452 CONDIVISIONI
Covid 19
1 Marzo 2020
08:04
AGGIORNATO07 Aprile

Quasi 1700 contagiati, 34 morti. Conte firma il nuovo decreto

452 CONDIVISIONI

Nel nostro Paese sono stati superati i 1.600 contagiati, mentre sono 34 i morti. Aumentano le guarigioni, arrivate a quota 83. Le scuole restano chiuse nelle regioni delle zone rosse, in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. Approvato nuovo decreto del governo per fronteggiare l'emergenza. American Airlines sospende fino ad aprile i voli da e per Milano. All'estero, il Santuario di Lourdes chiude tutte le piscine per evitare contagi mentre il museo del Louvre è rimasto chiuso oggi per volontà dei dipendenti preoccupati del contagio.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
01 Marzo
22:40

Le aperture e le chiusure delle scuole Regione per Regione

Con il nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, il ministero dell’Istruzione ricapitola cosa succederà per tutte le scuole italiane, tra chiusure e riaperture. Il Miur fornisce su Facebook “il quadro di aperture e chiusure delle scuole e dei provvedimenti adottati”. Ecco la suddivisione per Regioni:

  • In Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, nelle province di Pesaro-Urbino e Savona l'attività didattica è sospesa fino all'8 marzo.
  • Restano chiuse le scuole nei Comuni della cosiddetta “zona rossa” (nella Regione Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia,Terranova dei Passerini; nella Regione Veneto: Vò).
  • Liguria (fatta eccezione per l'area di Savona dove la chiusura delle scuole durerà fino all'8 marzo) e Piemonte hanno comunicato che le attività didattiche sono sospese fino a mercoledì 4 marzo.
  • In Friuli Venezia Giulia la sospensione delle attività didattiche è stata prevista fino al giorno 8 marzo.
  • Nelle altre Regioni le attività riprenderanno regolarmente già da domani.
A cura di Stefano Rizzuti
01 Marzo
21:57

Annullato MotoGp in Qatar a causa di restrizione viaggi da Italia

Salta il primo gran premio del mondiale di MotoGp, previsto per l’8 marzo a Losail, in Qatar. La corsa è stata cancellata a seguito dell’emergenza Coronavirus e stesso rischio potrebbe presentarsi per la tappa successiva, quella in Thailandia, che potrebbe essere comunque solamente rinviata ad ottobre. Il gran premio viene cancellato a causa della restrizione ai viaggi dall’Italia in Qatar, secondo quanto spiegato dalla Federazione motociclistica internazionale. “A causa delle restrizioni ai viaggi in Qatar messe in vigore per i passeggeri dall’Italia, oltre ad altri Paesi, la classe regina non gareggerà a Losail”, sottolineano anche l’associazione dei costruttori e la società che gestisce il mondiale, la Dorna. Non si correrà la MotoGp, ma vengono confermate invece le corse di Moto 2 e Moto 3 considerando che i team si trovavano già da prima a Losail.

A cura di Stefano Rizzuti
01 Marzo
21:34

Roma, in isolamento i preti residenti a San Luigi dei Francesi

Dopo il caso del prete ricoverato a Parigi perché positivo al Coronavirus, i preti residenti a San Luigi dei Francesi a Roma sono stati messi in isolamento a titolo precauzionale. A comunicarlo è l’ambasciata di Francia presso la Santa Sede. Il prete aveva soggiornato nella comunità della chiesa prima di rientrare a Parigi, dove ora è ricoverato all’ospedale Bichat. La sede diplomatica aggiunge che il prete ha lasciato Roma il 15 febbraio e il 25 è stato riscontrato positivo al test per il nuovo Coronavirus: è stato ricoverato il 28 febbraio. Le sue condizioni, sottolinea ancora l’ambasciata francese, “non destano preoccupazione”.

A cura di Stefano Rizzuti
01 Marzo
20:58

Conte adotta decreto con misure per fronteggiare l'emergenza

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha adottato un decreto che recepisce e proroga alcune delle misure già messe in campo per provare a contenere l’emergenza Coronavirus. Vengono anche introdotte alcune nuove disposizioni nel tentativo di conformare, per quanto possibile, le disposizioni riguardanti tutto il territorio nazionale. Il decreto del presidente del Consiglio è stato adottato su proposta del ministro della Salute, Roberto Speranza, sentiti i ministri competenti e i presidenti delle Regioni, e tiene anche conto delle indicazioni fornite dal Comitato tecnico-scientifico predisposto per far fronte all’emergenza.

Il decreto distingue le disposizioni in base alle aree geografiche di applicazione: vengono individuati interventi più rigidi per quanto riguarda i Comuni della zona rossa, norme leggermente meno dure ma comunque molto restrittive per le Regioni Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e per le province di Pesaro-Urbino e di Savona; ancora, altre disposizioni specifiche riguardano le province di Bergamo, Lodi, Piacenza e Cremona, così come la Regione Lombardia e la provincia di Piacenza. Infine si prevedono alcune misure da applicare in tutto il territorio nazionale. Le disposizioni riguardano la chiusura delle scuole, il divieto di lasciare le zone in ‘quarantena’, il lavoro agile, il commercio e tanti altri aspetti della vita quotidiana. Qui è possibile trovare tutte le singole misure per ogni area interessata.

A cura di Stefano Rizzuti
01 Marzo
20:08

L’allarme dell’Oms: “Utilizzare mascherina correttamente o diventa fonte infezione"

L’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità, lancia un avvertimento – che è anche un appello – sull’emergenza Coronavirus e sull’utilizzo delle mascherine protettive, che devono essere “utilizzate e smaltite in maniera corretta, altrimenti possono diventare una fonte d'infezione, a causa dei germi che potrebbero rimanere presenti”. Su Twitter e attraverso una serie di video l’Oms fornisce indicazioni sull’impiego delle mascherine, ricordando che le persone sane devono indossarle solamente se si prendono cura di un caso sospetto di Covid-19 e che va messa in caso di tosse e starnuti. Allo stesso tempo si ricorda che è necessaria una approfondita igiene delle mani e che le mascherine vanno indossate e smaltite correttamente. Prima di indossare la mascherina, in particolare, è necessario pulire le mani con un disinfettante a base di alcol o con acqua e sapone. Si deve poi coprire bocca e naso e non si deve lasciare spazio tra viso e mascherina. Ancora, non si deve toccare la mascherina mentre la si indossa e bisogna sostituirla non appena diventa umida, non riutilizzando quelle monouso. Per togliere la mascherina, è necessario rimuoverla da dietro senza toccare la parte anteriore, buttandola immediatamente in un contenitore e lavandosi subito dopo le mani.

A cura di Stefano Rizzuti
01 Marzo
19:44

Lombardia, l’appello della Regione agli over 65: “Ridurre socializzazione"

L’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, lancia un appello a tutti gli over 65 per cercare di fronteggiare l’emergenza Coronavirus e la sua diffusione: “Il nostro messaggio è che tutti gli over 65 rallentino il più possibile gli scambi di socializzazione, perché sono i più vulnerabili”. Gallera spiega che la volontà è quella di attivare piani di sostegno per queste persone, che verranno attivati – come per i pasti a domicilio – il prima possibile per evitare che queste persone debbano uscire di casa. “Se proteggiamo queste persone – è il messaggio dell’assessore regionale in conferenza stampaquesto potrebbe essere risolutivo non solo per loro, ma per il contenimento del virus. Domani con i sindaci svilupperemo un piano: i comuni hanno una competenza e un'esperienza importantissima, basti pensare al ‘piano caldo' e al ‘piano freddo', o ai pasti a domicilio”.

A cura di Stefano Rizzuti
01 Marzo
19:22

Primo caso in Irlanda e Repubblica Dominicana: erano stati in Italia

Il Coronavirus raggiunge anche l’Irlanda: primo caso di contagio nel Paese, dove un paziente è risultato positivo e sta ricevendo cure mediche. La persona – uno studente – era rientrato da un viaggio nel Nord Italia e, come conseguenza, una scuola di Dublino verrà chiusa per due settimane, secondo quanto riporta l’Irish Times. Lo studente si era ammalato negli scorsi giorni dopo il suo rientro dall’Italia e ora è in isolamento in un ospedale di Dublino. Primo caso viene registrato anche nella Repubblica Dominicana: si tratta di un cittadino italiano arrivato nel Paese il 22 febbraio senza sintomi. Si tratterebbe del primo caso nei Caraibi: il paziente ha 62 anni ed è ricoverato nell’ospedale militare di Ramon de Lara a San Isidro, le sue condizioni non destano preoccupazione.

A cura di Stefano Rizzuti
01 Marzo
19:11

Salvini contro Conte: “Vergognoso prendere in giro italiani"

Matteo Salvini e il premier Giuseppe Conte
Matteo Salvini e il premier Giuseppe Conte

Non si placa la polemica politica sull’emergenza Coronavirus. È il leader della Lega, Matteo Salvini, ad andare all’attacco del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Puoi prendere in giro Salvini se ti diverte farlo, prendere in giro gli italiani è qualcosa di vergognoso”. Parlando in un comizio a Orvieto, Salvini prosegue: “Ci sono negozi, ristoranti e bar vuoti da Nord a Sud, anche dove non c’è alcun problema e nel decreto del governo c’è la parola ‘sospensione' delle tasse. Non si tratta di sospendere, ma di cancellare il pagamento delle tasse per chi non sta lavorando”. Il leader leghista parla ancora del presidente del Consiglio: “Stiamo riempiendo il signor Conte di proposte, se lui le respinge fa un danno all'Italia e al popolo italiano. In un momento come questo bisognerebbe essere umili”.

A cura di Stefano Rizzuti
01 Marzo
18:26

Scuole chiuse in Friuli Venezia Giulia per altri sette giorni

A causa dell'emergenza Coronavirus, in Friuli Venezia Giulia le scuole rimangono chiuse per altri sette giorni fino domenica 8 marzo. Lo ha comunicato oggi la stessa Regione Friuli Venezia Giulia spiegando che il provvedimento  è stato emanato con un'ordinanza firmata dal Presidente della Regione. " Le attività didattiche in Friuli Venezia Giulia sono sospese per ulteriori sette giorni. Lo stabilisce, intervenendo su università e scuole di ogni ordine e grado, ivi compresi i servizi educativi dell'infanzia, un'ordinanza alla firma del Presidente della Regione" spiega un comunicato, aggiungendo: "Il provvedimento sarà esecutivo dalla mezzanotte di oggi e rimarrà in vigore fino alle 24 di domenica 8 marzo".

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
18:16

Primi tre contagiati in Repubblica Ceca, erano stati in Italia

Si allarga di ora in ora il focolaio da coronavirus in Europa. Nelle scorse ore le autorità locali hanno segnalato i primi tre casi di coronavirus anche in Repubblica ceca. Come ha reso noto il ministro della sanità Adam Vojtech, due pazienti sospetti sono stati ricoverati nell'ospedale Bulovka di Praga, il terzo a Usti nad Labem. I loro test sono stati inviati in Germania per la conferma. Si trarrebbe di persone legate al focolaio da coronavirus in Italia. si tratterebbe di un 68enne tornato da una conferenza all'università di Udine dove si registrano diversi contagi. Una giovane statunitense 21enne, che studia a Milano ed era a Praga come turista, e un 44enne rientrato dalle ferie a Auronzo di Cadore, in Veneto.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
18:10

1.694 i contagi totali di Coronavirus in Italia: salgono a 34 i morti, 83 i guariti

Il commissario per l'emergenza Coronavirus, Angelo Borrelli, fornisce il bollettino quotidiano sull'emergenza sanitaria in Italia: "Il dato positivo è che i guariti sono in totale 83, con un incremento di 33 unità. Abbiamo registrato 5 decessi, quindi in totale 34, ma voglio precisare che la dipendenza della morte dal Coronavirus ancora non è stata accertata per nessuno dei 34 casi perché vengono fatte delle verifiche dall’Iss. Il totale delle persone che attualmente sono contagiate è 1577. Di queste 798, il 51%, sono in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievissimi. Sono 639 i ricoverati con sintomi e 140 in terapia intensiva, di cui 106 in Lombardia, pari al 9% degli interessati”. In totale, quindi, le persone contagiate considerando anche deceduti e guariti, sono 1.694.

Borrelli si sofferma anche sul problema del reperimento delle mascherine, considerando che in Italia non si producono più di tanto. Così come risponde a una domanda sulla possibilità di costruire nuovi ospedali: “Noi abbiamo già pensato a scenari e poi si aggiornano sulla base dell’evoluzione. Abbiamo da gestire anche modalità operative concrete”. I tamponi finora realizzati sono più di 20mila: il dato si attesta, per l’esattezza, a 21.127.

Giovanni Rezza, direttore del dipartimento Malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, si sofferma anche su altri elementi: “L’Istituto ha confermato 534 casi, su 544 tamponi. Chiaramente stiamo andando a regime con il sistema di sorveglianza e con la piattaforma, supportando le Regioni che si sono trovate in difficoltà a raccogliere i dati in maniera accurata. Noi per fare qualsiasi modello di proiezione abbiamo bisogno di raccogliere i dati e presentarli per data di comparsa dei sintomi. Chiaramente le Regioni che si erano trovate subito questo problema non avevano questo schema da seguire. Quindi noi contiamo i dati per data di notifica. Ricostruendo, i primi casi ufficiali confermati risalgono all’inizio del mese di febbraio, ma probabilmente già circolava nella seconda metà del mese di gennaio. Su questo stiamo facendo verifiche. In questo momento vediamo ancora una accelerazione del numero dei nuovi casi ed è attesa, anche perché le misure sono state messe in atto solo una settimana fa e il tempo di incubazione medio è di 5-6 giorni e quello massimo di 12-13 giorni e prima di vedere un effetto dobbiamo aspettare almeno una settimana”.

A cura di Stefano Rizzuti
01 Marzo
17:46

Friuli Venezia Giulia: docenti contagiati, Università di Udine chiusa lunedì

Coronavirus Covid–19
Coronavirus Covid–19

L'Università di Udine ha sospeso tutte le attività accademiche e tecnico-amministrative previste per domani 2 marzo dopo i casi di contagio da coronavirus che hanno colpito alcuni docenti dell'Ateneo. La notizia in un comunicato inviato a Consiglio degli studenti, docenti e ricercatori. La decisione dopo la positività al nuovo coronavirus di tre docenti che avevano partecipato a un convegno scientifico svolto proprio a UniUd il 20 e 21 febbraio. "Il contagio è originato da un partecipante, positivo al virus, proveniente dal Piemonte" spiegano da Udine. La sospensione delle attività in attesa delle decisioni governative. La giornata di domani sarà "dedicata a organizzare al meglio, in sintonia con le Autorità competenti, la gestione dell'emergenza. Per questo sarà richiesta la presenza in Ateneo solo di alcune persone utili alla predisposizione delle misure cautelative, che saranno informate con una comunicazione separata" ha spiegato Il Rettore dell'università di Udine, Roberto Pinton,.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
17:31

Giornalisti italiani bloccati in aeroporto Turchia

"Ci hanno impedito di mettere piede in Turchia" così la giornalista di Piazza Pulita, Sara Giudice, ha denunciato quanto le è accaduto nelle scorse ore in aeroporto in Turchia dove si trovava insieme ad alcuni colleghi. per lavoro. "Nessun italiano mette piede su suolo turco. Ero diretta a Istanbul con l'operatore per un reportage sulla crisi migratoria con la Grecia. Al momento del controllo passaporti ci hanno mandato a un checkpoint della polizia, che compresa la nostra nazionalità, Ci ha detto che era impossibile per noi rimanere in Turchia e che se non avessimo preso provvedimenti ci avrebbero messi in quarantena" ha spiegato la giornalista, aggiungendo: "Ora proveremo ad andare in Grecia". L'episodio segue la decisione del governo di Ankara di sospendere i voli con l'Italia per l'emergenza coronavirus.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
17:20

In Liguria scuole riaperte da mercoledì

Dopo lo stop alle lezioni per l'emergenza coronavirus, in Liguria le scuole riapriranno mercoledì prossimo 4 marzo. Lo ha comunicato oggi la stessa Regione Liguria attraverso il proprio sito web. "Le scuole in tutta la Liguria riapriranno da mercoledì per lasciare il tempo agli istituti di dotarsi di tutti gli strumenti di prevenzione previsti dalle norme" recita infatti l'avviso pubblicato sul sito della Regione.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
17:13

Sesto caso accertato di Coronavirus in Friuli Venezia Giulia

C'è il sesto caso di contagio da Coronavirus in Friuli Venezia Giulia. Si tratta di una persona di Gorizia che mostra i sintomi della malattia e che ora è in quarantena domiciliare. Lo comunica la Regione dopo la positività al tampone. Il campione del test è stato inviato all'Istituto Superiore di Sanità per la conferma. Finora i tamponi effettuati in Friuli Venezia Giulia sono stati 243, dei quali 16 sono in corso di esame. In tutto le persone in osservazione in quarantena domiciliare sono 122.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
17:07

Veneto, la proposta di Zaia: "Riaprire musei e cinema ma con distanza di un metro tra le persone"

Riapertura di musei, cinema e teatri per far ripartire le attività economiche in regione ma con ‘droplet' ovvero la distanza di un metro tra le persone, e il contingentamento delle presenza. È quanto ha chiesto il governatore del Veneto Luca Zaia dopo le riunioni in videoconferenza con i colleghi di Lombardia e Emilia Romagna per l'emergenza coronavirus.  Con gli altri governatori "chiediamo di coniugare le indicazioni del mondo scientifico con le esigenze di tutti i giorni" ha spiegato Zia, quindi: "Centri commerciali aperti, ma sempre con il contingentamento del pubblico, così come bar e ristoranti, dove il servizio sarà garantito al tavolo, ma senza la somministrazione di bevande e cibi all'esterno per evitare assembramenti di persone". "Per i luoghi di culto è stato chiesto di potere garantire ai fedeli la possibilità di assistere alle funzioni religiose mantenendo anche qui il droplet. "Se il governo accetterà tutte le nostre osservazioni e saranno validate dal mondo scientifico, il Decreto verrà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale e sara efficace dalle 24 di questa notte" ha concluso Zaia.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
16:23

Coronavirus, aggiornamenti: "In Usa effettuati solo 500 test"

Negli Stati Uniti fino questo momento sono stati effettuati solo cinquecento tamponi per testare la positività al nuovo coronavirus. La notizia arriva dalla Cnn in una intervista al vicepresidente Mike Pence, interpellato in qualità di responsabile della task force americana sull'epidemia da coronavirus. Lo stesso Pence ha chiarito però che le nuove misure previste dalla presidenza impongono maggiori controlli con l'autorizzazione ad effettuare test a livello locale. "Stiamo lavorando per mandarne poi altri 50 mila", ha detto Pence. Intanto il Presidente Donald Trump ha spiegato che  tra le nuove misure "oltre allo screening dei viaggiatori prima dell'imbarco da determinati paesi designati ad alto rischio, o aree all'interno di tali paesi, saranno anche sottoposti a screening al loro arrivo in America".

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
15:55

L'allarme del sindaco di Casalpusterlengo: “Servono provvedimenti seri”

"Mi auguro che questo finisca al più presto e che il governo prenda provvedimenti seri e concreti di aiuto fiscale ed economico per queste realtà perché ad oggi questo aiuto e questo sostegno non sono arrivati" è il grido di aiuto del sindaco di Casalpusterlengo, uno dei comuni più colpiti dall'emergenza coronavirus in Italia e per questo in quarantena. "Il mio pensiero va a commercianti, agli artigiani, alle partite Iva, alle aziende che non possono aprire" ha dichiarato il primo cittadino attraverso un video facebook, concludendo: "Ci appelliamo al governo affinché non ci prendano in giro "

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
15:33

Epidemia anche in Germania, 117 contagiati

Si allarga la diffusione del Coronavirus anche in Germania dove in poche ore vi è stata una impennata di casi di positività che ha fatto salire il numero totale dei contagiati a 117. Il boom nelle ultime ore visto che il precedete bilancio era fermo a 53 contagi. Il nuovo bilancio è stato confermato oggi dal ministero della Salute tedesco sul proprio portale web. La Germania diventa così il secondo Paese europeo più colpito dal coronavirus dopo l'Italia. Al momento sono nove i Lander in cui sono state registrate le infezioni da COVID-19. La regione più colpita resta il Nordreno-Vestfalia, con 66 positivi. L'impennata di casi sembra destinata ad aumentare ulteriormente tanto che il governo ha già affermato che si è all'inizio di un'epidemia.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
15:21

Governatore Fedriga: "Chiediamo chiusura scuole e università"

"Abbiamo proposto di inserire nel Dpcm la chiusura delle scuole e delle università in Friuli Venezia Giulia per un'altra settimana dopo i casi positivi al coronavirus riscontrati nelle ultime ore in regione", così il Governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha annunciato la richiesta fatta al Consiglio dei ministri di prorogare di un'altra settimana la chiusura delle scuole e delle università in regione per l'emergenza Coronavirus . "Abbiamo inoltrato la nostra proposta al Governo e ci aspettiamo una risposta in tempi brevi" ha aggiunto il presidente della Regione facendo il punto della situazione del contagio da coronavirus in Friuli Venezia Giulia  Il primo caso in regione è stato confermato nelle scorse ore e riguarda un uomo di Gorizia che si era recato a Tarvisio. Gli altri quattro casi sono riconducibili a una riunione di docenti avvenuta all'università di Udine con un docente arrivato dal Piemonte. Tre sarebbero i docenti contagiati a Udine, asintomatici, mentre presenta sintomi una docente a Trieste. Tutti e cinque i contagiati sono in quarantena domiciliare.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
15:06

A 98 anni guarita la più anziana paziente a Wuhan

A 98 anni è riuscita superare indenne anche il nuovo coronavirus Covid-19 arrivando a guarire dalla malattia dopo settimane di ricovero ospedaliero. La pensionata è diventata così la più anziana paziente contagiata dal coronavirus e guarita nel mondo. Si tratta di una donna cinese che era ricoverata al Leishenshan Hospital, la seconda struttura ospedaliera temporanea costruita in tempi record nella provincia cinese dell'Hubei. L'anziana donna è stata dimessa nelle scorse ore insieme alla figlia dopo essere risultata negativa ai test per il coronavirus. Lo riporta CGTN, il canale televisivo di notizie h24 in lingua inglese di China Central Television.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
14:56

Anche Turkish Airlines sospende voli per Italia 

Anche la compagnia aerea turca Turkish Airlines ha annunciato oggi di aver cancellato tutti i voli per l'Italia a causa dell'epidemia di coronavirus. In un comunicato, la compagnia di bandiera di Ankara ha dichiarato che il divieto di volo è temporaneo in attesa degli sviluppi sulla situazione del contagio in Italia  ma ha effetto immediato. La Turkish Airlines dunque si aggiunge a tutte le altre compagnie che nei giorni scorsi hanno preso provvedimenti per limitare la diffusione del nuovo virus. Nelle scorse ore era stata la American Airlines a sospende fino ad aprile i voli da e per Milano. La decisione dopo la direttiva del centro per il controllo e la prevenzione delle malattie di Atlanta, Usa, che raccomanda ai viaggiatori di evitare qualsiasi viaggio non necessario in Italia.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
14:48

Il viceministro Sileri: "Richiameremo medici in pensione"

“Servono nuove leve ma anche richiamare medici in pensione che abbiano esperienza nel campo”, così il Vice ministro della salute Pierpaolo Sileri ha confermato l’intenzione del governo di richiedere il ritorno al lavoro dei medici già a riposo per l'emergenza coronavirus in Italia . “Bisogna certamente anche assumere e formare ma servono anche ordini straordinari di materiale sanitario” ha aggiunto a sky tg 24 Sileri, ricordando che, come accaduto con le mascherine, “il materiale tende a esaurirsi”.  “Son soldi che andranno stanziati o aiuteranno anche le aziende" ha concluso il rappresentate del governo

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
14:45

Chiusa a Roma la chiesa di San Luigi dei francesi 

La chiesa di San Luigi dei francesi a Roma è stata chiusa oggi "per misure precauzionali" legate al Coronavirus e "fino a nuovo ordine" su disposizione dell'ambasciata di Francia a Roma per . È quanto si legge sul sito della struttura religiosa che è anche meta turistica di primo piano. Secondo indiscrezioni, la misura precauzionale dello stop a messe e visite sarebbe arrivata dopo la positività al coronavirus riscontrata in un sacerdote francese che era stato a Roma e ora è in ospedale in Francia affetto da coronavirus. Il sacerdote della diocesi di Parigi era stato proprio all’interno di questa chiesa e l’ambasciata di Francia a Roma ne ha disposto la chiusura per motivi precauzionali fino a nuovo ordine. Il prete era in Italia per motivi di studio e prima di rientrare  in Francia si sarebbe fermato per una pausa anche in Lombardia, nei pressi delle aree del focolaio. Quindi non è da escludere l’ipotesi che il sacerdote possa aver contratto il virus in quelle zone.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
13:57

Chiuso il Louvre in Francia

La paura del contagio da coronavirus colpisce anche la Francia e il Louvre che questa mattina è rimasto chiuso al pubblico per volontà dei dipendenti. Il personale del museo più visitato al mondo infatti oggi si sono riuniti in assemblea, preoccupati per il rischio di contagio da Coronavirus  di fatto fermando gli ingressi alla struttura. I dipendenti si sono detti preoccupati per il rischio di contagio legato alla presenza di visitatori provenienti dai focolai della malattia. La chiusura del Louvre ha colto di sorpresa i turisti che avevano previsto di visitarlo oggi. In Francia infatti il governo francese ha deciso di vietare eventi pubblici con più di 5mila persone ma i musei non sono considerati luoghi a rischio e quindi rimangono aperti.  "Una riunione informativa sulla situazione sanitaria legata alle misure di prevenzione  per il COVID19 è in corso in seguito alle istruzioni ministeriali trasmesse dalle autorità competenti, questo ritarda l'apertura del museo del Louvre questa domenica 1 marzo. Il museo non può aprire al momento" recita un messaggio  lanciato sugli account social del museo del Louvre.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
13:50

Luis Sepúlveda contagiato: è in ospedale

C'è anche lo scrittore Luis Sepúlveda tra le persone contagiate dal Coronavirus. Lo riportano i media spagnoli citando la moglie. Luis Sepúlveda infatti è attualmente ricoverato in ospedale nelle Asturie, in Spagna, dopo che è stato confermata la positività al coronavirus. Si tratterebe del primo colpito dal coronavirus nelle Asturie. Sua moglie ha spiegato che i primi sintomi sono comparsi al suo ritorno dal Portogallo, dove hanno preso parte a un festival letterario locale tra il 18 e il 23 febbraio scorsi.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
13:32

Primi due casi di Coronavirus a Verona

Ci sono i primi casi di positività al test del  Coronavirus Covid-19 anche a Verona. A comunicarlo il sindaco della cittadina scaligera Federico Sboarina. "L’autorità sanitaria mi ha comunicato che oggi nella nostra città due persone sono risultate positive al test Coronavirus Covid-19. La macchina della prevenzione era già attiva al massimo e continua ad esserlo" ha scritto su Facebook il primo citadino veronese , aggiungendo: "Invito quindi i veronesi a mantenere le proprie abitudini, nel rispetto come hanno fatto finora delle misure igienico sanitarie. In ogni caso, Verona non si deve fermare. Pur seguendo le prossime prescrizioni che il Ministero comunicherà alle Regioni, dobbiamo continuare a vivere la nostra quotidianità". Salgono così a 223 in Veneto i casi positivi al coronavirus,  27 in più del report precedente.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
13:06

In Spagna 73 contagiati da Coronavirus

Anche in Spagna si aggrava di ora in ora il bilancio dei contagi da Coronavirus. Secondo l'ultimo rapporto reso pubblico dal capo del Centro per il coordinamento delle emergenze, Fernando Simon, le persone risultate positive ai test per il uovo coronavirus nel Paese iberico sono ora 73. Parlando durante il briefing di oggi per fare il punto sulla situazione dell'epidemia in Spagna, il coordinatore  ha spiegato che il 90% dei casi in Spagna è stato importato o è legato ai casi importati mentre per ora sono due le persone già guarite. Come riporta la Efe, la Spagna resta al livello uno di allerta, la cosiddetta fase di contenimento.

A cura di Antonio Palma
01 Marzo
12:45

Zaia all'ambasciatore cinese: "Mi scuso per la frase sui topi"

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha scritto all'ambasciatore cinese in Italia dicendosi "davvero dispiaciuto per quanto accaduto", riferendosi all'intervista di tre giorni fa in cui affermava: "Abbiamo visto tutti i cinesi mangiare topi vivi". Il presidente ha inviato la missiva "non per accampare scuse: quando si sbaglia, si sbaglia. E a nulla valgono giustificazioni basate sulla stanchezza accumulata in questi giorni di grande tensione o sulla frettolosità di esposizione di concetti e di ragionamenti". Sempre Zaia, questa mattina, ha annunciato di essere al lavoro "con i governatori di Lombardia e Emilia Romagna per cercare di proporre degli emendamenti rispetto al decreto di base" della presidenza del Consiglio dei Ministri. "C'è assolutamente accordo tra le tre Regioni e adesso aspettiamo le risposte che darà il governo".

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
12:25

Emilia Romagna, nuova vittima a Piacenza. Sale a 269 il numero dei contagi

Salgono a 269 i casi di positività al Coronavirus in Emilia Romagna su un totale di 1.736 test effettuati. Rimane Piacenza, al confine con la zona rossa del Lodigiano, la provincia più colpita, con 160 casi, di cui 58 sono a Parma, 24 a Modena, 16 a Rimini, 7 a Reggio Emilia. Sempre a Piacenza si registra un altro morto: si tratta un uomo di 79 anni già affetto da molteplici patologie. Era residente in provincia e ricoverato in ospedale. Il bilancio delle vittime a livello regionale è dunque di cinque decessi.

Non ci sono nuovi casi né a Bologna, dove rimangono due, né a Ravenna, che ne ha uno, mentre si registra il primo caso a Forlì-Cesena, un uomo di circa 60 anni domiciliato in provincia e ricoverato all'ospedale di Forlì, ma in buone condizioni; per questo paziente sono ancora in corso le indagini epidemiologiche. La maggioranza delle persone continua a presentare sintomi modesti, 22 non hanno alcun sintomo e 130 – quasi la metà – stanno seguendo il previsto periodo di isolamento a casa, perché non hanno bisogno di cure ospedaliere. Passano da 11 a 14 i pazienti ricoverati in terapia intensiva.

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
12:13

Sta bene la coppia cinese ricoverata allo Spallanzani: "Insieme in stanza"

Buone notizie dall'ospedale Spallanzani di Roma, dove è stato appena reso noto il nuovo bollettino giornaliero dell'emergenza Coronaviurs. Sta infatti meglio la coppia cinese, tra i primi casi confermati di Covid-19 in Italia, mentre continua il percorso riabilitativo. "Sono in buone condizioni cliniche e sono stati ricoverati in un'unica stanza", hanno detto i medici, che sono stati rassicuranti anche sulla situazione della famiglia di Fiumicino risultata positiva al test: "Al momento sono solo tre i nuovi casi di positività al nuovo Coronavirus. Tutti i ricoverati sono in condizioni cliniche che non destano preoccupazioni". Negativi, invece, i risultati dei tamponi effettuati sui contatti diretti del nucleo familiare. In totale, sono stati valutati ad oggi presso l'accettazione dello Spallanzani 204 pazienti. Di questi, 177 risultati negativi al test sono stati dimessi. Ventisette sono i pazienti tuttora ricoverati.

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
11:58

Il ministro Speranza: "Tutti facciano la propria parte per contenere il virus"

"Le migliori energie del Paese sono al lavoro senza sosta per affrontare la situazione. Grazie a chi in queste ore sta facendo tutto il possibile. Le istituzioni devono lavorare insieme nel massimo coordinamento, come sta avvenendo". Così il ministro della Salute, Roberto Speranza in un post appena pubblicato su Facebook. Il numero uno del dicastero, da giorni impegnato a contrastare l'emergenza Coronavirus in Italia, ha anche aggiunto: "Sono però fondamentali anche i comportamenti individuali. Ciascuno può fare la propria parte per contenere la diffusione del contagio seguendo le 10 indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità". Tra queste, lavarsi spesso le mani, evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute e non toccarsi naso, occhi e bocca con le mani.

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
11:40

Nuovi controlli in Vaticano: "Più distanza tra i fedeli e termo-scanner"

L'emergenza Coronavirus arriva anche in Vaticano, dove sono state lanciate nuove disposizioni per i controlli. Oggi, domenica 1 marzo, per accedere a piazza San Pietro, dove alle 12 Papa Francesco terrà l'Angelus, le forze di sicurezza hanno fatto in modo che ci siano file più ordinate agli ingressi. I pellegrini vengono controllati uno alla volta garantendo una distanza di diversi metri tra chi viene controllato e le persone che sono dietro. Dopo il primo filtro resta quello solito ai metal detector, sotto il colonnato, dove gli addetti non sono comunque al momento dotati di termo-scanner. Oggi non c'è una grande affluenza di pellegrini, calati anche nei giorni scorsi, come invece si registra ogni domenica.

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
11:35

Positivo il sindaco di un comune dell'Alta Savoia

In Francia il sindaco del villaggio dell'Alta Savoia di La Balme-de-Sillingy, un focolaio di Coronavirus, è stato ricoverato dopo esser risultato positivo al Covid-19. "Mi sono voluto dedicare pienamente alla mia funzione di sindaco per gestire questa crisi", ha spiegato Francois Daviet in un video su Facebook in cui indossava la mascherina, "e ora sarò ricoverato insieme ai 13 concittadini contagiati". Poi ha lanciato un appello alla popolazione: "Vi prego, non salutatevi con i baci, non stringetevi la mano e muovetevi solo se ne avete davvero bisogno".

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
11:30

Gismondo: "Casistica di poco superiore all'influenza stagionale"

È tornata a parlare ai microfoni di SkyTg24 la virologa Maria Rita Gismondo, direttore del laboratorio di Virologia dell'ospedale Sacco di Milano, protagonista nei giorni scorsi di una querelle sul tema Coronavirus insieme al collega Roberto Burioni. Secondo l'esperta "dal 14 ottobre 2019 al 9 febbraio 2020 abbiamo avuto 5 milioni e 18.000 casi, ovvero il 9% della popolazione italiana, con 300 morti dirette e da 4000 a 10mila indirette. Non voglio sminuire l'attenzione che c'è attualmente sul Coronavirus, ma la problematica è rappresentata da una casistica appena superiore all'influenza stagionale. Il problema è più di organizzazione sanitaria perché stiamo avendo in un periodo molto breve molti casi critici". Sulla proposta avanzata dalla Regione Lombardia di richiamare i medici in pensione per far fronte all'emergenza, ha detto: "Assumiamo piuttosto energie nuove che sono pronte, sapevamo che saremmo rimasti scoperti di medici e non solo in questo settore".

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
10:49

Il santuario di Lourdes chiude tutte le piscine fino a nuovo ordine

Il Santuario di Lourdes chiude al pubblico tutte le piscine fino a data da destinarsi a causa dell'emergenza Coronavirus. È quanto comunicato dallo stato santuario francese, il terzo al mondo per affluenza, attraverso il proprio sito ufficiale, dove è stata anche annunciata l'attivazione di una equipe di medici che ha iniziato a sorvegliare tutti i pellegrinaggi per evitare nuovi contagi: "All'inizio della settimana, è stata istituita un'unità di vigilanza, che è in contatto quotidiano con le autorità sanitarie e la Prefettura degli Alti Pirenei per applicare le misure del Ministero della Salute. Di fronte alle numerose richieste che riceviamo, vogliamo ribadire che la nostra prima preoccupazione sarà sempre la sicurezza e la salute dei pellegrini e della comunità lavorativa del Santuario. Fino ad oggi, continuiamo ad accogliere pellegrinaggi, gruppi e individui. Per precauzione, le piscine sono state chiuse fino a nuovo avviso", si legge nella nota.

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
10:31

per viceministro Sileri "i casi positivi destinati ad aumentare"

Per il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, "il numero dei casi positivi al Coronavirus in Italia è destinato ad aumentare". Lo ha detto ai microfoni di SkyTg24 commentando l'emergenza che il nostro Paese si trova ad affrontare in seguito alla diffusione del nuovo virus, che finora ha fatto registrare oltre mille contagi e 29 decessi, anche se continua a crescere pure il numero delle guarigioni, arrivate a quota 50. "I posti negli ospedali destinati alla terapia intensiva sono al 90% oggi già occupati ma, in caso di bisogno, possono essere aumentati anche di migliaia", ha aggiunto ancora Sileri, aggiungendo che "qualcuno che ha un'altra patologia ad esempio può essere spostato in altre regioni dove non c'è epidemia".

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
10:15

Confermata chiusura delle scuole fino all'8 marzo nelle zone rosse

Niente lezioni domani, lunedì 2 marzo, nelle scuole di ogni ordine e grado nelle regioni più colpite dall'emergenza Coronavirus. È stata infatti confermata la sospensione dell'attività scolastica per almeno un'altra settimana in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, dove si ritornerà in classe lunedì 9 marzo, salvo differente comunicazione. Scuole aperte, invece, nel resto d'Italia. In Piemonte si tornerà sui banchi mercoledì dopo due giorni di disinfezione delle strutture, in Liguria sempre da domani tranne che a Savona. Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha di nuovo rassicurato studenti, insegnanti e genitori che l'anno scolastico sarà salvo, anche se non si arriverà ai 200 giorni di frequenza.

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
09:44

Ricciardi (Oms): "Prossime due settimane decisive per capire la situazione in Italia"

"I tempi dell'emergenza dipendono dalle precauzioni che saranno prese, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Le misure tese a limitare i contatti tra persone qui devono proseguire per un' altra settimana almeno". Lo dice l'epidemiologo Walter Ricciardi, consigliere del ministro Speranza e membro del consiglio esecutivo dell'Organizzazione mondiale della Sanità in un'intervista a Qn. Le misure riguardano, come è noto, la chiusura di tutte le zone dove c'è elevata circolazione del virus, ambienti chiusi e affollati e la scuola. Inglesi e giapponesi stanno considerando addirittura una chiusura protratta per due mesi. Ricciardi si rende conto che le restrizioni "generano ansia, ma è la cosa più giusta da fare. Le prossime due settimane saranno decisive per capire come evolve la situazione italiana".

Intanto, ha continuato, "ho parlato con i rettori di varie università", che si stanno attrezzando per l'insegnamento via internet". A livello internazionale, Germania e Francia "sono i Paesi che probabilmente ci seguiranno in questa evoluzione", spiega ancora lo scienziato che non pensa che l'epidemia finirà con l' arrivo della bella stagione: "Il destino di questa crisi sarà legato alle scelte che faremo". L'Oms con le sue indicazioni "è stata coerente in questi giorni". E in Italia "dove sono consigliere del ministero della Salute da quattro giorni, mi pare che la comunicazione fin qui sia corretta".

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
09:06

L'infettivologo del Sacco: "Il virus circolava già prima di gennaio"

"È accaduto quello che molti di noi temevano e speravano non accadesse. Il virus ha dimostrato di aver eluso i criteri di sorveglianza. L’epidemia ha a tutti gli effetti conquistato una parte d’Italia". A parlare è Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, che in una intervista al Corriere della Sera si è detto preoccupato per l'evolversi dell'emergenza Coronavirus in Italia, che rischia di diventare uno "tsunami per il nostro sistema sanitario". Secondo Galli, "i quadri clinici gravi non fanno pensare che l’infezione sia recente. È verosimile che i ricoverati abbiamo alle spalle dalle due alle quattro settimane di tempo intercorso dal momento in cui hanno preso il virus allo sviluppo di sintomi molto seri, dalla semplice necessità di aiutarli con l’ossigeno fino a doverli assistere completamente nella respirazione. Chi ha cercato di infondere tranquillità, e li capisco, non ha considerato le potenzialità di questo virus. In quarantadue anni di professione non ho mai visto un’influenza capace di stravolgere l’attività dei reparti di malattie infettive".

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
08:54

Fontana: "Richiamo in servizio medici pensionati"

I medici in pensione chiamati di nuovo in servizio per far fronte all'emergenza da Coronavirus. Lo ha annunciato il governatore della Lombardia, Attilio Fontana nel corso di una intervista rilasciata a Il Giornale. Il presidente della Regione, al momento la più colpita dall'epidemia, ha anche sottolineato "gli specializzandi sono già utilizzati, in più c'è un piano di assunzioni", lamentando di non aver potuto assumere in precedenza i sanitari di cui ci sarebbe bisogno a causa dei vincoli di bilancio imposti da Roma. "Quest'anno finalmente abbiamo avuto un'apertura ma senza quei vincoli avremmo molti più medici e infermieri. Anche perchè ne avremmo le risorse", ha affermato Fontana.

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
08:25

Primi morti in Australia e Thailandia

Si registra in Australia il primo morto per il Coronavirus. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie del Paese. La vittima è un uomo di 78 anni che era stato rimpatriato dalla nave da crociera Diamond Princess messa in quarantena in Giappone. In tutto il Paese sono saliti a 27 i casi di contagio del nuovo virus. Anche in Thailandia c'è stato il primo decesso da Covid-19. Si tratta di un 35enne che aveva anche la febbre dengue, una malattia infettiva tropicale. L'uomo lavorava nel commercio ed era venuto in contatto con molti turisti cinesi nella fase iniziale di diffusione del virus. Il 27 gennaio era stato ricoverato per la febbre dengue e a inizio febbraio gli era stato diagnosticato il Coronavirus.

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
08:19

American Airlines sospende voli da e per Milano

American Airlines ha reso noto di aver sospeso fino al 24 aprile tutti i voli da e per Milano dall'aeroporto Jfk di New York e da quello di Miami. Il provvedimento è stato preso dopo che gli Usa hanno annunciato di aver alzato l'allerta al massimo livello, il 4, cioè "non  viaggiare", per le aree italiane più colpite dal Coronavirus. La compagnia ha citato anche una riduzione della domanda spiegando la decisione. Dopo lo stop, un gruppo di italiani è stato fatto scendere da un aereo quando già alcuni di loro si erano accomodati in poltrona. L'equipaggio si è rifiutato di salire a bordo del volo in partenza dallo scalo JFK di New York per paura del contagio, e a nulla sono valse le rimostranze dei passeggeri. Dopo l'intervento del Consolato, i passeggeri sono stati dirottati su un volo Alitalia.

Si allunga così l'elenco delle compagnie aeree che hanno annullato o ridotto le frequenze dei viaggi da e per il Nord Italia.

A cura di Ida Artiaco
01 Marzo
08:15

In Italia superati i mille contagi, 29 i morti e 50 i guariti

L'emergenza Coronavirus continua in Italia e nel mondo. Nel nostro Paese, stando a quanto riferito dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli nell'ultimo bollettino, sono 1128 i contagiati, a cui si aggiungono 29 decessi e 50 guarigioni. Tra le vittime, ci sono altri 8 anziani, 5 uomini e 3 donne, di età compresa tra i 79 e i 90 anni, che non ce l’hanno fatta. Tutti gli 8 nuovi decessi di cui si è avuta notizia nella giornata di ieri, sabato 29 febbraio, 6 in Lombardia (4 uomini e 2 donne) e 2 in Emilia Romagna (un maschio e una femmina), sono collegati al focolaio lombardo. Tuttavia, il bilancio potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva delle morti.

Sui 1.128 casi di positività accertati in totale in Italia, 615 finora riguardano la Lombardia, 217 l’Emilia Romagna, 191 il Veneto. Proprio in queste regioni si è deciso di tenere chiuse le scuole di ogni ordine e grado anche per la prossima settima per evitare l'ulteriore diffusione del nuovo virus. Proprio la Lombardia, il territorio più colpito dall'emergenza, al nono giorno di epidemia, passa al contrattacco con ulteriori misure. Innanzitutto un ospedale dedicato esclusivamente al Coronavirus come a Wuhan. Da martedì 3 marzo, inoltre, l’ex ospedale militare di Baggio inizierà ad accogliere i pazienti guariti che devono affrontare la fase della quarantena. Un allarme importante, però, arriva da Cremona: "Ci sono pazienti in condizioni gravi. La maggior parte sono anziani con altre patologie sottostanti, ma la regola non è il 100% — ha detto Angelo Pan, direttore dell’Unità malattie Infettive —. Infatti c’è anche qualche giovane in terapia intensiva".

Il Coronavirus, intanto, è arrivato anche al Centro-Sud: l’Iss ha accertato i primi due casi in Umbria, uno in PugliaCalabria e Abruzzo. Allo Spallanzani di Roma, infine, è entrata la famiglia di Fiumicino, mentre è stato dimesso Niccolò, il 17enne di Grado bloccato per due volte in Cina a causa della febbre. Proprio nel paese del Dragone, epicentro dell'epidemia si sono verificati nelle ultime ore altri 35 decessi per il Coronavirus e 573 nuovi casi di contagi, mentre la Corea del Sud ha confermato altri 376 casi di persone positive al Covid-19. Il numero di persone contagiate sale così a 3.526. Il bilancio delle vittime invece è rimasto invariato a 17.

A cura di Ida Artiaco
452 CONDIVISIONI
31632 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni