77 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Intelligenza artificiale (IA)

Abbiamo trovato il modo per far cantare Elvis Presley un’ultima volta

È stato annunciato un nuovo tour del re del rock and roll, grazie all’intelligenza artificiale sul palco apparirà un suo ologramma a grandezza naturale. Per realizzarlo sono state utilizzate le foto e i filmati dell’artista.
A cura di Elisabetta Rosso
77 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Quando dai palchi di fine ‘900 si urlava "il rock and roll non morirà mai", nessuno immaginava che tra le strategie di sopravvivenza ci sarebbero stati anche i concerti virtuali con ologrammi che si muovono a tempo grazie all'intelligenza artificiale (IA). I primi esperimenti esistono già, e ora tocca al re del rock and roll. È stato infatti annunciato un nuovo spettacolo che promette di portare Elvis Presley sul palco e "creare un esperienza unica per rivivere le esibizioni e la vita dell'artista", ha spiegato la Layered Reality, società inglese di intrattenimento immersivo.

Al di là della riuscita (il rischio di effetto posticcio e malinconia scaduta è particolarmente alto) il progetto Elvis Evolution creerà grazie all'IA proiezioni olografiche dell'artista particolarmente realistiche, per realizzarle sono state utilizzate migliaia di foto e filmati dei live, e Elvis apparirà a grandezza naturale sul palco.

Il fondatore e amministratore delegato di Layered Reality, Andrew McGuinness, ha spiegato che lo spettacolo vuole essere "un tributo di prossima generazione alla leggenda della musica" che permetterà alle persone di "entrare nel mondo di Elvis e mettersi nei suoi panni". McGuinness ha aggiunto che l'esperienza offrirà al pubblico "una visione più profonda della vita di Elvis, trasportando i fan indietro nel tempo attraverso i decenni per sperimentare la sua fulminea ascesa alla fama, il suo personaggio straordinario e il movimento culturale che ha catalizzato negli anni '50 e '60".

Il live di Elvis Presley

La compagnia ha affermato che lo spettacolo di Presley sarà una "esperienza di concerto sbalorditiva" in cui un Elvis digitale a grandezza naturale "eseguirà per la prima volta momenti iconici della storia della musica su un palco del Regno Unito". Il primo spettacolo sarà a Londra, poi arriverà anche a Las Vegas, Berlino e Tokyo. "Un Elvis digitale a grandezza naturale condividerà le sue canzoni più iconiche e si muoverà per la prima volta su un palco del Regno Unito", ha spiegato Layered Reality.

"Attraverso l'intelligenza artificiale e una tecnologia innovativa il pubblico potrà assistere alle esibizioni iconiche di Elvis come se fosse davvero lì e celebrare i momenti cruciali della sua vita e carriera". Gli eredi di Presley hanno concesso migliaia di foto e video personali del cantante, per realizzare lo show, e Authentic Brands Group ha concesso a Layered Reality i diritti per realizzarlo.

Sempre più concerti virtuali

Non è la prima volta. Gli Abba hanno già realizzato uno spettacolo virtuale di 90 minuti con sede permanente a Londra. Lo show Abba Voyage, lanciato nel 2022, incassa 1,6 milioni di sterline a settimana. Nel 2012 invece, sul palco del Coachella era apparso l'ologramma di Tupac, il rapper assassinato nel 1996, e Roy Orbison, morto 35 anni fa, ha venduto in media 1.800 biglietti del suo tour virtuale nel 2018. C'è anche chi ci sta pensando, per esempio i Rolling Stones. Il chitarrista Keith Richards ha ammesso che prima o poi dovrà succedere, mentre il cantante, Mick Jagger, ha suggerito un tour postumo utilizzando gli ologrammi e l'intelligenza artificiale.

77 CONDIVISIONI
350 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views