167 CONDIVISIONI
News sul caso Daniela Santanchè

Daniela Santanchè, il Senato respinge mozione di sfiducia M5s con 111 voti. Conte: “Chi ha disertato l’Aula è complice”. News in diretta

167 CONDIVISIONI

Oggi il voto sulla sfiducia a Daniela Santanchè: il Senato respinge la mozione con 111 voti, i favorevoli sono stati 67. Hanno votato a favore della mozione di sfiducia il M5s, Pd e Alleanza Verdi e Sinistra, contraria invece la maggioranza. Il Terzo Polo di Renzi e Calenda non ha partecipato al voto. Daniela Santanchè non commenta l'esito del voto ma dichiara: "Oggi è una bellissima giornata".

"Su avviso di garanzia ho detto verità, chi afferma il contrario mente", ha detto la ministra del Turismo in Aula. In diversi momenti della discussione è scoppiata la bagarre in Aula. Il presidente del Senato Ignazio La Russa ha richiamato diverse volte all'ordine il senatore M5s Ettore Licheri, che ha gridato "pagliacci" dopo il suo intervento.

"Vergognoso il voto della maggioranza. Parimenti vergognoso il comportamento di Azione e Italia Viva che sono usciti dall'Aula", le parole di Stefano Patuanelli. Giuseppe Conte, invece, sui canali social ha dichiarato: "Fdi, Lega, Fi e Meloni salvano Santanchè nonostante abbia mentito a Parlamento e cittadini".

Il voto sulla mozione di sfiducia a Daniela Santanchè al Senato:

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News sul caso Daniela Santanchè
26 Luglio
15:43

La Russa: "Non ricordo casi di mozione di sfiducia per fatti antecedenti a incarico"

"Non ricordo casi in cui ci sia stata una mozione di sfiducia individuale per fatti precedenti all'assuzione dell'incarico ministeriale, erano sempre questioni che erano quantomeno concomitanti con l'incarico ministeriale. Nessun parlamentare può accoppiare un dato di iter processuale al momento in cui si debba dimettere. Si tratta di valutazioni di opportunità". Lo ha detto il presidente del Senato Ignazio La Russa, nel corso della cerimonia del Ventaglio, parlando del voto in Senato sulla sfiducia alla ministra del Turismo Daniela Santanchè.

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
13:42

Conte: "Fdi, Lega, Fi e Meloni salvano Santanchè nonostante abbia mentito a Parlamento e cittadini"

"Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia e Giorgia Meloni salvano la Ministra Santanchè nonostante abbia platealmente mentito al Parlamento e ai cittadini, nonostante condotte incompatibili col suo ruolo istituzionale, nonostante il chiaro conflitto di interessi", ha scritto il leader del M5s Giuseppe Conte su Facebook.

"Noi abbiamo orgogliosamente votato la sfiducia al Ministro, qualche altra opposizione ha preferito disertare il voto abbandonando l'Aula. In situazioni come queste disertare è essere complici.In qualsiasi grande Paese oggi Santanché non sarebbe più Ministra. In qualsiasi grande Paese il Premier l'avrebbe accompagnata alla porta già da giorni.Dai banchi dell'opposizione, Giorgia Meloni chiedendo le dimissioni di un Ministro per molto, ma molto meno, dichiarava pomposamente: ‘Viviamo in un tempo nel quale la politica, per recuperare la fiducia dei cittadini, deve stare un passo avanti alla società e dare il buon esempio'. Nel codice etico di Fratelli d'Italia, inoltre, Meloni ha scritto nero su bianco che non si opera in situazioni di conflitto di interesse e che ci si dimette per "vicende giudiziarie o condotte conclamate incompatibili con il prestigio e l’integrità richiesti per ricoprire l’incarico". Oggi, fatti alla mano, sappiamo che sono tutte chiacchiere. Alla prova di governo hanno dimostrato di non avere rispetto per se stessi, per gli interessi degli italiani, per il decoro delle istituzioni".

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
13:36

Patuanelli: "Vergognoso il comportamento dei senatori di Iv e Azione che sono usciti dall'Aula"

"Vergognoso il voto della maggioranza. Parimenti vergognoso il comportamento di Azione e Italia Viva che sono usciti dall'Aula". Lo dice all'AdnKronos il capogruppo Stefano Patuanelli, al termine del voto sulla mozione di sfiducia al ministro del Turismo Daniela Santanchè, presentata dal M5S e respinta con 111 voti contrari dei senatori.

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
13:33

Maggioranza presente quasi al completo per il voto sulla mozione di sfiducia

La maggioranza era quasi al completo nell'aula del Senato – a parte 2 assenze, un parlamentare di Fratelli d'Italia e un altro della Lega – al momento del voto della mozione di sfiducia alla ministra Daniela Santanchè.

Lei stessa, presente in aula, non ha partecipato allo scrutinio per motivi di opportunità, e di fatto è nel conteggio degli assenti di FdI. È quanto emerge dai tabulati del Senato sul voto del documento che chiedeva le dimissioni della ministra per via dell'inchiesta giornalistica e giudiziaria aperta nei suoi confronti.

Nessuna sorpresa rispetto a quanto erra stato già anticipato dalle forze politiche: a favore della mozione hanno votato il M5s (firmatario della richiesta di dimissioni), il Pd, 4 senatori del gruppo Misto e 3 delle Autonomie (la senatrice a vita Elena Cattaneo, Luigi Spagnolli e Julia Unterberger). Contrari Fratelli d'Italia, Forza Italia, Lega e 6 senatori di Coraggio Italia. Come annunciato, non hanno partecipato al voto i parlamentari di Azione-Italia viva. Non a caso, in base ai tabulati, il maggior numero di assenti risulta proprio nel gruppo del Terzo polo, cioè 9 sul totale di 17. Altri 3 mancano nelle Autonomie, 2 del Pd e uno rispettivamente di Lega, M5s e gruppo misto.

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
13:25

Sironi (M5s): "Un ministro che mente al Senato di fronte agli italiani non è degno di quel ruolo"

"Un ministro che mente di fronte al Senato e di fronte agli italiani non è degno di rivestire quel ruolo che dovrebbe essere svolto con disciplina ed onore: la politica deve dare il buon esempio ai cittadini. Fa sorridere che il centrodestra abbia demonizzato la nostra mozione, quando proprio il codice etico di Fratelli d'Italia prevede che chiunque si candidi nel partito non debba operare mai in situazioni di conflitto d'interesse e impegna i propri membri a rassegnare le dimissioni in caso di condotte conclamate incompatibili con il prestigio e l'integrità richiesti per ricoprire l'incarico. La mozione del M5s denuncia il venir meno del rapporto di fiducia reciproco e il diritto alla verità sancito dall'art 54 della costituzione: ‘Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi. I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge'". Così la senatrice Elena Sironi sulla mozione di sfiducia presentata nei confronti della ministra Santanché votata oggi in Senato e bocciata dalla maggioranza con 111 voti sfavorevoli e 67 favorevoli.

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
13:19

Donzelli (Fdi): "Ora Santanchè ha il diritto e dovere di lavorare serenamente"

Con la bocciatura della mozione di sfiducia proposta dalle opposizioni, "Daniela Santanchè avrà non il diritto ma il dovere di lavorare serenamente come ministro, pensando solo all'interesse del turismo italiano. La sinistra potrà tornare a chiedere le dimissioni di qualcun altro, come ormai sono abituati a fare ogni settimana da quando abbiamo vinto le elezioni: è questo che, in fondo, non riescono ancora ad accettare". Lo dice, parlando con l'Adnkronos, il responsabile organizzazione di Fdi Giovanni Donzelli dopo il voto del Senato.

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
13:14

Calenda: "Complimenti al M5s per la 'bellissima giornata' regalata a Santanchè"

"Complimenti al M5S per questa ‘bellissima giornata' regalata alla Ministra Santanchè". È il commento ironico del leader di Azione, Carlo Calenda, sul suo profilo Twitter, dopo la bocciatura in Senato della mozione di sfiducia individuale alla ministra. Calenda ha postato il commento di Santanchè dopo il voto. E ha aggiunto: "Spero che abbiano avuto in cambio qualche Vicedirettore Rai. Altrimenti questo assist a Giorgia Meloni davvero non si spiega".

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
13:06

Santanchè non commenta l'esito del voto: "Oggi è una bellissima giornata"

"No io non rilascio nessuna dichiarazione, grazie", ha detto la ministra del Turismo Daniela Santanchè, che ha appena lasciato l'Aula del Senato. La mozione di sfiducia individuale presentata dal M5S è stata appena bocciata con 111 voti contrari dei senatori. "Una bellissima giornata", è l'unica battuta che concede ai cronisti.

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
13:03

Mozione di sfiducia respinta, Santanchè: "Ho fatto la scelta di non votare"

Io ho fatto la scelta di non votare. Spero che domani non si dica che ero assente". Lo ha dichiarato la ministra del Turismo, Daniela Santanchè, uscendo dall'Aula del Senato dopo il voto alla mozione di sfiducia nei suoi confronti, che è stata respinta. La ministra era presente in Aula ma non ha risposto a nessuna delle due chiame.

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
12:43

Il Senato ha respinto la mozione di sfiducia contro la ministra Santanchè

Il Senato ha votato sulla mozione di sfiducia nei confronti della ministra del Turismo Daniela Santanchè, presentata a prima firma del senatore Cinque Stelle Patuanelli. L'Aula di Palazzo Madama ha respinto la mozione: i favorevoli sono stati 67, i contrari 111, nessun astenuto.

Immagine
A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
12:41

Musumeci replica al Pd: "Sono in Aula su richiesta delle opposizioni, seguo la situazione maltempo"

"Davvero singolare la polemica di alcuni esponenti del Pd che, con evidente arroganza, pretendono persino di dettare l'agenda delle mie giornate. Dimenticando peraltro che partecipo alla seduta del Senato proprio perché richiesto dalle opposizioni, con la loro mozione. Da quarantotto ore, in costante contatto con il dipartimento nazionale di Protezione civile, seguo da ministro l'evolversi della difficile situazione del maltempo dal Nord alla Sicilia. Una realtà che mal si concilia con disarmanti tentativi di speculazione da parte di qualcuno", ha dichiarato il ministro per la Protezione civile, Nello Musumeci, rispondendo alle critiche arrivate dal Pd.

Il senatore Verini, in dichiarazione di voto, annunciando il sì dei dem alla mozione di sfiducia, aveva evidenziato come la ministra Santanchè avesse "dato l'impressione di tenere più a se stessa che alle istituzioni. Già qualcuno lo ha notato in qualche social. Se tenesse alle istituzioni non terrebbe inchiodato qui per ore, mentre la Sicilia brucia, il ministro della Protezione civile ad ascoltare questo dibattito. Questo non è senso delle istituzioni".

Il presidente La Russa è intervenuto: "Lei sa benissimo che il suo riferimento a dove è, come suo dovere, il ministro" Musumeci "non è del tutto coretto, lei lo sa". "Presidente lei è qui a presiedere, non a fare l'esegesi delle nostre interpretazioni. Presidente La Russa, lei non deve usare questa carica in modo discrezionale", ha ribattuto Verini. Quindi La Russa ha puntualizzato di non aver interrotto il senatore Pd, piuttosto di aver "interrotto l'interruzione" ed ha invitato ad proseguire il dibattito "con correttezza". "Presidente mi creda, da noi la esercitiamo la correttezza", ha detto ancora Verini.

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
12:06

È in corso al Senato la votazione sulla mozione di sfiducia a Daniela Santanchè

In corso la prima chiama per la votazione sulla mozione di sfiducia alla ministra Santanchè.

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
12:00

Santanchè, Malan (Fdi): "Nella mozione non c'è nulla che riguardi la sua attività da ministro"

"Nella mozione ci sono tre citazioni solenni della Costituzione. Nel centro testo si dice ‘il ministro sarà ben colpevole di qualcosa, quindi si deve dimettere', ma per dire questo il M5s dovrebbe avere più elementi di quelli che ha a disposizione la magistratura. Però la magistratura sta continuando a indagare, qui sta la totale infondatezza di questa mozione. Quali elementi avete noi che noi non abbiamo? Se non il tentativo comprensibile di strumentalizzare la vicenda. Noi riteniamo che il ministro abbia chiarito già tutto. Ma non c'è nulla in questa mozione che riguardi il suo operato del ministro, quindi non c'è nulla che sia di competenza di un organo come il Senato", ha detto il senatore Malan (Fdi), annunciando il voto contrario del suo partito.

A cura di Annalisa Cangemi
26 Luglio
11:53

Verini annuncia il voto a favore della mozione di sfiducia del Partito democratico

Per il Partito democratico in dichiarazioni di voto ha preso la parola Walter Verini: "La ministra tiene di più a sé stessa che alle istituzioni. La ministra non ha detto la verità in Parlamento. E basta vedere ovunque complotti della magistratura". Verini ha anche detto in Aula che se Santanchè ci tenesse davvero alle istituzioni non costringerebbe il ministro Musumeci a stare in Aula a seguire il dibattito mentre la Sicilia brucia. Frasi che hanno scatenato un'altra bagarre in Aula. Il presidente del Senato Ignazio La Russa ha richiamato diverse volte all'ordine il senatore M5s Ettore Licheri.

"Noi non abbiamo presentato una mozione di sfiducia perché sapevamo che sarebbe stare respinta. Ma la ministra dovrebbe fare un passo indietro per rispetto delle istituzioni. Visto che non lo fa sosterremo la mozione", ha concluso Verini.

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
11:42

Romeo annuncia il voto contrario della Lega alla mozione di sfiducia

"Se fossimo stati all'opposizione probabilmente anche noi avremmo sfruttato l'inchiesta giudiziaria per mettere in difficoltà il governo. Ma quello che non avremmo fatto è presentare una mozione di sfiducia: perché con una mossa sola avete rafforzato il ministro e diviso l'opposizione" ha detto il capogruppo leghista Massimiliano Romeo in Aula, in dichiarazione di voto sulla mozione di sfiducia a Daniela Santanchè. "Noi ovviamente, come gruppo Lega, respingeremo la mozione di sfiducia. E chiediamo al governo di andare avanti che i risultati si vedono".

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
11:32

Maiorino (M5s): "L'unico dicastero che si addice a Santanchè è quello della menzogna"

Alessandra Maiorino ha accusato Fratelli d'Italia di aver tradito il loro stesso codice etico: "Avreste dovuto chiedere voi alla vostra ministra di dimettersi, per togliervi dall'imbarazzo". La senatrice del Movimento Cinque Stelle ha quindi ribadito: "La ministra ha mentito al Parlamento, prima e anche oggi. L'unico dicastero che le si addice sarebbe quello della menzogna".

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
11:22

Ronzulli annuncia il voto contrario di Forza Italia sulla mozione di sfiducia a Santanchè

La senatrice Licia Ronzulli, di Forza Italia, ha sottolineato in Aula che la mozione di sfiducia non riguarda l'operato di Santanchè come ministra. "È solo una strumentalizzazione politica che fa male prima di tutto alla politica. Il M5s ha trascinato un processo mediatico in Senato, con i giudici nei banchi dell'opposizione. Troppe volte abbiamo visto governi distrutti che per giorni occupavano le prime pagine dei giornali e che invece poi finivano in qualche trafiletto quando arrivava la notizia dell'assoluzione", ha detto.

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
11:16

Il Terzo Polo non partecipa al voto sulla mozione di sfiducia a Santanchè

Enrico Borghi, nuovo capogruppo si Azione, ha preso la parola in Senato nelle dichiarazioni di voto sulla mozione di sfiducia a Santanchè. "Questo strumento, fatta salva una sola eccezione nella storia nel 1995, ha visto completamente sfiancate tutte le iniziative. Dobbiamo interrogarci se questo strumento è utile o meno all'obiettivo. Secondo noi non lo è. Rischia di comportare l'effetto opposto. Vogliamo tenere la vicenda sul piano politico questa vicenda? Ci sono almeno tre elementi su questo piano, che è quello corretto. L'imbarazzo della presidente del Consiglio, che ci deve dire fino a che punto una vicenda del genere e la permanenza di Santanchè nel governo è sostenibile. C'è poi una questione interna alla maggioranza. E infine una fuga in avanti del M5s".

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
11:06

Il gruppo Per le Autonomie voterà a favore della mozione di sfiducia a Santanchè

Luigi Spagnolli, senatore del gruppo Per le Autonomie, ha preso la parola in Aula durante le dichiarazioni di voto: "La ministra è eticamente incompatibile con il suo ruolo. Non sarebbe mai dovuta diventare ministra. L'etica, se uno non ce l'ha, mica se la può dare. Ma può fare a meno di diventare ministra. Per rispetto verso le istituzioni rassegni le dimissioni, restituisca a queste una piena credibilità di fronte agli occhi dei cittadini. La maggioranza non si nasconda dietro la foglia di fico del garantismo, qui non c'entra nulla. C'entra la dignità del Paese". 

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
11:02

L'Alleanza di Verdi e Sinistra voterà a favore della mozione di sfiducia

Peppe De Cristofaro, dell'Alleanza Verdi e Sinistra, in dichiarazione di voto ha sottolineato: "Non è normale che una ministra menta e che la maggioranza non batta ciglio. Non dovrebbe essere solo l'opposizione a chiedere le dimissioni, dovrebbe chiederle la stessa presidente del Consiglio". Per poi confermare il voto a favore del suo partito alla mozione di sfiducia.

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
10:51

Iniziano le dichiarazioni di voto sulla mozione di sfiducia alla ministra Santanchè

Con quella di Michela Biancofiore, del gruppo Civici d'Italia – Noi Moderati – MAIE, sono iniziate le dichiarazioni di voto nell'Aula del Senato sulla mozione di sfiducia a Daniela Santanchè. "Trovo che sia allarmante il fatto che abbia appreso dalla stampa di essere indagata, per poi magari risultare innocente. Trovo già surreale che lei sia dovuta venire in Aula a spiegarci il suo portafoglio azionario", ha detto.

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
10:46

Santanché in Senato: "Mozione di sfiducia non riguarda il mio operato da ministra"

"La mozione di sfiducia non ha come oggetto il mio operato come ministro della Repubblica, ma dei fatti che, se verranno evidenziati, antecedenti al mio giuramento e che ritengo di aver chiarito già in quest'Aula. Non ritengo di dover dire altro. Sono solo dispiaciuta per tutti gli insulti che mi sono stati rivolti", ha detto Santanchè intervenendo nell'Aula del Senato.

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
10:44

Santanchè: "Quando sono intervenuta in Senato non era arrivato l'avviso di garanzia, non ho mentito"

"È la seconda volta che intervengo in quest'Aula per chiarire sulle accuse giornalistiche che mi sono state rivolte. Non entrerò ancora nei dettagli. Voglio però ribadire che il giorno della mia informativa non ero stata raggiunta da alcun avviso di garanzia. Quindi io non solo ho detto la verità, ma chi dice il contrario mente sapendo di mentire": lo ha detto la ministra Santanché intervenendo in Aula dopo la discussione generale sulla mozione di sfiducia a suo carico.

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
10:38

Balboni (FdI): "Non capiamo come il Pd possa accodarsi alla mozione dei grillini"

Alberto Balboni, senatore di Fratelli d'Italia, è intervenuto in Aula sulla mozione di sfiducia a Santanchè, attaccando il Movimento Cinque Stelle: "Non è con gli insulti che il M5s perderà la verginità politica che ha ufficialmente perduto. Dovevate aprire quest'Aula come una scatoletta di tonno, invece nella casta vi trovate molto bene. E la mozione di sfiducia sta tutta qui: è il tentativo del M5s di recuperare quella linea antipolitica che ha perduto". E ancora: "Non capiamo come possa il Pd accodarsi"

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
10:32

Rando (PD): "Nostra sfiducia nasce da tutte le bugie che la ministra ha detto in quest'Aula"

La senatrice Vincenza Rando, del Pd, è intervenuta in Aula dicendo: "Dalla ministra ci aspettavamo chiarimenti, invece ha attaccato la stampa libera. Abbiamo sentito troppe omissioni. Il tutto condito da toni stridenti. Ecco, la nostra mancanza di sfiducia nasce da lì, da tutte le cose che la ministra non ha chiarito e da tutte le bugie che ha detto. Una ministra che mente al Parlamento è un fatto grave".

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
10:28

Licheri (M5s): "Santanché ha mentito, voi continuate pure a ridere pagliacci"

"La ministra ha mentito sapendo di mentire. La ministra appare come una maschera, è come un Pinocchio schiacciato dal castello delle bugie che ha costruito per schermarsi dai suoi dipendenti. Il voto degli elettori non è un lasciapassare per fare tutto. Al termine di questa votazione resterà una ministra dello Stato che a questo Stato deve oltre un milione di tasse non pagate. Se volete continuare a ridere ridete pure, pagliacci": lo ha detto il senatore M5s Ettore Licheri. Dopo quest'ultima affermazione è scoppiata la bagarre in Aula.

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
10:23

Zanettin (Forza Italia): "Santanchè è solo un'imprenditrice a cui gli affari sono andati male"

"Dopo qualche settimana siamo ancora qui a parlare dell'affaire Santanchè. Per noi il fatto che Santanchè sia indagata non comporta le dimissioni, abbiamo visto troppi processi che si sono conclusi con l'assoluzione. La ministra è solo un'imprenditrice a cui gli affari sono andati male. Lasciamo che della vicenda continuino a occuparsi i giudici", ha commentato Pierantonio Zanettin, senatore di Forza Italia, definendo la mozione di sfiducia come un'azione propagandistica e velleitaria.

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
10:19

AVS a favore della mozione di sfiducia a Santanchè: "Che credibilità può avere la ministra?"

Il senatore Tino Magni, dell'Alleanza Verdi e Sinistra, ha affermato in Aula che sosterrà la mozione di sfiducia a Daniela Santanchè: "Noi dovremmo rappresentare in modo corretto i cittadini italiani. Se uno di noi ha un comportamento contrario alle norme, è un problema. La magistratura poi si pronuncerà sul caso, ma la ministra in quest'Aula ha mentito. Che credibilità ha allora come ministra?".

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
10:14

Patuanelli presenta la mozione di sfiducia a Santanchè in Aula

Il capogruppo M5s in Senato, Stefano Patuanelli, ha presentato la mozione di sfiducia: "Le motivazioni sono legate alle opacità, alla mancanza di risposte, e alle bugie di Daniela Santanché nell'informativa. Se lei avesse chiarito non avremmo presentato questa mozione, ma la ministra ha solo attaccato magistratura e giornalisti".

A cura di Annalisa Girardi
26 Luglio
10:02

È iniziata la discussione in Senato sulla mozione di sfiducia a Santanchè

Nell'Aula del Senato è iniziata la discussione sulla mozione di sfiducia presentata dal Movimento Cinque Stelle alla ministra Daniela Santanchè. È possibile seguire la diretta sui canali streaming di Palazzo Madama.

A cura di Annalisa Girardi
167 CONDIVISIONI
47 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni