18 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
TikTok

Come funziona il filtro di TikTok che promette di non farti più dormire la notte

Su TikTok sta girando un modello CapCut che promette di mostrare lo sfondo attorno alle nostre fotografie. Non funziona sempre bene ma quando ci prende sembra che l’app sia in grado di sapere molte cose sulla nostra vita e suoi luoghi in cui siamo stati.
A cura di Valerio Berra
18 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

In fondo lo avevamo già visto. Alla fine dello scorso maggio Adobe ha annunciato il suo sbarco nel mercato dell’intelligenza artificiale con un nuovo prodotto: FireFly. Scelta ingombrante, visto che i nuovi software nati per la creazione e la modifica delle immagini rischiano di intaccare proprio il mercato in cui lavorano gli utenti di prodotti Adobe come Photoshop o Illustrator. Una delle caratteristiche di FireFly era la capacità di allargare gli sfondi delle fotografie, lasciando immaginare all’intelligenza artificiali cosa ci fosse attorno ai soggetti.

Su Twitter (allora non si chiamava ancora X) erano comparsi utenti che avevano provato ad allargare lo sfondo di quadri famosi, a partire dalla gioconda. Ora c’è un filtro che promette di fare esattamente la stessa cosa ma in un paio di secondi. Il trend ha cominciato a diffondersi su TikTok anche se non è facilissimo tracciarlo. Guardando solo il suono originale del trend si trovano sul social quasi 70.000 video dove è stato usato questo effetto. Come spesso capita, ci sono anche utenti che lo provano senza pubblicare nulla.

Come si trova l’effetto per allargare lo sfondo delle foto

Ad essere precisi, questa funzione non è un effetto ma un modello CapCut. La differenza ormai è sottile. CapCut è un’app per il montaggio dei video da smartphone. Veloce, molto intuitiva ma con  parecchie funzioni che la rendono particolarmente amata da chi pubblica video sui social. È sviluppata da ByteDance, la stessa software house cinese da cui viene anche TikTok. Ora le due app lavorano quasi in simbiosi.

Su CapCut infatti è possibile creare dei modelli, degli schemi di montaggio in cui gli utenti devono solo inserire delle clip o delle immagini. Questi modelli di solito hanno già una musica e degli effetti impostati. Per cercarli basta scorrere TikTok. Chi usa un modello, preso da altri o creato da lui stesso, può anche condividerlo su questa piattaforma. Agli utenti così basterà aprire il video per usarlo.

Come funziona l’effetto

Una volta scaricato e aperto il modello si può cominciare a lavorare al video. Ovviamente prima di fare tutto bisogna scaricare CapCut: l’app è gratuita e si trova sia per iOS che per Android. Tutto è discretamente semplice. Si sceglie un minimo di sei foto e il modello le monta insieme in un video. In una foto si vede il soggetto intero. In quella successiva l’app mostra tutto lo sfondo intorno.

Spesso l’effetto dell’intelligenza artificiale è dozzinale. Funziona molto bene con gli sfondi semplici, come un prato, il cielo o il mare. E funziona molto bene quando il soggetto principale è già totalmente ritratto nella foto. Quando invece deve aggiungere dei particolari, la variabilità è molto alta. A volte azzecca dei dettagli, altre volte crea dei mostri. Vi lasciamo un paio di esempi.

CAPCUT | La nostra prova con il modello che si basa sull'intelligenza artificiale. In questo caso il risultato è abbastanza deludente
CAPCUT | La nostra prova con il modello che si basa sull'intelligenza artificiale. In questo caso il risultato è abbastanza deludente

Il tono inquietante della musica diffusa insieme al filtro dovrebbe essere legato al fatto che quando l'effetto funziona bene sembra che TikTok sia grado di vedere davvero cosa c'è attorno a noi. La maggior parte dei video è pubblicata anche con una scritta, in spagnolo, dove si legge: "Questo effetto dell'intelligenza artificiale non ti farà dormire".

CAPCUT | Qui l'effetto del filtro è un po' più chiaro, anche se restano comunque parecchi particolari poco a fuoco
CAPCUT | Qui l'effetto del filtro è un po' più chiaro, anche se restano comunque parecchi particolari poco a fuoco
18 CONDIVISIONI
323 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views