video suggerito
video suggerito
TikTok

“Nella mia azienda non c’è orario di lavoro, ecco come funziona”: il metodo di Martina Strazzer

Martina Strazzer, classe 2000, è la Ceo di Amabile, una delle aziende che negli ultimi anni sono nate grazie al marketing di TikTok. In uno degli ultimi video ha spiegato che i suoi dipendenti non devono seguire un orario di lavoro ma possono organizzarsi durante la settimana per distribuire le ore previste dal contratto.
A cura di Valerio Berra
138 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Amabile è un brand di gioielli. Piccoli monili, in argento e oro. Tagli semplici, dimensioni piccole e soprattutto una strategia di marketing che è passata tutta sui social. La Ceo e fondatrice di Amabile è Martina Strazzer, classe 2000. In questa intervista a Fanpage.it ha raccontato la sua storia. Nel suo ultimo video su TikTok ha spiegato che nella sua azienda non c’è un orario di lavoro. O meglio.

Strazzer ha pubblicato un video su TikTok in cui ha scritto: “Quando l’imprenditore medio pensa di far funzionare l’azienda punendo 2 minuti di ritardo… Ma tu hai la prova che si lavora benissimo anche senza orario di lavoro”. Rispondendo a questo commento Strazzer ha spiegato meglio come funziona il lavoro in azienda:

“Da Amabile non c’è un orario di lavoro. La distribuzione del tempo nella settimana è completamente in mano al persone. Prendiamo per esempio un contratto da 40 ore settimanali. L’unica cosa importante è che all’interno della settimana siano state svolte le 40 ore previste dal contratto. Si può andare a credito o debito di ore nelle giornate”.

Al netto della pausa pranzo obbligatoria tra le 13:00 e le 13:30, con questo sistema i dipendenti possono distribuire il loro carico di lavoro durante tutta la settimana. Un esempio: se un giorno si vuole lavorare sei ore, i due giorni dopo se ne dovranno lavorare nove. O ancora. Se il pomeriggio si deve uscire prima, la mattina si può entrare alle sette.

La struttura di Amabile

Secondo la Visura Camerale chiesta da Fanpage.it, Amabile al 2022 ha un fatturato da 3,2 milioni euro. Secondo le previsioni di Strazzer, nel 2023 dovrebbe attestarsi sui 10 milioni di euro. Sempre secondo i dati della visura, al momento sono 38 i dipendenti che hanno un contratto con l’azienda.

Strazzer ha cominciato raccontando il suo progetto su TikTok. Ha mostrato i primi gioielli realizzati, le prime vendite, le prime dipendenti assunte. Il termine che usa è “collaboratrici”. Strazzer non è un’orefice o una designer, i gioielli sono lavorati da fornitori. Il brand è stato lanciato nel 2019 e forse è una delle aziende più grosse nate su TikTok, almeno in Italia.

Il marketing di Amabile

Il vero asset di Amabile è il marketing. In questo, oltre a Strazzer, è fondamentale nella struttura anche un’altra figura: Martina Gualandi, social media manager di Amabile. La strategia del brand si basa su diversi cardini, dal coinvolgimento degli utenti ai concorsi a premi, passando per le storie personali dei dipendenti, le campagne di beneficenza (anche qui con qualche “errore di comunicazione”) e il brand activism, campagne di marketing unite con attivismo. Anche il racconto del flusso di lavoro dentro Amabile si lega a tutta questa narrazione.

@martinastrazzer_

Replying to @Federica030303 Secondo voi questo metodo sarebbe applicabile al vostro tipo di lavoro?

♬ original sound – Martina Strazzer

138 CONDIVISIONI
343 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views