28 Febbraio 2022
20:08

Rilevato un esopianeta che orbita attorno a due stelle, come Tatooine nell’universo di Star Wars

Un raro esopianeta che orbita attorno a due stelle è stato rilevato utilizzando un telescopio terrestre da un team dell’Università di Birmirgham.
A cura di Valeria Aiello
Tatooine, l’immaginario pianeta desertico di Star Wars
Tatooine, l’immaginario pianeta desertico di Star Wars

Un raro esopianeta, chiamato Kepler-16b e finora identificato dal telescopio spaziale Kepler, orbita attorno a due stelle, con due orbite che ruotano una intorno all’altra, formando un sistema stellare binario, come il pianeta natale di Luke Skywalker, Tatooine, nell’universo di Star Wars, dove ci sarebbero due tramonti se si potesse guardasse il cielo dalla sua superficie.

Kepler-16b, nuovamente rilevato utilizzando un telescopio terrestre da 193 cm dai ricercatori dell’Università di Birmingham, è stato osservato monitorando le variazioni di velocità radiale, un metodo che permette di mostrare il cambiamento nella velocità di una stella mentre un pianeta le orbita intorno. Oltre a rilevale la presenza del pianeta, il metodo della velocità radiale è anche più sensibile ai pianeti aggiuntivi in ​​un sistema, oltre a misurare la massa di un pianeta, la sua proprietà più fondamentale.

Dopo aver dimostrato che con il metodo della velocità radiale è possibile rilevare il sistema binario di Kepler-16b, il team prevede di continuare la ricerca di nuovi sistemi circumbinari sconosciuti e aiutare a rispondere alle domande su come si formano i pianeti. Di solito si pensa che la formazione dei pianeti avvenga all’interno di un disco protoplanetario, una massa di polvere e gas che circonda una giovane stella.

Tuttavia, questo processo potrebbe non essere possibile all'interno di un sistema binario. Questo perché la presenza di due stelle interferisce con il disco protoplanetario, impedendo alla polvere di agglomerarsi nei pianeti, un processo chiamato accrescimento. “Il pianeta potrebbe essersi formato lontano dalle due stelle, dove la loro influenza è più debole, e poi essersi spostato verso l'interno – in un processo chiamato migrazione guidata dal disco, ndr – ha affermato Amaury Triaud dell'Università di Birmingham, che ha lo studio – .  In alternativa, potremmo scoprire che abbiamo bisogno di rivedere la nostra comprensione del processo di accrescimento planetario”.

Due Super Terre scoperte in orbita attorno a una stella
Due Super Terre scoperte in orbita attorno a una stella "vicina": scienziati entusiasti
Il telescopio James Webb ha raggiunto la sua destinazione a 1,5 milioni di km dalla Terra
Il telescopio James Webb ha raggiunto la sua destinazione a 1,5 milioni di km dalla Terra
La sonda in orbita attorno a Marte usa ancora Windows 98, ma presto sarà aggiornata
La sonda in orbita attorno a Marte usa ancora Windows 98, ma presto sarà aggiornata
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni