount Sinai. Il team di ricercatori ha analizzato i dati dei tamponi di circa 130 donne in stato di gravidanza e positive al coronavirus, scoprendo che ben il 72% non aveva alcun sintomo al momento del parto. Le analisi sono state condotte tra marzo e aprile in un ospedale dello Stato di New York.

A cura di Annalisa Girardi
12 Dicembre
18:14

Nel mondo intero oltre un milione e mezzo di persone sono morte per il coronavirus

Sono i dati della Johns Hopkins University. Oltre un milione e mezzo di persone in tutto il mondo hanno perso la vita a causa del coronavirus. Secondo l'ultimo aggiornamento dell'università americana sono 1.599.608 le vittime della Covid-19. Il Paese dove è stato registrato il maggior numero di decessi sono gli Stati Uniti. L'Italia è invece al sesto posto per il numero di vittime, che continua ad essere elevato: nelle ultime ventiquattro ore nel nostro Paese sono morte 649 persone.

A cura di Annalisa Girardi
12 Dicembre
17:44

Brusaferro: "Numero nuovi casi ancora significativo. Impossibile allentare regole"

 Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità alla conferenza stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale sull'emergenza coronavirus: “L'incidenza è di 193 positivi ogni 100mila abitanti, numero ancora lontano dalla nostra possibilità di muoverci dalla mitigazione al contenimento”.

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
17:17

Il bollettino di oggi: 19.903 nuovi casi e 649 morti 

Secondo il bollettino di oggi, sabato 12 dicembre, sono 19.903 i nuovi casi di Coronavirus in Italia registrati nelle ultime 24 ore, su 196.439 tamponi effettuati. Ancora alto il numero dei morti: ne sono 649 da ieri. La regione con il più alto incremento giornaliero di infezioni è il Veneto, che supera quota 5mila, seguito da Lombardia e Piemonte.

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
16:32

Covid Lazio: oltre mille nuovi casi oggi, i decessi sono 41

Il bollettino della Regione Lazio di oggi, sabato 12 dicembre 2020, registra 1194 nuovi casi di coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati elaborati 16mila tamponi e sono morte 41 persone. I pazienti ricoverati in ospedale sono 2969 e quelli ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 337.

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
16:16

Coronavirus Campania, oggi 1.414 nuovi casi e 47 morti

Sono 1.414 i nuovi casi positivi al Coronavirus in Campania, a fronte di 19.663 tamponi analizzati: ieri erano stati 1.340 i casi, su 18.023 tamponi. Altri 47 decessi, quasi 2mila i nuovi guariti. De Luca intanto annuncia nuove ordinanze per limitare la mobilità durante le festività natalizie imminenti.

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
15:55

Le misure anti Covid hanno azzerato i casi di influenza stagionale in Italia

L’ultimo bollettino del sistema nazionale di sorveglianza epidemiologica e virologica dell’influenza “InfluNet” ha rilevato zero nuovi casi in Italia. Ad oggi l’incidenza è al di sotto della soglia basale e tutto lascia supporre che avremo una stagione influenzale molto contenuta rispetto alla media, anche se è ancora troppo presto per averne la certezza. Ad abbattere i contagi le misure contro il coronavirus SARS-CoV-2.

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
15:27

Locatelli: "Entro l'estate tutti gli italiani saranno vaccinati"

"Entro l'estate 2021 dovremmo essere nelle condizioni potenziali di aver vaccinato tutti gli italiani. Naturalmente l'auspicio è che l'adesione alla campagna vaccinale sia massiccia". Lo ha detto il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli a Rainews 24

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
14:56

Crisanti: "Morti record in Italia? Terapie intensive e personale pesano"

"L'età più avanzata della popolazione italiana" rispetto a quella di altri Paesi "avrà giocato un ruolo nel numero record di morti per Covid che abbiamo, ma non è solo questo. Altri fattori hanno pesato: la disponibilità di terapie intensive e di personale, le strategie per il contenimento dell'epidemia". E' la riflessione di Andrea Crisanti, direttore del Laboratorio di Microbiologia e virologia dell'Azienda ospedaliera di Padova e docente di Microbiologia dell'università cittadina. "Se si guarda ai dati mondiali è impressionante – evidenzia all'Adnkronos Salute – Credo che la Lombardia risulterà essere la zona più colpita a livello globale". "In Italia – riflette l'esperto – ci siamo ritrovati" travolti dai malati di Covid-19 "e non avevamo abbastanza terapie intensive. E quando abbiamo deciso di aumentare i letti, a quel punto non avevamo abbastanza personale per farlo. E chiaramente questo crea uno sbilanciamento. Sa cosa serve per mettere in piedi un sistema di 8 posti di rianimazione? Solo parlando degli infermieri ce ne vogliono 24. E per formarli ci vogliono anni. Non basta certo un video e una sessione di una giornata".

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
14:43

L'appello dell'infettivologo Rezza: "A Natale mascherina e distanze anche in casa"

"Se dovessi essere estremamente pragmatico, direi di portare la mascherina anche dentro casa e di stare a un metro di distanza. Quando si mangia, ci si toglie la mascherina e ci si tiene a un metro di distanza. Se lo mettessi nero su bianco su una rivista, magari farebbero ironia. Non si può controllare cosa succede dentro le case, nessuno vuole arrivare a questo livello di invasività. Ma pragmaticamente darei questa risposta". Cosi' Gianni Rezza, direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, rispondendo in conferenza stampa a una domanda su cosa fare a Natale.

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
14:17

Ministro Speranza: "A gennaio inizio delle vaccinazioni, spero insieme a Ue"

"Gennaio sarà il mese delle vaccinazione e spero che si possa partire in contemporanea in tutta Europa". Lo ha detto il Ministro della Salute Roberto Speranza in un Forum all’Ansa. Il 29 Ema darà il via al vaccino Pfizer e da quel giorno l’Aifa e l’Italia saranno pronte a partire. "Spero – ha aggiunto – che in Europa si scelga tutti lo stesso giorno. E questa è una proposta che l’Italia ha fatto". "Massimo rigore e massima sicurezza – ha concluso Speranza – il cuore delle vaccinazioni sarà primavera estate, volontaria e sicura". Si dice poi molto preoccupato per le feste natalizie: "La mia linea è, e resta, quella della prudenza e ribadisco con forza – ha concluso – la necessità di non vanificare i sacrifici fatti".

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
13:44

Gorizia, scontro tra auto in A34, sei feriti: tre positivi al covid

Sei persone sono rimaste ferite la notte scorsa in un incidente stradale avvenuto lungo l'autostrada A34 nel territorio di Farra d'Isonzo (Gorizia). Per cause al vaglio della Polizia Stradale, intervenuta assieme ai Vigili del fuoco, le tre vetture sono entrate in rotta di collisione tamponandosi a catena. I feriti sono stati trasportati negli ospedali di Gorizia, Monfalcone e Trieste, anche con l'ausilio dell'elicottero notturno del 118: non sarebbero in pericolo di vita. Tre cittadini macedoni, che si trovano a bordo di una delle vetture coinvolte, sono risultati positivi al Covid-19 e per questo motivo sono stati denunciati. Il conducente di uno dei veicoli è invece risultato positivo all'alcoltest.

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
13:33

Ministro Boccia: "Contrarissimi a rimuovere vincoli per Natale"

"Se vogliono rimuovere i vincoli" agli spostamenti in "tutti i comuni italiani ci troveranno
contrarissimi, se vogliono chiarimenti per i piccoli comuni nelle aree interne, il parlamento ha i mezzi per farlo". Così il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia è tornato a ribadire a SkyTg24 il no all'allentamento delle misure previste
per Natale e Capodanno. "Siamo ancora nella fase più critica e – ha aggiunto – se a dicembre i comportamenti non saranno rigorosi, il rischio della terza ondata e' abbastanza certo". L'appello agli italiani è dunque quello di "rispettare le regole
e mantenere il massimo di attenzione".

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
13:23

Covid Veneto, altro boom di nuovi casi: oggi sono oltre 5mila

I positivi in Veneto per Covid nelle ultime 24 ore sono 5.098 mentre i morti sono 110. Lo annuncia il Presidente del Veneto Luca Zaia.

A cura di Biagio Chiariello
12 Dicembre
13:02

Vaccino AstraZeneca in Italia entro fine gennaio, l'annuncio del'Irbm

"Per quanto a mia conoscenza i dati sono stati pubblicati su ‘Lancet', la Fase 3 della sperimentazione del vaccino anti Covid AstraZeneca è in dirittura d'arrivo entro un paio di settimane. E sempre entro un paio di settimane ci sarà la consegna del dossier all'Ema che farà i suoi controlli nell'interesse di tutti e poi nel giro di qualche settima dovrebbe arrivare la validazione, salvo imprevisti. È ragionevole immaginare quindi che il vaccino AstraZeneca sarà in Italia entro fine gennaio". Lo ha affermato a SkyTg24 Piero Di Lorenzo, presidente dell'Irbm di Pomezia, il centro che ha sviluppato insieme all'università di Oxford il candidato vaccino prodotto da AstraZeneca.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
12:53

Ragusa dice addio a Saverio Armenia, infermiere del Pronto Soccorso morto di covid

Ancora un decesso fra gli operatori dell’Asp di Ragusa, si tratta dell’infermiere Saverio Armenia in servizio al Pronto Soccorso dell’ospedale “Giovanni Paolo II” . Ricoverato d’urgenza in terapia intensiva,  le sue condizioni sono apparse subito gravi e hanno reso anche necessaria l’intubazione. Da allora, nonostante gli sforzi di tutti i colleghi, si è aggravato ulteriormente fino al decesso delle scorse ore. "Un infermiere molto stimato dai colleghi e apprezzato dai pazienti. La sua scomparsa lascia un vuoto immenso non solo nell’Asp di Ragusa, ma in tutta la comunità pozzallese. La Direzione strategica si stringe al dolore di tutta la famiglia, alla quale esprime le più sentite condoglianze. La scomparsa di Saverio Armenia è anche la rappresentazione del sacrificio e dell’impegno di tutti gli operatori della sanità che, dal primo momento di questa emergenza, non si sono tirati indietro" è il messaggio dell'asp siciliana

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
12:36

Immuni ha raggiunto i 10 milioni di download, Crisanti: "Doveva essere collegata al cashback"

Immuni ha raggiunto i 10 milioni di download, un traguardo più simbolico che altro per l’app italiana per il tracciamento dei contatti perché la lenta salita dei numeri ha ormai rafforzato l’idea che di fatto l’app sia stata un mezzo flop. Secondo il professor Crisanti, bisognava legare l'app all'operazione Cashback per incentivare l'adesione degli italiani. "Scaricando l'App che serve per attivare e accedere ai rimborsi Cashback, i cittadini dovevano essere indirizzati a scaricare anche Immuni, con un vincolo: se cancelli l'App" nata per rendere automatico il contact tracing in caso di positività a Sars-CoV-2, "allora non sei più elegibile al rimborso di Cashback. Mi sembra un'idea sensata e semplice, non ci vuole certo del genio per concepirla", osserva il docente di Microbiologia all'università di Padova e direttore del Laboratorio di Microbiologia e virologia dell'Azienda ospedaliera di Padova.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
12:21

Coronavirus Toscana: 574 nuovi casi su 12.697 tamponi nelle ultime 24 ore

Sono 574 i nuovi casi di coronavirus in Toscana registrati nelle ultime 24 ore, lo ha annunciato il governatore  Eugenio Giani anticipando i dati completi del bollettino di oggi  ella situazione covid in Toscana. "I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 574 su 12.697 tamponi molecolari e 3.875 test rapidi effettuati" ha scritto il presidente della regione su facebook.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
12:09

Rezza: "Meglio indossare le mascherine anche durante il pranzo di Natale"

"Anche se se nessuno vuole entrare nelle case a questi livello di invasività, per essere pragmatici io direi di portare le mascherine e osservare la distanza di sicurezza mantenendo il distanziamento anche durante il pranzo di natale" lo ha dichiarato il professor Giovanni Rezza, Direttore Generale della Prevenzione presso il Ministero della Salute e dirigente di ricerca Iss durante la conferenza all'Istituto Superiore di Sanità. "Non sarà un Natale tradizionale, bisogna muoversi poco e limitare i momenti di convivialità sopratutto con persone che non appartengono a nostro ristretto gruppo familiare" ha confermato anche Brusaferro.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
11:49

Brusaferro: "Evitare di ridurre misure restrittive a Natale, contagio da coronavirus ancora alto"

"L'elevata incidenza e il forte impatto sui servizi sanitari richiedono di essere molto cauti ed evitare di ridurre in maniera significativa le misure di mitigazione, comprese quelle sulla mobilità, oltre all'attenzione sui comportamenti individuali", lo ha sottolineato il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, durante la conferenza stampa sul monitoraggio settimanale. "La situazione è in decrescita ma una decrescita lenta. Il nostro obiettivo è ridurre quanto più rapidamente possibile il numero di nuovi casi, soprattutto guardando in prospettiva all'inizio del nuovo anno. Nelle prossime feste dobbiamo fare tutti gli sforzi perché quando riprenderemo le attività possiamo avere un numero di nuovi casi significativamente più basso di quello attuale, ancora troppo elevato" ha aggiunto Brusaferro rispondendo a una domanda di Fanpage.it. "Sugli spostamenti tra comuni la decisione è politica ma concordo sul fatto che ogni cosa deve essere improntata alla cautela e al principio di precauzione" ha aggiunto invece il professor Rezza direttore del Dipartimento di Prevenzione del Ministero della Salute.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
11:37

Iss: "L'incidenza dei contagi covid è 193 per 100mila abitanti, troppo alta"

"Al 9 dicembre l'incidenza dei contagi è di 193 per 100mila abitanti, un numero molto alto con differenze tra regioni ma questo è un numero ancora lontano dalla nostra possibilità di muoverci dalla mitigazione al contenimento che ricordo la nostra capacità di tracciare puntualmente tutti i nuovi casi" lo ha sottleinato il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, nella conferenza stampa al ministero della Salute sulla situazione epidemica in Italia .

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
11:27

Sono 256 i medici morti in Italia per covid, 77 nella seconda ondata

Salgono a 256 i medici morti in Italia durante la pandemia di Covid-19, di cui 77 solo nella seconda ondata epidemica. Lo segnala la Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri, informando del decesso di Giovanni Alberto Piscitelli, medico di famiglia della provincia di Casera.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
11:16

All’Italia mancano milioni di dosi di vaccino anti-Covid

Con l’annuncio del ritardo nella consegna dei vaccini anti-Covid di Sanofi, all’Italia mancheranno per il 2020 decine di milioni di dosi. Il che fa slittare il completamento del piano vaccinale contro il Coronavirus. L’azienda francese aveva promesso di consegnare, in totale, 40 milioni di dosi all’Italia entro il 2021. Ma un ritardo di 3-6 mesi fa slittare la consegna in tutto il mondo. E anche in Italia se ne parlerà a fine dell’anno prossimo. Il che vuol dire che il completamento del piano vaccinale italiano slitta inevitabilmente. Anche perché l’Italia, come tutta l’Ue, puntava molto sul vaccino di Sanofi, tanto da aspettarne più dosi di tanti altri candidati vaccini, alla pari solo con AstraZeneca.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
10:57

Vaccini covid, l'idea di Ricciardi: "Limitare gli spostamenti su aerei e treni a chi non è vaccinato"

Sui vaccini covid la partenza sarà lenta, per questo occorre tenere ancora misure restrittive per evitare i contagi, lo ha ricordato il professor Walter Ricciardi, consigliere del ministero della Salute e docente di Igiene all'università Cattolica di Roma. "Penso che Ema possa anticipare la data del 29 dicembre fissata originariamente per decidere sul vaccino Pfizer/Biontech visto che un'autorità affidabile e seria come Fda, negli Stati Uniti, apre al via libera" ha spiegato Ricciardi a il Messaggero, ricordando che "Nel primo trimestre 2021 non avremo sufficienti dosi per tutti, sarà una produzione  che gradualmente andrà a incrementarsi. Per questo le prime forniture, a inizio anno, saranno destinate alle persone fragili dal punto di vista della salute e importanti dal punto di vista del rischio, come gli operatori sanitari". "Invece dell'obbligo meglio puntare su una accurata promozione e informazione. Se non saranno sufficienti per tornare alla normalità, allora potremo pensare a strade differenti. E ci possono essere anche altre forme di convincimento, limitando gli spostamenti su aerei e treni da un paese all'altro dell'Europa solo a chi è stato vaccinato".

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
10:30

La storia di nonno Pasquale, a 92 anni sconfigge il Covid e torna tutti i giorni in spiaggia: “Solo il mare mi capisce”

Pasquale Di Marco ha 92 anni ed è riuscito a sconfiggere il Coronavirus. Pasquale tutti i giorni va in spiaggia a Giulianova, percorrendo tutte le mattine decine di chilometri in auto. Per due settimane, però, nessuno lo aveva più visto. Ma una volta guarito dal Covid Pasquale è potuto di nuovo tornare al mare: “Solo lui mi capisce”.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
09:54

Miozzo (Cts): "Nessuna deroga agli spostamenti a a Natale, troppi rischi di contagio"

"Gli spostamenti durante il periodo natalizio andrebbero ridotti, non aumentati perché questo virus non ci consente deroghe" lo ha dichiarato il coordinatore del Comitato tecnico-scientifico, Agostino Miozzo ribadendo la sua contrarietà alle deroghe sugli spostamenti per Natale. "Allentare le misure restrittive a Natale è una decisione politica, responsabilità del governo e, nel caso, del Parlamento", ha osservato Miozzo ricordando però che "Noi tecnici abbiamo più volte sottolineato i rischi legati al movimento di un gran numero di persone". "Comprendo le contestazioni: è evidente che chi vive a Roma avrà dei vantaggi rispetto agli abitanti di un piccolo Comune sotto i 5 mila abitanti, Mi rendo conto del messaggio terribile che mandiamo alle famiglie, ma sono proprio gli incontri tra non conviventi a essere potenziali occasioni di contagio. Essere familiari non è un passaporto di immunità" ha concluso Miozzo.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
09:16

Sileri contro gli spostamenti a Natale: "Ancora troppi morti covid"

"Non vedo nei numeri, a oggi, la sicurezza per poter riaprire. Abbiamo ancora troppi decessi, il che significa che i contagiati delle scorse settimane erano molti di più. Il rischio è troppo alto. Avevo detto di guardare al Thanksgiving e al Black Friday negli Usa, che sono occasioni di mobilità, incontri e shopping come il Natale da noi. Ebbene 15 giorni dopo si è osservata una crescita significativa dei contagi", Così il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, in una intervista a Il Fatto Quotidiano ha espresso la sua contrarietà agli spostamenti a Natale come invece chiedono altri membri del governo.  "Probabilmentebisognava studiare una norma diversa dall’inizio, ma ora non possiamo permetterci errori, servono restrizioni a Natale per riaprire a gennaio le scuole e i ristoranti e togliere progressivamente il coprifuoco. In ogni caso avremo una risalita dei contagi dopo Natale, dobbiamo contenerla e così le Regioni potranno migliorare il contact tracing" ha concluso Sileri.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
08:59

Spostamenti tra comuni a Natale, la deroga si avvicina: cosa potrebbe essere consentito e cosa no

Il governo cede alle pressioni di presidenti di Regione e sindaci e lascia la palla in mano al Parlamento per decidere sulla deroga al divieto di spostamento tra comuni nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno. Potrebbero essere consentiti gli spostamenti tra piccoli comuni o quelli all’interno della stessa provincia. Conte ormai, sembra aver ceduto alle pressioni di presidenti di Regione e sindaci, ma lasciando la palla in mano a Camera e Senato: “Ovviamente il Parlamento è sovrano”, ha detto ieri da Bruxelles. La contrarietà del governo viene espressa anche dal ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia: “Chi vuole aprire tutto se ne assuma la responsabilità. Il Parlamento è sovrano. Penso che il parere di Speranza sarà sicuramente contrario come il mio”.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
08:45

Speranza: "Pronti a prime vaccinazioni covid nella prima settimana di gennaio"

Le prime vaccinazioni covid in Italia già nelle prima settimana di gennaio, lo ha annunciato il Ministro della salute Roberto Speranza. "Se come auspico si deciderà di partire tutti insieme" a livello europeo con le vaccinazioni, "noi siamo certamente pronti a farlo già per la prima settimana del nuovo anno" ha spiegato infatti il rappresentante del governo in una intervista a La Stampa.  La Befana dunque potrebbe porterà l’atteso vaccino anti-Covid anche in Italia

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
08:34

Nel mondo oltre 70 milioni di casi di coronavirus e quasi 1,6 milioni di morti covid

Nel mondo sono oltre 70 milioni i casi di coronavirus accertati e quasi 1,6 milioni i morti covid. Il drammatico dato emerge dai numeri raccolti dalla Johns Hopkins University secondo la quale sono ora 71.081.996 i contagiati nle mondo e 1.594.807 i decessi per covid. Il Paese più colpito son gli Usa con oltre 15 milion di contagi e oltre 294mila morti. Nella giornata di venerdì gli Stati Uniti hanno fatto registrare un nuovo record di contagi da Covid-19, oltre 235 mila, e altri 2.600 morti in 24 ore. "Ci sono stati oltre 15,8 milioni di casi di coronavirus e oltre 294.000 decessi negli Stati Uniti. È devastante. Ho nel cuore tutti coloro che hanno perso una persona cara a causa di questa pandemia mortale". Lo scrive sui social la vicepresidente eletta degli Usa, Kamala Harris.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
08:26

La Fda approva vaccino Pfizer-BioNTech, Trump: "Prime vaccinazioni tra meno di 24 ore"

La Fda statunitense ha dato il suo via libera definito all'uso di emergenza del vaccino covid Pfizer-BioNTech e presto partiranno anche le vaccinazioni. "Le Prime vaccinazioni tra meno di 24 ore" ha spiegato oggi il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. "Abbiamo già iniziato a inviare il vaccino a tutti gli Stati", ha detto Trump in un video su Twitter. "La pandemia potrebbe essere iniziata in Cina, ma le stiamo ponendo fine proprio qui negli Stati Uniti", ha aggiunto, attribuendo al suo Paese il vanto di aver compiuto un "miracolo medico" sviluppando "un vaccino sicuro ed efficace in meno di nove mesi". Pfizer ha pianificato di distribuire circa 25 milioni di dosi entro la fine dell'anno, un numero potenzialmente sufficiente per 12,5 milioni di persone visto che il vaccino richiede due dosi. Il piano sanitario prevede che i primi ad aver accesso al vaccino da questo mese saranno i 21 milioni del personale sanitario e i tre milioni di anziani che vivono nelle residenze assistite.

A cura di Antonio Palma
12 Dicembre
08:19

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, 12 dicembre

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 18.727 nuovi casi di Coronavirus  in Italia per un totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria di 1.805.873 contagiati. Nell'ultima giornata i decessi covid sono stati invece 761 per un totale di 63.387 vittime dall'inizio dell'epidemia.  I guariti in totale sono invece 1.052.163 (+24.169). È quanto emerge dall'ultimo bollettino dell'emergenza coronavirus in Italia. Nel nostro Paese i casi attualmente positivi sono 690.323. Di questi, 28.562 sono i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi e 3.265 quelli in terapia intensiva. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 190.416.  Di seguito la tabella con le cifre comunicate dal ministero della Salute e i dati relativi agli incrementi delle ultime 24 ore, Regione per Regione:

Lombardia: +2.983

Piemonte: +1.553

Campania: +1.340

Veneto: +3.883

Emilia Romagna: +1.211

Lazio: +1.230

Toscana: +657

Sicilia: +999

Liguria: +340

Puglia: +1.813

Marche: +483

Abruzzo: +262

Friuli Venezia Giulia: +843

Umbria: +219

P.A. Bolzano: +252

Sardegna: +198

P.A. Trento: +160

Calabria: +158

Valle d'Aosta: +11

Basilicata: +104

Molise: +73

In Italia secondo l'ultimo Report dell'Iss, l’indice di contagio Rt è sceso da 0,91 a 0,82. “Si riscontrano valori di Rt puntuale inferiore a 1 in 20 Regioni. Di queste, 19 hanno un Rt puntuale inferiore a uno anche nel suo intervallo di credibilità maggiore, indicando una diminuzione significativa nella trasmissibilità” spiegano dall'istituto superiore di sanità. Ci sono però ancora diverse regioni a rischio in particolare Emilia Romagna, Puglia, Sardegna, Veneto e Provincia di Trento. Secondo i dati Iss la nuova ordinanza del ministro Speranza da domenica 13 dicembre anche Lombardia, Piemonte, Calabria e Basilicata entrano in zona gialla, mentre l’Abruzzo passa in zona arancione dopo una settimana di polemiche tra il Governo e il presidente Marsilio. Niente da fare per la Campania e la Toscana, che sembravano destinate a passare in zona gialla: restano arancioni. Da domenica nessuna Regione sarà più in zona rossa. Si continua  a discutere del regole per il Natale e in particolare dei movimenti tra comuni. Per Conte son possibili deroghe al dpcm ma deve esprimersi il Parlamento

Nel mondo oltre 71 milioni di casi di coronavirus accertati mentre i decessi covid si avvicinano alla soglia di 1,6 milioni. Ovunque si discute delle regole del Natale tra coprifuoco come in Francia e ipotesi di lockdown come in Germania. In Usa intanto via libera della Fda al vaccino Pfizer-BioNTech e tra poche ore scattano anche le vaccinazioni.

A cura di Antonio Palma
29801 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni