1 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Intelligenza artificiale (IA)

Le notizie dal 15 al 21 aprile sull’intelligenza artificiale: la mossa di Zuckerberg e la magia di Udio

La rassegna settimanale dal 15 al 21 aprile sulle ultime notizie dal mondo dell’intelligenza artificiale: tra robot che giocano a calcio e la nuova intelligenza artificiale lanciata da Meta.
A cura di Valerio Berra
1 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Gli annunci delle Big Tech nell’ultimo anno sono stati dominati dall’intelligenza artificiale, una famiglia di algoritmi in grado di replicare alcuni schemi di pensiero del cervello umano. Queste tecnologie si studiando da anni nel campo dell’informatica ma è solo con l’arrivo di ChatGPT nell’autunno del 2022 che il grande pubblico ha scoperto tutto il loro potenziale.

L’articolo che trovate qui sarà una rassegna di quanto avvenuto nel mondo dell’IA nelle settimanale va dal 15 al 21 aprile. La notizia principale riguarda Meta e gli annunci fatti direttamente da Mark Zuckerberg. Da quello che abbiamo visto sembra che anche il colosso dei social network abbia deciso di entrare in questo mercato.

Meta svela Llama 3, il sistema di IA che sfida il mondo

Mark Zuckerberg ha annunciato l’arrivo sul mercato di Llama 3, un sistema di intelligenza artificiale open source con diverse applicazioni. Llama 3 verrà integrato a Meta Ai, il chatbot che viene usato per Instagram, Facebook e WhatsApp. L’unico problema riguarda l’arrivo in Italia. Al momento non è stata ancora annunciata l’apertura di Llama 3 verso questa area geografica. Qui vi lasciamo il nostro approfondimento con tutti i dettagli su Llama 3.

Quali IA possiamo usare per creare un video?

Sora, Canva, CapCut o HeyGen. Il numero di intelligenze artificiali che si occupano di video è ormai molto alto. Alcune garantiscono un risultato immediato ma hanno uno scarso livello di personalizzazione, altre invece hanno bisogno di qualche competenza più avanzata per essere utilizzate. In questa guida ai video con l’intelligenza artificiale vi spieghiamo tutti i segreti di ognuno di questi software.

I cloni fatti con l’intelligenza artificiale che lavorano per noi

Perché dovremmo lavorare noi, quando possiamo costruire un clone fatto con l’intelligenza artificiale? Lo scrittore e medico indiano Deepak Chopra ha fatto programmare un suo clone in grado di partecipare a chiamate Zoom e dare consigli ai suoi lettori. Come raccontiamo in questa analisi sui cloni artificiali, il suo non è un caso isolato.

Il docufilm di Netflix in cui potremmo vedere l’IA

Il mondo verso cui ci avviamo sarà in buona parte creato dall’intelligenza artificiale. Il problema è che non sempre riusciremo ad accorgercene. Un buon esempio di questo problema è il docufilm pubblicato da Netflix su Jennifer Pan, una ragazza di origini canadesi accusata di aver ucciso la madre e di aver provato ad uccidere il padre. Vi lasciamo qui i dettagli che ci hanno fatto insospettire.

La nostra prova di Udio, l’IA che crea canzoni

Per adesso abbiamo visto intelligenze artificiale in grado di aiutare i musicisti nella composizione. Udio però è qualcosa di diverso. Questo software è un grado di creare un’intera canzone partendo solo da un prompt di poche righe. Lo abbiamo provato: il risultato è una canzone dai torni irlandesi che non è affatto male.

La nuova lingua parlata da ChatGPT

Il linguaggio di ChatGPT non è esattamente il nostro. Ci sono parole, formule e intere costruzioni che tornano spesso e che sembrano appartenere quasi a una nuova lingua. Qualcuno ha provato anche a darle un nome: AI-ese. Questo nuovo sistema linguistico però potrebbe nascondere un retroscena più oscuro, fatto di sfruttamento e delocalizzazione.

I robot di Google che giocano a calcio

Google Deepmind è il progetto di Google che si occupa di intelligenza artificiale. È un laboratorio in cui vengono prodotti nuovi modelli di intelligenza artificiale e soprattutto nuove applicazioni. L’ultimo video mostrato dai suoi ricercatori è impressionante: due piccoli robot umanoidi che giocano a calcio. Nessuno di loro è controllato da remoto: riescono a mettere in sequenza tutte le mosse grazie a un modello di intelligenza artificiale che si adatta a ogni situazione.

1 CONDIVISIONI
419 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views