13 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Intelligenza artificiale (IA)

Da Monet a Renoir, lo strano caso dei 40 dipinti falsi su eBay: “Li abbiamo scoperti grazie all’IA”

La tecnologia usa due tipi di rete neurale per analizzare pennellate, colori, composizione dell’opera. Ha già etichettato come “probabile falso” un’opera di Tiziano conservata nel museo svizzero Kunsthaus di Zurigo e confermato l’autenticità di opere contestate come l’autoritratto del 1889 di Vincent van Gogh conservato al Museo Nazionale di Oslo.
A cura di Elisabetta Rosso
13 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

È lunga la lista degli artisti che hanno prodotto più opere da morti che da vivi. Non stupisce, il mercato dei falsi era fiorente già ai tempi dell'antica Grecia, e secondo Alice Beckett, che nel 1995 pubblicò “Fakes: forgeries and the art World” il 40% delle opere dei musei e delle case d’aste sarebbero contraffatte. Individuarli non è così semplice. Anzi. Basta pensare a Han Van Meegeren, tra i più celebri falsari della storia. Quando rivelò che la Cena di Emmaus, l'opera che aveva dipinto e poi attribuito a Johannes Vermeer, era un falso, nessuno gli credette. Meegeren dovette dipingere un'altra opera nello stile del pittore per convincere i critici. Ma era il 1947. Ora grazie all'intelligenza artificiale sembra molto più semplice trovare i falsi.

A Carina Popovici, specialista nell'autenticazione di opere d'arte, è bastato un click per trovare 40 opere false su eBay. "Sono rimasta scioccata, molte opere sono risultate non autentiche", ha spiegato al Guardian. “Abbiamo controllato e scaricato alcune immagini, e c'erano falsi ovunque. I dipinti hanno una probabilità del 95% di essere delle copie. Sono sicura che questa sia solo la punta dell’iceberg”.

Tra i falsi c'è un dipinto attribuito a Claude Monet, intitolato Foresta con un ruscello, costa 599.000 dollari. Nella descrizione si legge: “Garantisco pienamente che il dipinto è un olio su tela originale del 1867 firmato e datato da Claude Monet. Il dipinto non è in perfette condizioni". C'è anche un'opera di Pierre-Auguste Renoir, uno studio, in vendita a 165.000 dollari. 

L'allarme lanciato dagli esperti

Popovici, dopo aver scoperto i falsi su eBay, ha scritto ripetutamente alla piattaforma, ha contattato gli uffici nel Regno Unito, Germania e Stati Uniti. Al Guardian ha spiegato: “Ho provato così tanto a parlare con loro. Sono estremamente frustrata dal fatto che non rispondano. Sono davvero molto turbata. Hanno una responsabilità. Non possono semplicemente fingere di non vedere cosa sta succedendo, perché ci sono veramente tante opere false.

Su eBay, “la vendita di articoli contraffatti è severamente vietata e ci impegniamo a garantire che i prodotti venduti sulla nostra piattaforma siano autentici", ha spiegato la piattaforma. “Lo facciamo utilizzando più livelli di tecnologia AI, investigatori eBay formati professionalmente, e programmi di protezione dell’acquirente. eBay ha bloccato in modo proattivo la pubblicazione di 88 milioni di sospetti prodotti contraffatti nel 2022, rimuovendo 1,3 milioni di articoli dalla piattaforma a seguito di una revisione da parte di un investigatore eBay."

Come funziona l'IA che trova i falsi

Popovici è a capo di Art Recognition, una società svizzera che collabora con l'Università di Liverpool e l'Università di Tilburg nei Paesi Bassi, per identificare i falsi. A novembre 2023 l'IA dell'azienda ha etichettato come "probabile falso" un'opera di Tiziano conservata nel museo svizzero Kunsthaus di Zurigo. Ha anche confermato l'autenticità di opere contestate come l'autoritratto del 1889 di Vincent van Gogh conservato al Museo Nazionale di Oslo.

La tecnologia usa due tipi di rete neurale per analizzare, pennellate, colori, composizione dell'opera: “In passato era davvero difficile individuare i falsi, perché non era possibile prelevare campioni da un'immagine su Internet. Ma con la nuova tecnologia è facile. Puoi semplicemente scaricare un'immagine e poi in 10 minuti lo saprai. Penso che le persone dovrebbero essere avvertite”. Art Recognition permette a chiunque di verificare l'autenticità di un'opera.

"Non importa dove si trova la tua opera d'arte, la autentichiamo digitalmente, eliminando i problemi e le spese di trasporto e assicurazione", spiegano sul sito web. Basta caricare la foto del dipinto sulla piattaforma, dopo che l'immagine viene sottoposta all'algoritmo l'azienda invierà i risultati e il certificato di autenticazione IA. 

13 CONDIVISIONI
423 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views