2.240 CONDIVISIONI
18 Novembre 2015
07:29
AGGIORNATO18 Novembre

Attentati Parigi: blitz polizia in covo terroristi, sparatoria. Kamikaze si fa esplodere

2.240 CONDIVISIONI

Sparatoria nel comune di Saint-Denis dove si erano rifugiati alcuni degli jihadisti coinvolti negli attentati di Parigi.

In evidenza
08:47

La situazione in serata

Intorno alle 3.45 di mercoledì mattina la zona centrale della cittadina di Saint-Denis, sobborgo di Parigi non lontano dallo Stade de France, è stata circondata da centinaia di uomini delle forze dell'ordine e dell'esercito francese in cerca di terroristi coinvolti negli attentati di Parigi. Le teste di cuoio francesi hanno circondato un edificio dove erano asserragliati alcuni terroristi tentando un blitz, ma vi è stata una violenta sparatoria, come udito chiaramente dagli abitanti della zona. Gli spari sono continuati per ore, insieme ad alcune esplosioni. Non ci sono conferme ufficiali, ma secondo i media francesi l'obiettivo principlae del blitz sarebbe Abdel-Hamid Abaaoud, considerato la persona che ha progettato gli attentati, ma non si sa se effettivamente era dentro l'edificio.

Durante il blitz una delle persone asserragliate, una donna, si è fatta saltare in aria dopo aver sparato contro gli agenti con un kalashnikov. Secondo fonti della Procura parigina citate dai media locali, sarebbero due i terroristi morti durante il blitz di questa mattina a Saint-Denis nell'appartamento situato all'angolo tra rue de la République e rue de Corbillon. Oltre alla kamikaze, anche un uomo ucciso da un colpo sparato dalle forze speciali francesi. Tra i poliziotti invece ci sarebbero cinque feriti. In tutto sono sette le persone arrestate nel blitz tra cui il padrone dell'appartamento che era all'esterno del covo.

Il comune di Saint Denis ha chiuso tutte le scuole nell'area dove si è svolto il blitz della polizia e anche l’Università Paris 8, che si trova a Saint-Denis, ha invitato i suoi studenti a non andare a lezione oggi. Il Prefetto comunque non ha ordinato la chiusura delle università in modo che gli studenti che già erano in viaggio potessero trovare ospitalità senza rimanere bloccati in strada fuori l'università. Nell'area infatti tutti i trasporti pubblici sono stati bloccati e ogni auto diretta verso Parigi viene fermata e controllata da numerosi posti di blocco.

I dati ufficiali della Procura francese:

– Tre persone morte nel raid, un uomo colpito da un cecchino della polizia e una donna che si è fatta esplodere all'inizio dell'assalto

– Tre persone asserragliate all'interno dell'edificio sono state arrestate

– Fermate altre quattro persone che si trovavano all'esterno dell'appartamento, tra cui una donna e il proprietario dell'appartamento che dice di aver ospitato "due persone dal Belgio" per fare un favore ad un amico.

– Nel raid leggermente feriti cinque poliziotti e un vigile del fuoco, mentre un cane poliziotto è morto.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
23:03

Non sono gravi le condizioni dell'uomo ferito a Marsiglia

Le condizioni dell'insegnante di una scuola ebraica ferito a Marsiglia non destano preoccupazioni. Secondo Reuters gli aggressori avrebbero affermato di essere miliziani dell'Isis, ma la notizia non è stata confermata da nessuna fonte ufficiale.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
21:25

Marsiglia: insegnante di una scuola ebraica accoltellato

Un insegnante di una scuola ebraica di Marsiglia è stato accoltellato da tre uomini. A renderlo noto sono state fonti della polizia locale, che al momento non sono in grado di stabilire se esistano connessioni con gli attentati di Parigi.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
21:09

Annullate le manifestazioni pubbliche organizzate per la Conferenza Onu sul clima

In seguito agli attentati di Parigi della scorsa settimana il governo francese ha deciso di annullare la grande manifestazione che era stata programmata per domenica 29 novembre in occasione di Cop21, la conferenza dell'Uni sul clima, uno degli appuntamenti più attesi nella capitale degli ultimi anni. Il corteo avrebbe prevedibilmente visto la partecipazione di decine di migliaia di persone e si sarebbe sviluppato tra le piazze di Republique e Nation. Oltre a quella del 29, saranno vietate tutte le altre manifestazioni in occasione di COP21.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
20:32

Assad: "Gli attentati di Parigi sono un crimine orribile"

Intervistato dal Tg1 il presidente siriano Bashar al-Assad ha dichiarato, a proposito degli attentati di Parigi: "Si tratta di un crimine orribile, noi in Siria sappiamo cosa vuol dire perdere una persona cara: ne soffriamo da 5 anni".

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
19:48

La 130esima vittima degli attentati: un uomo colpito da proiettile vacante

Un uomo trovato senza vita nella sua abitazione alle spalle del Bataclan potrebbe essere la 130esima vittima degli attentati del 13 novembre a Parigi. Stando a quanto rivela il quotidiano Le Sud Ouest, si tratta del 52enne Stephane Hache, trovato cadavere questo week end con una pallottola nella schiena. La finestra, che dava sul retro del teatro, era aperta e secondo il giornale è possibile che l'uomo sia stato colpito da una pallottola vagante.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
19:41

Il momento in cui la donna kamikaze si fa esplodere a Saint Denis

 
A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
19:34

"I kamikaze avevano addosso bulloni per aumentare gli effetti dell'esplosione"

Francois Molins ha aggiunto che i miliziani che hanno compiuto gli attentati potevano disporre di "un vero arsenale: kalashnikov, fucili d'assalto ed esplosivi". "Allo Stade de France, vicino ai tre attentatori suicidi, sono stati scoperti detonatori, batterie e bulloni per rafforzare l'effetto dell'esplosione".

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
19:30

L'Sms dei terroristi prima della strage: "Siamo partiti"

Il procuratore di Parigi Francois Molins è intervenuto in conferenza stampa ed ha fatto il punto della situazione. Dopo aver annunciato che 830 agenti sono stati mobilitati per le indagini ha ricordato che per gli attentati di venerdì scorso sono state utilizzate tre auto, una Renault Clio, una Polo e una Seat". Il procuratore ha aggiunto che nei sacchi della spazzatura fuori dal Bataclan è stato trovato un telefono cellulare appartenente a uno dei miliziani. In memoria un sms: "Siamo partiti", che si presume sia stato inviato agli altri attentatori.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
19:05

Un terzo corpo trovato nell'appartamento di Saint Denis

Un terzo corpo sarebbe stato rinvenuto fra le macerie dell'appartamento di Saint-Denis contro il quale è stato organizzato stamattina il blitz delle forze speciali francesi. Ne hanno dato notizia fonti di polizia.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
18:37

La kamikaze che si è uccisa stamattina era intercettata da tempo dai servizi segreti

Secondo lo specialista della polizia francese Jean-Michel Decugis Hasna Aitboulahcen, la donna che si è fatta esplodere stamattina durante il blitz delle forze speciali, era intercettata."Era braccata su tre fronti. Era oggetto di intercettazioni amministrative dell'intelligence, di intercettazioni giudiziarie di polizia per una vicenda di stupefacenti e di intercettazioni giudiziarie dell'antiterrorismo da quando ha preso in mano il dossier attentati".

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
18:25

33 miliziani Isis uccisi dai raid francesi in Siria

Trentatré miliziani dello Stato Islamico sono stati uccisi dai raid dei caccia francesi degli ultimi tre giorni in Siria, nella roccaforte dell'Isis Raqqa.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
18:14

Il fratello del terrorista in fuga ha acceso delle candele sul suo balcone

Mohamed Abdeslam, fratello del terrorista in fuga, è apparso velocemente nel suo balcone ed ha acceso delle canede. La scena, come spiega una giornalista di Liberation, non è sfuggita ai numerosi fotografi asserragliati sotto la casa dell'uomo.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
18:07

La "zona rossa" di Saint Denis

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
18:03

Controlli di polizia all'aeroporto Charles de Gaulle nell'area di carico bagagli

Il quotidiano Liberation riferisce che le forze di polizia francesi hanno condotto oggi all'aeroporto Charles de Gaulle di Parigi, all'interno delle aree di carico bagagli della Air France, per il rischio della presenza di bombe.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
17:48

Juncker: "Hollande è un capo di stato responsabile. Sua reazione non è esagerata"

Il presidente della Commissione UE Juncker ha risposto a chi gli chiedeva se si rischiasse una reazione simile a quella degli Usa dopo l'11 settembre: "Hollande non esagera e non esagererà. È un capo di stato responsabile che ha portato la Francia a prendere buone decisioni senza uccidere le libertà pubbliche". "Dopo gli attentati a New York gli Stati Uniti hanno esagerato nella reazione immediata" perché "al terrorismo si deve rispondere opponendo forza e ragione".

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
17:45

Gli effetti degli attacchi di Parigi sui disegni dei bambini italiani

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
17:25

France 2: "I terroristi di Saint-Denis preparavano attentati all'aeroporto"

Secondo  France 2, televisione pubblica francese, i terroristi di Saint-Denis si preparavano a commettere attentati all'aeroporto di Roissy Charles de Gaulle e nel quartiere d'affari parigino della Defense.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
17:14

Juncker: "Spese per la sicurezza in Francia fuori dai calcoli sulle norme di bilancio UE"

Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea,  ha dichiarato che  "la spesa per incrementare i livelli di sicurezza in Francia dovrebbe essere esclusa dai calcoli nell'ambito delle norme UE sul bilancio".

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
17:10

Eagles of Death Metal: "Grazie ai servizi di sicurezza francesi"

Per la prima volta la band che venerdì sera si stava esibendo al Bataclan mentre sono avvenuti gli attentati terroristici si è espressa pubblicamente: l'ha fatto con un tweet sulla sua pagina ufficiale facendo le condoglianze alle vittime della strage e ringraziando i servizi di sicurezza francesi.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
16:55

Ministro della sanità francese: "Ancora 41 feriti in terapia intensiva, 3 sono gravi"

Marisol Touraine, ministro della Sanità, in audizione all'Assemblea Nazionale ha comunicato gli ultimi dati sui feriti negli attentati di Parigi: ci sono 15 persone ricoverate, 41 delle quali in terapia intensiva e 3 ancora in gravissime condizioni.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
16:43

"Salah Abdeslam è in Spagna e viaggia su una Citroen Xsara"

La polizia spagnola è stata allertata della possibile presenza in territorio iberico di un Citroen  Xsara targata AE113SY su cui viaggerebbe Salah Abdeslam, il terrorista ricercato per la strage di Parigi

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
16:32

Gli artificieri fanno esplodere sospetto pacco bomba a Gare du Nord

Il sospetto paco bomba trovato alla stazione di Gare de Paris Nord è stato fatto esplodere dagli artificieri. La situazione sta lentamente tornando alla normalità.

A cura di Davide Falcioni
18 Novembre
15:59

Portaerei De Gaulle nel Mediterraneo orientale a fine settimana

La portaerei francese "Charles de Gaulle", nave ammiraglia della flotta navale di Parigi, sarà nel Mediterraneo orientale già alla fine di questa settimana per poter partecipare alle operazioni militari in Siria contro l'Isis. Lo ha annunciato il ministero della difesa francese. La nave è partita oggi da Tolone e, come ha spiegato lo stesso Hollande, farà triplicare la capacità operativa delle forze armate francesi impegnate nei bombardamenti contro il sedicente Stato Islamico. Intanto in Francia, dopo lo stato di emergenza, sono state svolte bene centodiciotto nuove perquisizioni, 25 persone sono state fermate e 34 armi sequestrate. Lo riporta una nota del ministero degli Interni facendo il punto della situazione.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
15:49

L'Ue proprone una stretta sulle armi in Europa

La commissione europea propone una stretta sulle armi come prima misura dopo gli attentati terroristici di Parigi. L'esecutivo Ue infatti ha presentato un proposta di legge per uniformare le procedure di vendita e detenzione per le armi semiautomatiche. La direttiva, che dovrà essere ora esaminata dal Consiglio dell'Unione europea e dal Parlamento europeo, in particolare ha come obiettivo primario quello di cambiare la categoria che comprende ad esempio i fucili Kalashnikov identificandoli come armi militari, mentre ora in alcuni paesi appartengono a quella delle armi semiautomatiche. Lo scopo finale è quello di limitare il più possibile la circolazione di questo tipo di armi utilizate dai terroristi.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
15:31

Falso allarme nella Chiesa di Saint Denis

Sarebbe stato un falso allarme a far scattare l'assalto delle forze di polizia francesi nella chiesta di Saint Denis. Il parroco, interpellato dai media francesi, infatti ha spiegato che si era diffusa la voce circa la presenza di qualcuno nascosto nel campanile per questo la polizia è intervenuta subito sfondando la porta senza attendere di ricevere le chiavi dai responsabili della chiesa. Alla fine però all'interno non sarebbe stato trovato nessuno.

 
A cura di Antonio Palma
18 Novembre
15:18

Il racconto del blitz da parte di alcuni abitanti

"Alle 4 del mattino, sono stato svegliato da spari a raffica, poi ho sentito una donna che urlava aiuto dalla finestra, la polizia le ha gridato di farsi vedere. Lei ha cacciato le mani e le ha ritirate più volte. Gli hanno detto che stavano per sparare e la sparatoria è ripresa. Poi c'è stata una grande esplosione", così un abitante del quartiere di Sant Denis, dove è avvenuto il blitz di questa mattina, ha raccontato ai media francesi quanto accaduto nelle concitate ore dell'assalto delle forze speciali ad un covo di terroristi. Molti altri abitanti dle posto hanno rivelato di essere stati svegliati dagli spari all'alba che sono poi proseguiti per oltre un'ora intervallati da alcune esplosioni.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
14:56

Hollande: "Rivedere Costituzione per le emergenze"

"Dopo una attenta riflessione ho chiesto di rivedere la Costituzione perché dobbiamo avere un quadro giuridico solido per affrontare certe emergenze. Solo un cambiamento della Costituzione poteva permetterci di prolungare lo stato d'emergenza", lo ha annunciato il presidente Hollande ai sindaci francesi riuniti a Parigi, confermando l'intenzione di estendere lo stato di emergenza ai prossimi tre mesi. "Lo Stato di emergenza restringerà temporaneamente le nostre libertà, ma le misure d'emergenza serviranno per ristabilire le nostre libertà in futuro", ha sottolineato il presidente, annunciando inoltre che da ora in poi i poliziotti della municipale francese potranno essere dotati di armi previste per la polizia nazionale. Confermando anche il ripristino dei controlli alle frontiere, al contempo Hollande ha assicurato che non ci sarà nessun cambiamento nella politica dei rifugiati. "Il dovere di umanità verso i rifugiati va di pari passo con il dovere di proteggere i francesi" ha ricordato Hollande, assicurando che la Francia accoglierà 30mila rifugiati e per loro verrà destinato un fondo di 50 milioni di euro.

 
A cura di Antonio Palma
18 Novembre
14:35

Due sospetti terroristi ricoverati in ospedale

Due dei sospetti terroristi arrestati durante il blitz a Saint Denis sono stati ricoverati d'urgenza in un ospedale di Bobigny, alla periferia della capitale. Lo hanno riferito fonti mediche e i media locali. Secondo le fonti un uomo è stato operato per una ferita a un braccio, mentre il secondo è stato trasferito in un reparto per feriti gravi.

A cura di Susanna Picone
18 Novembre
14:11

“Nous Sommes Unis”: il video tributo degli studenti musulmani alle vittime di Parigi

 
A cura di Susanna Picone
18 Novembre
14:06

Evacuato terminal aeroporto Copenhagen. “Borsa sospetta”

Nuovo allarme, questa volta in Danimarca. Il terminal principale dell'aeroporto di Copenhagen è stato evacuato per una borsa sospetta. Esperti artificieri, polizia e pompieri stanno compiendo accertamenti nell'aeroporto e fuori dall'edificio. Secondo quanto riferito da un portavoce dell'aeroporto il terminal 3 e la stazione della metro sono stati chiusi, mentre i voli in arrivo e partenza sono stati dirottati su un altro terminal.

A cura di Susanna Picone
18 Novembre
14:01

Attentati Parigi, Gabrielli: "Consapevoli minaccia, non vinca la paura"

“Siamo consapevoli di essere all'interno di una minaccia, ma questo non ci deve minimamente indurre ad atteggiamenti di paura. Dobbiamo vivere la nostra vita sapendo che istituzioni stanno lavorando in modo serio, con un supplemento di impegno, ma affinché la vita dei cittadini sia tranquilla”, è quanto ha detto il prefetto di Roma Franco Gabrielli. “Che ultraleggeri e droni volino è un dato scontato. Il tema è non farli alzare in volo e per questo, memori di quanto avvenuto al funerale di Vittorio Casamonica, stiamo predisponendo un potenziamento dei sistemi di intercettazione e, nelle condizioni che lo consentiranno, anche di abbattimento”, ha detto inoltre Gabrielli. Tutto questo, però, ricordando bene che, “la prima regola è che è fatto divieto di abbattere qualunque cosa voli sopra i centri abitati, perché il danno sarebbe maggiore. Ci stiamo attrezzando per potenziare sia il sistema di rilevamento sia quello di contrasto in occasione degli eventi che consideriamo più esposti”. A venti giorni dal Giubileo e a cinque dagli attentati di Parigi a Roma è allerta massima: questa mattina c’erano meno fedeli e più controlli di sicurezza per l’udienza generale di Papa Francesco in piazza San Pietro.

A cura di Susanna Picone
18 Novembre
13:49

Hollande: “Nessun atto xenofobo sarà tollerato”

“Contro lo Stato Islamico che semina il veleno della divisione la migliore risposta è la coesione sociale”, ha detto nel suo discorso il presidente Hollande sottolineando che “nessun atto xenofobo, anti musulmano e antisemita sarà tollerato, noi dobbiamo essere implacabili contro ogni forma di odio”. Al termine dell'intervento del presidente Hollande l'assemblea dei sindaci riunita per ascoltarlo ha intonato l'inno nazionale francese, la Marseillaise, esattamente come avevano fatto deputati e senatori a Versailles dopo il discorso al parlamento del capo dello stato.

A cura di Susanna Picone
18 Novembre
13:38

La kamikaze che si è fatta esplodere era parente di Abdelhamid Abaaoud

La kamikaze che si è fatta esplodere era parente di Abdelhamid Abaaoud, l'uomo ritenuto la mente degli attentati di Parigi e probabilmente l'obiettivo principale dell'assalto di oggi delle forze speciali della polizia francese a Saint-Denis. Lo rivelano fonti degli investigatori ai media locali spiegando che la donna nelle intercettazioni si presentava come la cugina di Abaaoud. Secondo le stesse fonti, il secondo terrorista morto durante l'assalto invece è stato ucciso dai cecchini della polizia. Tra i fermati invece c'è il proprietario dell'appartemento, un uomo condannato in passato a 8 anni per omicidio, che avrebbe riferito di non sapere chi fossero gli occupanti della casa.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
13:26

Hollande: "Quanto accaduto oggi conferma che siamo in guerra"

"Quello che è successo oggi ci ricorda e conferma che attualmente siamo in guerra", così il Presidente francese Francois Hollande ha commentato l'operazione antiterrorismo di oggi a Saint-Denis. Intervenendo al congresso dei sindaci di Francia, Hollande ha ringraziato le forze dell’ordine per il loro lavoro confermando che il blitz era legato agli attentati di Parigi di venerdì scorso. "L'Isis dispone di un esercito, di risorse finanziarie, di petrolio e ha delle basi in Europa tra i nostri giovani radicali e vuole uccidere laggiù come qui" ha ricordato il Presidente francese, aggiungendo: "Dobbiamo pensare ai 129 morti e alle loro famiglie che soffrono perché gli attentati hanno colpito Parigi ma coinvolgono tutta la Francia in quanto i terroristi vogliono colpire l'idea stessa di Francia, le sue idee e la libertà che difende". "Gli attacchi terroristici del 13 novembre hanno colpito i giovani di Francia, che sono la vita, per questo dobbiamo agire per mettere in condizione i terroristi di non nuocere ancora" ha insistito Hollande , concludendo: "Il disegno dei terroristi è di farci cadere nel buio ma noi dobbiamo preservare l'unità della nazione, davanti alla minaccia terroristica non ci può essere divisione politica".

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
13:07

Blitz di Saint Denis: tre uomini portati via dalla Polizia

Un video diffuso dall'emitente francese BFMTV mostra le forze speciali della polizia francese mentre portano via tre persone seminude durante il blitz antiterrorismo a Saint-Denis

 
A cura di Antonio Palma
18 Novembre
12:48

Cazeneuve: "Violenza di fuoco mai vista"

La sparatoria avvenuta a Saint-Denis durante il blitz della polizia è stata di una violenza di fuoco mai vista. Lo ha dichiarato il ministro dell'Interno, Bernard Cazeneuve, al suo arrivo sul luogo del blitz antiterrorismo dopo aver seguito gli eventi dall'Eliseo con il Presidente Hollande e il primo ministro Valls. "Rendo omaggio al coraggio dei 110 agenti del Raid e del Bri intervenuti oggi. Hanno dovuto far fronte a una violenza di fuoco mai vista in precedenza" ha spiegato il Ministro. Cazeneuve ha confermato i  sette arrestati, tre all’interno dell’appartamento, due che si sono nascosti sotto le macerie dopo l’esplosione e altri due fuori dall'appartamento: il padrone di casa e un suo conoscente. Intanto dall governo, citando fonti mediche parigine, confermano che sono state identificate tutte le 129 vittime degli attentati parigini di venerdì scorso. In totale altre 121 persone  rimangono ricoverate negli ospedali della capitale francese, una dozzina in condizioni gravi.

 
A cura di Antonio Palma
18 Novembre
12:33

Procuratore : "Non possiamo rivelare identità dei terroristi"

"Non possiamo rivelare l'identità di queste persone, sono in corso degli esami, saremo in grado di farlo prossimamente", è quanto ha dichiarato il procuratore di Parigi al termine del blitz di Saint-Denis. Il procuratore ha confermato che l'operazione effettuata è connessa agli attentati di Parigi spiegando che all'appartamento dei jihadisti si è arrivato attraverso alcune intercettazioni che davano come probabile la presenza di Abaaoud a Saint-Denis. Quando i poliziotti sono arrivati però sono stati accolti con raffiche di armi da fuoco e infine con l'esplosione della donna kamikaze che, secondo l'emittente BfmT, sarebbe parente del terrorista ricercato. Un altro terrorista è rimasto ucciso durante l'operazione.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
12:22

Il governo propone prolungamento stato di emergenza

Il governo parigino è pronto a prolungare lo stato di emergenza proclamato in Francia venerdì dopo gli attentati terroristici di Parigi. Lo ha annunciato oggi il portavoce del governo Stéphane Le Foll ricordando che la misura dell'estensione dello stato di emergenza sarà discussa Giovedì alla Camera e venerdì al Senato. L'estensione dello stato di emergenza al di là dei 12 giorni può essere autorizzato solo da una legge, ha precisato il portavoce, spiegando che il disegno di legge governativo prevede una proroga di tre mesi.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
12:15

Media: "Terroristi di Saint Denis preparavano un attentato"

Il blitz della polizia francese nel palazzo di Saint Denis sarebbe scattato a seguito del ritrovamento di un cellulare dei kamikaze trovato in un cestino davanti al Bataclan. Lo rivelano i media transalpini anche se non c'è nessuna conferma da parte della polizia. In particolare uno sms trovato nel cellulare buttato in un cestino davanti al Bataclan prima della strage avrebbe messo i poliziotti sulle tracce dei fuggiaschi. Secondo alcune fonti consultate da Reuters, le persone coinvolte nell’operazione di polizia a Saint-Denis stavano preparando un attacco a La Défense, il quartiere d’affari di Parigi. Al momento le autorità francesi non hanno confermato la notizia.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
12:10

Portaerei "Charles de Gaulle" verso la Siria

Intanto, come annunciato dal governo francese, l'ammiraglia della flotta navale di Parigi, la portaerei nucleare "Charles de Gaulle", ha appena lasciato il porto di Tolone in direzione della Siria per unirsi alla lotta contro l'Isis. Il Presidente Francese Francois Hollande aveva annunciato ieri un rafforzamento dei bombardamenti sulle postazioni dello Stato Islamico e per questo aveva chiesto alle forze armate un maggiore impegno nell'area. La portaerei farà da supporto ai velivoli francesi che già sono impegnati nell'area e probabilmente servirà a coordinare le operazioni militari. "La  portaerei farà triplicare la capacità operativa delle forze armate impegnate nei bombardamenti contro l'Isis" ha assicurato Hollande.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
11:56

La polizia entra anche nella cattedrale di Saint Denis

Durante le operazioni di bonifica dell'aera di Saint Denis la polizia è entrata anche nella famosa cattedrale cittadina. Momenti di panico tra i giornalisti che si erano installati proprio davanti al portone della chiesa per riprendere i momenti del blitz. Non si sa al momento cosa o chi stiano cercando. Intanto nella zona regna un'atmosfera spettrale, tutti i negozi sono chiusi, così come le finestre delle case private. Le autorità e la polizia infatti hanno imposto agli abitanti di non uscire di casa. La zona è delimitata da una massiccia presenza di militari armati. Sul posto a debita distanza presenti anche diverse ambulanze e mezzi dei pompieri oltre a vari mezzi dei media.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
11:45

Blitz terminato, prosegue la messa in sicurezza dell'area

Il blitz delle forze antiterrorismo francesi contro un covo di terroristi a Saint Denis è terminato. La polizia sta ora mettendo in sicurezza l'intera area perquisendo i vari appartamenti dell'edificio dove erano asserragliati i jihadisti. La polizia per ora conferma una sola vittima, la kamikaze uccisa, ma i media locali parlano di un altro terrorista ucciso. Secondo quanto riporta france info, alcune informazioni raccolte sul posto hanno portato la polizia ad intervenire anche in un appartamento adiacente a quello in cui erano rifugiati i terroristi. Secondo i media francesi nel perimetro dell'operazione di polizia sarebbero ancora bloccati 15mila persone rinchiuse in casa dopo il blitz.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
11:20

"Esplosioni hanno fatto tremare le case"

"Le esplosioni erano così forti che il mio edificio vibrava", così la 38enne Catherine, che vive nella stessa strada del blitz a Saint Denis, ha raccontato quanto ha visto e sentito questa mattina all'alba. "All'inizio ho pensato che fosse solo il solito rumore perché ci sono spesso i giovani con le loro auto di notte ma poi ho sentito altri scoppi ed esplosioni che sono diventati sempre più forti" ha raccontato la donna, aggiungendo: "Mi son affacciata e la polizia dalla strada ci ha detto di chiudere le finestre così ci siamo barricati in bagno con i miei due figli di 10 e 12 anni, poi ho sentito un'altra esplosione intorno alle 7.30". La donna è stata poi evacuata insieme ad altre persone. Sono 15 in tutto le persone evacuate nella notte dalle loro case dopo il blitz antiterrorismo. Lo riferisce il vicesindaco della cittadina, Stéphan Peu, aggiungendo che queste persone "alcune ancora in pigiama" sono state ospitate nella sede del municipio che è stato aperto per dare appoggio alle forze dell'ordine e alla popolazione.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
11:08

L'operazione a Saint-Denis prosegue ancora

L’operazione di polizia a Saint-Denis è ancora in corso. Secondo i media locali ci sarebbe stato un secondo intervento armato ad un altro piano dell'edifico circondato. All'interno infatti ci sarebbero ancora delle persone. Ormai l'operazione dura da circa da sette ore: iniziato con una sparatoria durata un'ora il blitz è proseguito tra pause e spari che di tanto in tanto son stati uditi nell'area. Secondo alcuni testimoni durante le concitate fasi del blitz e la conseguente esplosione della kamikaze il solaio di uno degli appartamenti sarebbe parzialmente crollato. Intanto secondo i media, la polizia starebbe interrogando le persone fermate fino ad ora per sapere quante più informazioni possibili: si tratta di tre terroristi e quattro sospetti fermati in zona

 
A cura di Antonio Palma
18 Novembre
10:57

Diesel, il cane poliziotto ucciso dai terroristi nel blitz di Saint Denis

Anche un cane poliziotto ucciso dai terroristi oggi durante l'operazione a Saint Denis. Lo comunica la polizia francese spiegando che si trattava di un pastore belga di 7 anni di nome Diesel. "I cani d'assalto addestrati nella ricerca di esplosivi sono indispensabili nelle missioni delle forze speciali della polizia francese" spiegano le autorità transalpine. Il cane faceva parte del gruppo RAID, Recherche Assistance Intervention Dissuasion, una sezione speciale delle forze di polizia francesi che è la principale unità antiterrorismo del paese. A quanto pare dopo che gli hanno sparato è tornato indietro per morire vicino al padrone.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
10:43

Cazeneuve: "Non ci sono sospetti in fuga"

Nessuno è scappato dopo il blitz della polizia a Saint-Denis e non ci sono sospetti in fuga. Ad assicurarlo è stato oggi il ministro dell'Interno francese Bernard Cazeneuve, parlando con i giornalisti. Cazeneuve è ancora all'Eliseo con il presidente François Hollande e il premier Manuel Valls per seguire gli sviluppi del blitz. Per fare il punto della situazione poco fa li ha raggiunti anche il ministro della Difesa francese Jean-Yves Le Drian.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
10:35

Abaaoud non è tra gli arrestati nel blitz

La presunta "mente" degli attentati di Parigi, Abdelhamid Abaaoud, non è tra i cinque fermati dalla polizia nel blitz di Saint-Denis. Lo hanno riferito le autorità di polizia francese. Non è escluso però che il terrorista ricercato possa essere ancora asserragliato nella casa assediata dalle forze speciali francesi. Rilasciati intanto i familiari di Omar Ismail Mostefai e Samy Amimour, due dei terroristi del Bataclan, fermati dopo gli attentati di Parigi.

 
A cura di Antonio Palma
18 Novembre
10:24

La testimonianza di una donna: "A terra per ore con il mio bimbo"

Drammatica testimonianza ai media francesi da parte di una delle residenti del palazzo di rue de la République dove è in corso i blitz antiterrorismo della polizia francese. "Sono stata svegliata alle 4 del mattino da colpi di arma da fuoco. Mi sono sdraiata a terra con il mio bambino. È stato terribile. Ho sentito esplosioni, decine di colpi. Il mio soffitto ha iniziato a crollare, c'era polvere ovunque. Il mio bambino erava aggrappato a me, ma i colpi non si fermavano" ha raccontato la donna che era proprio sotto l'appartamento preso d'assalto dalle forze speciali. "Ho trascorso 2 ore e mezza a terra prima di poter uscire. La scala è distrutta, l'edificio è distrutto è una scena di guerra" ha concluso la donna che ora ha trovato rifugio nel Palazzo Comunale di Saint Denis

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
10:06

Persona ancora asserragliata nell'appartamento, nuovi colpi

Ci sarebbe ancora una persona asserragliata nell'appartamento di Saint Denis circondato dalla polizia francese questa mattina. Al momento non è chiaro chi sia e se abbia qualcun altro con sé. Diversi giornalisti sul posto riferiscono di aver udito nuovi colpi di arma da fuoco. Per questo le autorità locali invitano la popolazione a non avvicinarsi all’area dove è in corso l’operazione. Intanto è stata smentita la notizia di un passante ucciso durante i colpi sparati nel blitz. Le tre vittime son tutti terroristi morti nell'assalto, tra cui la donna kamikaze che si è fatta esplodere. Cinque invece gli agenti feriti in maniera non grave.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
09:26

Cinque le persone arrestate nel blitz

Secondo fonti della Procura parigina citate dai media locali, sarebbero due i terroristi morti durante il blitz di questa mattina a Saint-Denis nell'appartamento situato all'angolo tra rue de la République e rue de Corbillon. Tra di loro la donna kamikaze che si è fatta esplodere. L'altro sospetto sarebbe stato ucciso da un colpo sparato dalle forze speciali francesi. Altre tre persone che si trovavano nell'appartamento assediato sono state arrestate insieme ad altri due sospetti che erano all'esterno dell'edificio. Queste le notizie ufficiali. Non confermata invece per ora la notizia di un passante colpito a morte dai colpi sparati durante il blitz. Secondo France 1, un altro passante sarebbe gravemente ferito, mentre ci sono quattro feriti lievi, tra cui tre agenti impegnati nel raid.

 
A cura di Antonio Palma
18 Novembre
09:12

Vertice all'Eliseo con Hollande, Valls e Cazeneuve

Vertice all'Eliseo tra il primo ministro francese Manuel Valls, il ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve, e il Presidente Francois Hollande per seguire insieme le notizie sullo svolgimento del blitz a Saint-Denis. Secondo il ministro della Giustizia francese, Christiane Taubira, il blitz sta per concluders,i ma fonti di polizia hanno avvertito la popolazione di rimanere ancora in casa perché l'intervento sarebbe ancora in corso. Secondo i media francesi infatti all'interno dell'edificio assediato ci sarebbe ancora una persona. Il comune di Saint Denis intanto ha chiuso tutte le scuole nell'area dove è in corso il blitz della polizia e anche L’Università Paris 8, che si trova a Saint-Denis, ha invitato i suoi studenti a non andare a lezione oggi.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
08:28

Una kamikaze si è fatta esplodere per non essere catturata

Il blitz armato delle forze di polizia francesi contro un covo di terroristi a Saint Denis si sta per concludere, lo ha annunciato ai microfoni della radio Europe 1 il ministro della Giustizia francese, Christiane Taubira, rispondendo a una domanda. Durante il blitz una donna asserragliata all'interno si sarebbe fatta esplodere per non essere catturata. Secondo alcuni testimoni sarebebro state almeno sette le esplosioni che sono state udite a Saint-Denis. Ci sarebbero anche alcuni fermati all'esterno del palazzo ma probabilmente non direttamente coinvolti con i terroristi asserragliati.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
08:21

Nel blitz anche reparti dell'esercito

La zona obiettivo del blitz è stata circondata da migliaia di uomini, in gran parte appartenenti alle forze dell'ordine ma con l'ausilio anche di reparti dell'esercito francese a fare dare supporto. L'obiettivo come spiegato è la mente degli attentati, il belga di origine marocchine Abdelhamid Abbaoud di cui da anni si erano perse le tracce, ma non si sa se effettivamente il 28enne membro dell’Isis sia una delle persone all’interno dell’appartamento circondato.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
08:12

Almeno tre morti

Ci sarebbero almeno tre morti nell'assalto delle teste di cuoio francesi avvenuto questa mattina all'alba a Saint-Denis. Lo riportano i media francesi. Sempre secondo le stesse fonti, le vittime sarebbero una donna kamikaze che si è fatta esplodere, un altro degli uomini barricati nell'appartamento circondato dalla polizia e un passante. La zona del blitz si trova nel centro di Saint-Denis a circa 800 metri dallo Stade de France dove venerdì sera si sono fatti esplodere tre kamikaze mentre mentre si giocava l'amichevole di calcio Francia-Germania.

 
A cura di Antonio Palma
18 Novembre
07:55

Popolazione invitata a rimanere in casa

A Saint-Denis, il comune della banlieue nord di Parigi dove è in corso una sparatoria tra uomini armati barricati in un appartamento e le teste di cuoio, sono stati bloccati tutti i trasporti pubblici, mentre l'area oggetto del blitz è stata completamente assediata dalle forze di polizia senza possibilità di entrare e uscire. Tutta la popolazione è invitata a rimanere in casa, riferiscono fonti di polizia a margine del blitz che si svolge a poche centinaia di metri dalla basilica di Saint-Denis e lo Stade de France.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
07:48

Almeno cinque persone barricate nell'edificio

Ci sarebbero almeno cinque persone barricate nell'edificio circondato questa mattina dalle forze speciali della polizia francese. I terroristi si sarebbero asserragliati sparando dalle finestre. Lo riferisce l'emittente francese Bfm-Tv. Sempre secondo i media locali, ci sarebbero già alcune vittime e diversi feriti. Tra questi ultimi, secondo Le Figaro, anche alcuni poliziotti colpiti dai proiettili sparati dai terroristi.

 
A cura di Antonio Palma
18 Novembre
07:40

L'obiettivo del blitz è la mente degli attentati di Parigi

L'obiettivo del blitz delle teste di cuoio francesi a Saint-Denis è il presunto cervello degli attentati di Parigi Abdelhamid Abaaoud. Lo ha ufficializzato la polizia sul posto dopo le anticipazioni dei media locali. Le forze di polizia francesi hanno lanciato l'operazione poco prima delle 4.30 di oggi contro un edificio nel sobborgo a nordest di Parigi. Secondo alcuni testimoni citati dai media francesi, ci sarebbero state subito delle sparatorie. Alcuni parlando di circa 15 minuti di spari e di una forte esplosione.

A cura di Antonio Palma
18 Novembre
07:29

Attentati Parigi: blitz della polizia in covo terroristi, spari e vittime

Blitz delle forze speciali francesi da questa mattina all'alba contro un covo di terroristi nel comune di Saint-Denis dove si sarebbero rifugiati alcuni degli jihadisti coinvolti negli attentati di Parigi. Gli occupanti dell'edificio si sarebbero asserragliati dentro un appartamento ed è in corso una sparatoria tra i ricercati e le teste di cuoio che avrebbe già causato alcune vittime.

A cura di Antonio Palma
2.240 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni